PRIVILEGIA NE IRROGANTO    di    Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

Home / Mappa

Il PuntO

La PignattA

Il ConsigliO

Acta Diurna

Acta Diurna Albo Lapillo Signanda

Cronologica

La mia biblioteca

Democrazia 2.0

 Ictus

Saggezze

Cenacolo dei Cogitanti

Statistiche del sito

Per la Legalità ferocemente

Riflessioni

Adusbef

 

 

ACTA DIURNA   MARZO  2022

 

 

ACTA DIURNA

·        Acta Diurna 2022

·       ACTA DIURNA   (2022, 2021, 2020, 12-19)

·        Acta Diurna Lapillo Signanda

 

In nero e in grassetto i miei commenti

ACTA   DIURNA    31 Marzo -  1° Aprile      2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(4) E GLI ALTRI PAESI NON NATO?

31-3-2022. Formiche.net. Svezia, Finlandia e non solo. Il grande Nord alla prova Putin. di Domenico Vecchiarino. Svezia, Norvegia, Finlandia. L’invasione russa in Ucraina ha risvegliato vecchi timori e ruggini nel grande Nord. Viaggio per capire un cambio di fase (storico). L’analisi di Domenico Vecchiarino

(3) Il Fatto. Gazprom interrompe le spedizioni di gas russo in Germania tramite il gasdotto Yamal

Gazprom ha interrotto le spedizioni di gas russo in Germania attraverso il gasdotto Yamal-Europe. Lo riporta Bloomberg citando l’operatore di rete Gascade. Stamane gli ordini di gas dalla Polonia alla Germania erano a zero e in calo da circa 7 GWh/h durante la notte. Le consegne attraverso l’Ucraina sono previste a circa 107,6 milioni di metri cubi, leggermente inferiore a quelle di giovedì, ma ancora vicino al livello massimo. I flussi attraverso Nord Stream, il collegamento diretto alla Germania, stamane erano a circa 73,3 GWh/h, leggermente al di sotto del livello di ieri ma ancora vicino alla piena capacità del gasdotto.

(2) PUTIN BLUFFA O HA LE CARTE GIUSTE?

31-3-2022 Formiche.net. Stop al gas russo in Europa? La partita a poker di Putin. di Otto Lanzavecchia. Il Cremlino alza la posta, Francia e Germania vedono, sperando sia un bluff. La Russia ha approntato un sistema di conversione con Gazprombank per salvare la faccia e la credibilità del suo ultimatum, che scadeva oggi. Ma non si tratta solo di gas: il viaggio di Lavrov a Nuova Delhi dimostra che Mosca intende minare il potere del dollaro (e dell’euro) sui mercati mondiali. Il prossimo nodo saranno le materie prime

 Non capisco la manovra di Putin. Rinuncia ad introitare direttamente valuta pregiata (preziosa per chi vive di sole esportazione di materie prime e idrocarburi) per generare una rivalutazione del rublo.  Il meccanismo finanziario pensato da Putin causa, sì, una rivalutazione del rublo ma scoraggia di conseguenza le esportazioni russe, qualora  Putin insistesse perché siano pagate in rubli. Mah…

Mi sembra che l’iniziativa di Mosca serva più che altro a mantenere con l’Occidente una valenza finanziaria aperta attraverso GazpromBank.

Ricordo che, comunque, le filiali di GazpromBank aperte nei paesi europei ricadono sotto i controlli o della BCE o, qualora il paese ospitante non facesse parte di Eurolandia,  della banca centrale di quel  paese

1-3-2022 Il Sole 24 Ore. Il collasso di Sberbank, l’istituto con filiali in Ue ora rischia anche il bail in. La Bce ha dichiarato la filiale europea, Sberbank Ag con sede in Austria, «failing or likely to fail». Prelievi contingentati ai bancomat sloveni e croati. di Laura Serafini

(1) LA CINA IMPORTA DALLA UE LA METÀ DI QUANTO NON ESPORTI.

31-3-2022 AGI. La strategia della Ue per staccare Pechino da Mosca. Economicamente è la Cina a dipendere di più dall'Europa. E non viceversa. Ogni anno Pechino esporta 472 miliardi di euro beni verso i Ventisette. Invece l'Europa esporta verso la Cina meno della metà, 223 miliardi di euro. Attesa per il vertice di venerdì primo aprile

 

ACTA   DIURNA    30 - 31     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

 FLASH

Grande trovata tedesca di economia internazionale. Per pagare il gas fornisce euro o dollari alla Banca Gazprom che li trasforma in rubli e li versa a Mosca.

L’ Economia Internazionale è la materia della mia tesi di laurea, ma non riesco a capire dov’è la trovata. Anche se la Germania versasse dollari alla Deutsche Bank questa li cambierebbe in rubli per pagarci Mosca. 

Gli effetti sulla domanda di rubli e sulla quotazione della valuta russa sarebbe la stessa.  Dunque?

Il problema sarebbe serio se Putin imponesse un cambio non di mercato, ma deciso dalla Banca Centrale russa, come imponeva l’URSS ai turisti stranieri. Questa sarebbe la contromossa antisanzioni!

(2) FUTURE E PREZZI DEI PRODOTTI SOTTOSTANTI. LA TRAPPOLA.

16-3-2022 Il Fatto. ECONOMIA & LOBBY. Cosa sono i  contratti “future” e perché sono in grado di muovere con violenza i prezzi di gas e altre materie prime. Nati come strumenti finanziari per assicurare i guadagni degli agricoltori i future sono diventati potenti strumenti speculativi maneggiati da colossi della finanza. Grazie alle loro caratteristiche consentono di moltiplicare i ritorni sulle somme investite ma comportano anche il rischio di perdere tutto. Gli ingenti capitali investiti in questi prodotti esasperano le pressioni al rialzo o al ribasso sulle materie prime. di Mauro Del Corno

I potentati finanziari internazionali ci possono rovinare, ma non si possono toccare. Perché – si dice - siamo democratici.

I futures, nati come forma di  protezione assicurativa sono stati trasformati dagli Anglosassoni in perfetti campi bradi di scommesse.

Se ho un mutuo a tasso variabile l’aumento dei tassi mi fa aumentare la rata. C’è qualche prodotto finanziario che, in caso di aumento dei tassi di interesse, mi fa guadagnare bilanciando la mia esposizione a causa del mutuo? Sì: un future sui tassi col quale guadagnerò al crescere dei tassi. Gli Anglosassoni, con le scommesse nel dna, tolgono la prima parte dell’espressione (mutuo a tasso variabile) e lasciano la seconda: c’è un prodotto finanziario che, se i tassi crescono, mi fa guadagnare? E’ evidente che se invece i tassi scendono perderanno tutto. In tal modo il future diventa la madre di tutte le scommesse. Disgraziatamente, vista la facilità dei potentati finanziari di influire sui mercati, i prezzi dei prodotti sottostanti variano in funzione dell’andamento dei future/scommesse, quando dovrebbe essere il contrario. Quindi, se i “produttori” del bene, vedono crescere le quotazioni dei future con quel bene come sottostante, aumenteranno il prezzo di mercato del loro prodotto.

Ci siamo messi in trappola da soli. Ma siamo democratici!

(1) UE. PANDEMIA E CYBER ATTACCHI.

30-3-2022 Openpolis. Durante la pandemia, aumentano gli attacchi informatici in Ue. Europa. Nel 2020 i cyber attacchi ai danni di settori chiave delle istituzioni Ue e negli stati membri sono raddoppiati. Spesso è difficile identificare il responsabile, ma molti sembrerebbero venire dalla Russia, ed è una situazione che potrebbe aggravarsi a causa del conflitto in Ucraina.

ACTA   DIURNA    29 - 30     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3)  PANDEMIA E UCRAINA. DEL PALLOTTOLIERE.

30-3-2022 AGI. Sull'aumento delle spese militari Conte non molla: "Vogliono schiacciarci". L'ex premier e leader del M5s: "Noi rispettiamo gli impegni internazionali, non li ho mai messi in dubbio, ma se questa curva la definiamo al 2030 definiamo un percorso di sostenibilità che fra alleati è comprensibile"

29-3-2022 AGI  Se salta l'impegno con la Nato viene meno il patto di maggioranza. L'avvertimento di Draghi. Il premier non intende recedere dalla necessità di arrivare all'incremento della spesa militare al 2% del Pil. Continua il braccio di ferro con il presidente del M5s, Giuseppe Conte

(2) UCRAINA E GENIALITÀ.

29-3-2022 AGI. Dai colloqui di Istanbul esce un'intesa: l'Ucraina sarà neutrale. Il Paesee non ospiterà basi militari straniere. Mosca ferma attività su Kiev e Chernikiv. Su le Borse e giù il prezzo del petrolio.  Zelensky vuole che la Turchia sia garante del trattato di pace

Trovata di Zelensky: l’Ucraina sarà neutrale! 

Ricordo comunque a Putin che, con gli accordi  del 1993, l’Ucraina riconsegnava alla Russia 1.900 testate atomiche. Era quindi riconosciuta dalla Russia la nazione Ucraina nella sua integrità territoriale. Nella speranza che i governanti ucraini di allora non se ne siano tenute alcune aummm…. aummm, sostituendole con false testate riconsegnate.  In quel periodo si parlava addirittura di vendita di testate atomiche e uranio arricchito  ucraino in giro per il mondo.

Speriamo bene.

26-3-2022  ADNKronos.  Ucraina, nel '91 terza potenza nucleare: quando e perché la denuclearizzazione. Con il memorandum di Budapest che imponeva a Russia di rispettare confini e sovranità

(1) CRISI UCRAINA. EMERGENZA ED ACCOGLIENZA IN ITALIA.

29-3-2022 Openpolis. La crisi Ucraina e la gestione emergenziale dell’accoglienza. Mappe del potere. In Italia già esistono due modalità di accoglienza per i migranti: una ordinaria, minoritaria, e una straordinaria, maggioritaria. Nonostante questo con la crisi Ucraina viene creato un ulteriore livello, emergenziale, che si sovrappone agli altri due.

 Miopia malattia infantile della democrazia. Solito errore dei miopi: “Le cose stanno così e resteranno così per mille anni”. Aspettiamo i ripensamenti di Visegrad.

 

ACTA   DIURNA    28 - 29     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(6) PASSI AVANTI GRAZIE ALLA TURCHIA.

29-3-2022 AGI. Dai colloqui di Istanbul esce un'intesa: l'Ucraina sarà neutrale

Il Paese non ospiterà basi militari straniere. Mosca ferma attività su Kiev e Chernikiv. Su le Borse e giù il prezzo del petrolio. Zelensky vuole che la Turchia sia garante del trattato di pace. 

 

Ormai la UE non è più in grado di fare nulla. Non ha garanzie da offrire. Non ha protezione da offrire. Non ha principi per i quali morire. Non ha valori su cui confrontarsi e crescere.

 FLASH

Contatti in Turchia dei plenipotenziari dei belligeranti per bloccare la guerra. Suggerimento ai partecipanti: non bevete acqua né mangiate alcunché di quanto viene offerto perché potreste essere avvelenati.

Domanda: ma in tutto ciò, dove possiamo rinvenire i principi europei da difendere?

(5) IL M5S INIZIA LA CAMPAGNA ELETTORALE.

20-3-2022 Il Fatto. Il governo media sulle spese militari e valuta la fiducia al decreto. M5s: “No a qualsiasi ordine del giorno che fissa incrementi straordinari”

Draghi imporrà la fiducia e spera che tutto rientri. Siamo al solito appesi a decisioni contingenti e per nulla lungimiranti,  come avvenne a settembre 2019 quando, per evitare elezioni anticipate con la probabile vittoria delle destre, si preferì creare ex nihilo un governo per meriti di pallottoliere. Adesso scontiamo gli effetti di quella decisione. L’Italia è una repubblica fondata sul pallottoliere costituzionale. E speriamo che se ne venga a capo. Ma io noto da parte dei no-2% lo stesso piglio mostrato in tutti i capitoli del No Tut. Pronti poi a fare marcia indietro, come sul No Tap, quando la storia presenta il conto. A tutti gli Italiani.

(4) GAS RUSSO. GLI AMICI COL BITCOIN. I NEMICI CON I RUBLI.

Marzo-giugno 2022 StartMag.  La Russia accetterà bitcoin da Cina e Turchia per il gas? di Marco Dell'Aguzzo. La Russia fa sapere che i paesi “amici”, come la Cina e la Turchia, potranno pagare le fornitura di energia anche in bitcoin. Quelli ostili invece – come anticipato da Putin – in rubli, o forse in oro. Tutti i dettagli

 Secondo me questo dei pagamenti col rublo è solo un primo passo di Putin. Col secondo imporrà un cambio non di mercato ma imposto dalla banca centrale russa.

(3) TOH! ANCHE L’UCRAINA HA I SUOI OLIGARCHI.

Marzo-giugno 2022  STARTMAG » Mondo » Chi sono gli oligarchi padroni dell’Ucraina. di Stefano Grazioli. Da Poroshenko ad Ahmetov fino a Kolomoisky, ecco chi sono veri i poteri forti dell’Ucraina. L’approfondimento di Stefano Grazioli per Tag43

(2) LA CINA NON SI FA DISTRARRE DALLA GUERRA.

28-3-2022 Formiche.net. Ecco come la Cina ha sfondato nei Balcani occidentali. Report Ecfr. di Luigi Romano. Tre direttrici: sfruttare le debolezze, controllare i settori critici, connettere le regioni. Ecco le mosse di Pechino in Albania, Bosnia ed Erzegovina, Kosovo, Macedonia del Nord, Montenegro e Serbia

(1) BANKITALIA. CRISI COLLATERALI.

29-3-2022 Libero. Bankitalia, Ucraina: in arrivo una crisi che stravolgerà il mondo, a cosa siamo condannati.

 

ACTA   DIURNA    27 – 28     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(6)  ODDIO! C’È UN CAMBIAMENTO!

27-3-2022 Formiche.net. di Giovanni Castellaneta. America is back, ora tocca all’Ue. La scossa di Castellaneta. Da questa crisi potrebbero scaturire opportunità per entrambi i lati dell’Atlantico. Ma i 27 devono costruire sullo spirito di solidarietà comune ritrovato in queste settimane e investire decisamente sull’integrazione in ambito difensivo, nell’interesse di tutto l’Occidente. Il commento dell’ambasciatore

Saper cogliere le opportunità. Per i poco intelligenti i cambiamenti risultano altrettanti generatori di ansia e di depressione. Gli  intelligenti al contrario li prendono come fornitori di opportunità, in grado di permettere anzitutto valutazioni di pregi e vantaggi derivanti dai nuovi equilibri.

(5) M5S e  LEADER CREATIVI.

27-3-2022 Linkiesta. Leader fortissimo. Conte è contrario ad aumentare le spese militari italiane, ma favorevole a rimborsare le spese militari russe in Italia. Di Christian Rocca. Il leader (sub judice) di uno dei pa-

rtiti filo Putin del nostro paese è inaspettatamente risoluto nel dire no all’aumento degli investimenti sulla difesa europea e atlantica, proprio nel pieno della guerra d’aggressione del Cremlino all’Ucraina e al mondo libero. Però, ai tempi del suo governo, l’Italia pagò a Mosca tre milioni di euro per la missione “Dalla Russia con amore”

(4) Riflessione  n° 29 / 2022  (28-3-2022)

Domandine ai due strateghi del terzio millennio.

 

Domanda a Zelensky, che continua a sostenere che l'Occidente non ha il coraggio di far scoppiare l'ultima (nel senso proprio di ultima) guerra mondiale: "Caro Zelensky, con la Russia siete in guerra nel Donbass da otto anni. Gli Ucraini sono 45 milioni, i Russi 145 milioni e ,in geopolitica, il differenziale non è così eclatante.  Governanti previdenti avrebbero resa l'Ucraina una super potenza locale, come ha provveduto a fare la Turchia (82 milioni di abitanti) mettendo in piedi  il secondo esercito della Nato. Invece siete ancora a corto di armi. Come mai? Dove è mancata la vostra classe dirigente? Tu sei al potere da tre anni. Dunque?".

 

Domanda a Putin che dopo un mese dall'invasione dell'Ucraina, sostiene - non molto convinto - di aver raggiunto finalmente  gli obiettivi che si era dato per i  primi tre giorni di guerra: "Caro Putin hai potuto verificare che una buona metà del tuo arsenale è finta, nel senso che i sistemi d'arma di precisione non sono poi tanto precisi (verifica i fornitori) ; che alcuni di questi non possono neanche definirsi sistemi d'arma perché fanno cilecca; che gli Ucraini sono in grado di individuare con precisione la localizzazione degli alti comandi della campagna di invasione, tanto che ti hanno fatto fuori ben sette alti generali in capo del corpo di spedizione; che, per evitare figuracce,  non è quindi opportuno che tu provi ad utilizzare una delle 5mila bombe atomiche, molte delle quali costruite anche oltre mezzo secolo fa, visto che potrebbero riuscire a stento  a fare un bel buco in un parcheggio di un supermercato ucraino. Bene, perché non aggiorni la tua strategia? Gli stati cuscinetto che tu pretendi sono stati resi inutili dai sistemi balistici intercontinentali  e relegati alla storia delle guerra del secolo scorso. Invece di generare decine di migliaia di morti, promuovi alti ufficiali in grado di aiutarti, invece di pescarli tra i tuoi fedeli. Ti informo che, in genere, i fedeli sono anche un po' coglioni".

(3) ZELENSKY. NEUTRALITÀ E NIENTE ARMI ATOMICHE.

28-3-2022. ASCA. UCRAINA. Zelensky: l’Ucraina è pronta a uno status neutrale e non nucleare. Questioni "Donbass e Crimea devono essere discusse e risolte".

 Meglio tardi che mai. Forse, se tutti gli attori avessero avuto  occhi un po’ più distanziati, si sarebbero potuti evitare le decine di migliaia di morti.

(2) STANCHEZZE RUSSE. LA GERMANIA PENSA ALLA SUA DIFESA.

28-3-2022 ANSA. LA GUERRA IN UCRAINA. 'La Russia ritira le truppe intorno a Kiev'. La Germania valuta lo scudo antimissile

(1) CELLULARI VECCHIOTTI. CHE FARE?

27-3-2022 AGI Le 5 regole d'oro per salvare i device dall'obsolescenza tecnologica. Solo nel 2021 la produzione dei rifiuti tecnologici ha superato i 58 milioni di tonnellate, secondo i dati di Global E-Waste Monitor. La tendenza? Aumentano le apparecchiature da smaltire e diminuisce il loro tempo di durata. Una guida del New York Times. di Alessio Nisi

 

26 / 27 – 3 – 2022 = NN

 

ACTA   DIURNA    25 - 26    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

(3) UE RIVEDERE MOLTE COSE.

(2) RUSSINTERNET.

(1) LO STATO DELL’ATOMO.

26-3-2022 Linkiesta. La cavalcata dell’atomo. A che punto è il nucleare nel mondo. Elena Pelloni. Gli Usa sono ancora il primo Paese per energia atomica prodotta, ma la Cina non sta a guardare. E in Europa la crisi energetica potrebbe cambiare presto lo scenario attuale.

 

ACTA   DIURNA    24 - 25    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(1) Riflessione  n° 28 / 2022  (25-3-2022)

Da Formigli (La 7 ):  Professor Orsini, stai punito!

24-3-2022 ANSA. Ucraina: Rai, non si procederà con il contratto di Orsini. Berlinguer, non condivido lo stop. L'annuncio in una nota di Viale Mazzini. Il docente di Sociologia del  terrorismo internazionale: "Sono pronto a partecipare gratis alla trasmissione".

 

25-3-2022 Il Riformista. Alessandro Orsini licenziato, la Rai manda via l’opinionista perché ha opinioni sbagliate… Angela Azzaro —

 

Premetto che è mio costume criticare le cose che ritengo malfatte e elogiare le cose che ritengo benfatte, indipendentemente da chi abbia male o bene operato. Nella guerra in corso mi schiero a favore degli Ucraini contro i drammi causati  da Putin e i danni generati dalla  Nato negli ultimi 20 anni (ci si informi).

 Il professor Orsini della LUISS -  semplifico - ha posizioni filo russe. Come si vede, tutti i maestri del pensiero unico  sono pronti a criticare i metodi autocratici che, però, in ultima analisi, per chi sostiene  - a sua insaputa – il pensiero monoverso , risultano molto comodi, veloci, facili da usare e  definitivi per tutti, anche per chi ha sulla spalla il marchio della democrazia. Lo hanno dimostrato gli invitati di Formigli nei confronti del prof. Orsini. Sembrava una scena di un film tratto dai romanzi di Salgari:  schiumanti piraña (niente plurale, dice La Crusca) intenti a spolpare  la carcassa  di un facocero.

 Credo che la trasmissione di Formigli (che non seguo ma che, su indicazione di amici,  ho scaricato da YouTube:  https://www.youtube.com/watch?v=rdw5zJMW4DE ) rappresenti il  giornalismo italiano plasticamente (termine questo che va di moda tra i lavoratori dell’informazione nostrani un po’ così). Per la verità Formigli era ben spalleggiato da un altro giornalista, il direttore Calabresi, in grado di affermare che gli Italiani vogliono che si inviino armi all’Ucraina – ma forse non guarda i sondaggi e si fida del suo intuito -   e da una ricercatrice,  di cui non ricordo il nome che, comunque, è bene tacere, ma che dirige l’Istituto Affari Internazionali, la quale sostiene che non si può parlare di eventi che non siano stati vissuti personalmente.  Con questi geni dell’informazione, in grado di risolvere problemi di politica internazionale in due minuti di interventino,  ed il livello  che  hanno imposto  ai media italiani (medium, sosterrebbe La Crusca), Putin può dormire sonni tranquilli nel settore della comunicazione.

Ormai siamo all’infantilismo informativo militante. Come quando il maestro  che doveva allontanarsi  incaricava il capoclasse di segnare sulla lavagna i buoni e i cattivi e il massimo dell’accomodamento e della elasticità di giudizio era il + o il – segnato accanto al nome. Nella fattispecie  il cattivo era uno solo e i capiclasse tutti gli altri. Formigli  gestiva alla grande gesso e cancellino, non essendo in grado di andare oltre il ruolo di bidello.

Che dire? Mark Twain sosteneva che a voler insegnare a cantare ad un maiale si perde tempo e si finisce per annoiare  lo stesso maiale.

 

ACTA   DIURNA    23 - 24    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

 FLASH

Zalensky continua a dire all’Occidente quello che deve fare. Cerchi invece di capire che cosa sta succedendo ed operi con buonsenso (Здоровий глузд). 

(2) Riflessione  n° 27 / 2022  (24-3-2022)

Fusione nucleare e e colpi di coda dei paesi produttori di petrolio.

La soluzione russa anti Zelensky riproponibile dall’Occidente in funzione anti Maduro?

 

23-3-2022 Libertà Nucleare pulito, il sindaco Brugnaro: “Eni realizzi la prima centrale a Venezia”

14-3-2022 La Repubblica. Nuova centrale atomica in Finlandia. E' la prima in Europa da quasi 15 anni. di Elena Dusi

Occorre decuplicare gli sforzi finanziari e cerebrali per accelerare sulla ricerca in materia di fusione atomica. Il trend attuale porterebbe ad un primo utilizzo “industriale” nella seconda metà del secolo, ma la nuova situazione di mercato potrebbe premiare un mastodontico aumento delle risorse messe a disposizione del settore, accelerandone i progressi e l’impostazione di tecnologie che permettano la sua utilizzazione entro trenta anni.

La Russia e molti paesi arabi sono in rotta con l’Occidente e, avviandosi lo sfruttamento degli idrocarburi verso la loro conclusione, potrebbero riservare tristi e micidiali novità per i paesi importatori.

Mappa dei giacimenti petroliferi nel mondo.

Questi sono i paesi con la più grande riserva di petrolio comprovata.

Grado

Stato

Barili (in milioni)

1

Venezuela

300,878

2

Arabia Saudita

266,455

3

Canada

169,709

4

Iran

158,400

5

Iraq

142,503

6

Kuwait

101,500

7

Emirati Arabi Uniti

97,800

8

Russia

80,000

9

Libia

48,363

10

Stati Uniti

39,230

11

Nigeria

37,062

12

Kazakistan

30,000

13

Cina

25,620

14

Qatar

25,244

15

Brasile

12,999

16

Algeria

12,200

.

In caso di forti turbolenze nei processi di approvvigionamento, l’Occidente arriverà a riproporre contro Maduro la soluzione trovata da Putin contro Zelensky?

(1)   NORD SFRUTTA SUD.

23-3-2022 AGI Lo sfruttamento del Sud del mondo da parte del Nord, in estrema sintesi. Uno studio spagnolo ha quantificato ed esemplificato il concetto di "appropriazione netta di risorse e manodopera".

 

ACTA   DIURNA    22 - 23    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(5) I CONTI DI PUTIN.

23-3-2022 Italia Oggi. Crisi Ucraina, Putin: non accetteremo pagamenti in dollari/euro per gas.

 

Ma Putin ha fatto bene i suoi conti? Una manovra del genere farà rivalutare il rublo (i paesi importatori dovranno richiedere rubli sul mercato) e quindi penalizzerà le esportazioni russe. Soprattutto penalizzerà quelle importazioni russe da nazioni che vogliono essere pagate in dollari, euro, yen, sterline. Quindi parallelamente la Russia dovrà offrire rubli per acquistare valuta pregiata.  E il rublo tornerà a deprezzarsi.

Mi sembra più una manovra di brevissimo periodo, in attesa che la fine della guerra (prossima, secondo Putin?) sblocchi i 600 miliadi di dollari, euro ecc, depositati in Occidente come riserve valutarie di Mosca e bloccati dalle sanzioni.

(4) PUTIN. PRIME CREPE O ULTIME?

23-3-2022 Libero. Anatolij Chubais, "dimissioni e fuga in Turchia": l'inizio della fine di Putin?

23-3-2022 Il Tempo. NON SI VEDE DA TEMPO. Shoigu è scomparso. Giallo sul ministro della Difesa russo: l’indiscrezione che preoccupa. Che succede?

22-3-2022 Il Tempo Ammutinamento contro Vladimir Putin. La rivolta dei servizi segreti russi: la verità sul colpo di Stato

Chi informa Putin che per essere una superpotenza non è sufficiente che la Russia conti 5.000 bombe atomiche?

 FLASH

Potrebbero esserci gravi problemi di approvvigionamento di gas: Che cosa aspettiamo a razionarlo fin da ora? Aspettiamo che le riserve siano esaurite?

(3) NEUTRALITÀ ESTORTA, QUINDI NULLA?

23-3-2022 AGI Perché un accordo sulla neutralità dell'Ucraina rischierebbe la nullità

Diego Mauri (Università di Firenze): "Anche se venisse firmato, un accordo del genere non avrebbe nessun valore giuridico, dato che sarebbe stato estorto con la violenza. Bisognerebbe immaginare condizioni diverse sul campo per una firma valida del trattato". di Gianmarco Pondrano Altavilla

(2) ULTIME SU D’ALEMA.

23-3-2022 Il Fatto. GIUSTIZIA & IMPUNITÀ. D’Alema e le armi alla Colombia, la procura di Napoli indaga su sedicenti intermediatori dopo un esposto. L’ufficio inquirente partenopeo ipotizza nei confronti degli indagati falso, truffa e sostituzione di persona

Ingloriosa fine di una vita normale. Non basta mai! Eh?

(1) SIAMO IN GUERRA…MA…

22-3-2022 Il Riformista. Molta retorica, poca politica. Zelensky scioglie 11 partiti di opposizione e premia brigata con simpatie naziste, poi si presenta al Parlamento italiano… Piero Sansonetti

 

ACTA   DIURNA    21 - 22    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3) DRAGHI: AIUTI ANCHE MILITARI.

22-3-2022 AGI. Il Pentagono: "I russi hanno fallito quasi tutti gli obiettivi". Mariupol sotto attacco ma non cede all'offensiva. Videointervento del presidente ucraino a Montecitorio: "L'esercito russo vuole entrare in Europa, va fermata una persona sola". Il premier italiano: "Ai massacri dobbiamo rispondere con gli aiuti anche militari. Le nostre porte sono spalancate"

D’altra parte, dopo le gratuite e dirette minacce di Putin all’Italia, non ci si poteva attendere altro.  Biden ha sbagliato ad etichettare Putin quale criminale di guerra in piena fase di contatti, ma anche Putin non brilla per lungimiranza. Ha gli occhi troppo ravvicinati come Lavrov: traguarda male le cose lontane.

Comunque piano con l’Ucraina nella UE.

(2) MICA SOLO NEI FILM AMERICANI!

21-3-2022 Il Riformista. L'operazione: poliziotti corrotti facevano entrare droga e cellulari

Detenuti e agenti uniti nello spaccio di droga, blitz nel carcere di Secondigliano: 26 arresti

Grazie alla complicità delle guardie penitenziarie avrebbero messo in piedi una fiorente attività di spaccio all’interno del penitenziario di Secondigliano, […]

(1) LE ALTERNATIVE ALL’ENERGIA RUSSA.

22-3-2022 AGI Le strategie dell'Occidente per affrancarsi dall'energia russa. Come si stanno muovendo potenze come Germania, Giappone e Stati Uniti per liberarsi dalla dipendenza delle fonti energetiche provenienti da Mosca. di Giandomenico Serrao

 

ACTA   DIURNA    20 - 21    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(4) IL CAVALIERE HA DECISO SULLA SUCCESSIONE

Con questa marchetta, a rimetterci è il buon Salvini. Praticamente il nipote di Mubarak. Praticamente il nipote di Mubarak. Alla Meloni conviene sempre più andar da sola. Anche se può scordarsi la costituzione del prossimo governo.

(3) DAL GIAPPONE RNA SINTETICO.

20-3-2022 AGI I nuovi "indizi" sull'origine della vita. Alcuni ricercatori dell'università di Tokyo sono riusciti, per la prima volta, a ricreare una molecola di RNA in grado di replicarsi, diversificarsi e sviluppare complessità secondo i modelli darwiniani

(2) ECCO GLI AIUTI RUSSI PER IL COVID E I COSTI DELLA LORO MISSIONE IN ITALIA

21-3-2022. La Stampa. “L’Italia pagò la missione russa, fu Conte a trattare con Putin”. Così nel 2020 la viceministra Del Re riferì in Aula sugli aiuti di Mosca per il Covid. Jacopo Iacoboni

Cercate di arrivare al testo dell’articolo di Iacoboni, riservato agli abbonati.

(1) I TIRANNI FINIRANNO MISERAMENTE.

La facilità di comunicazione permetterà a tutti di vedere che cosa succede nel mondo. Per questo i paesi dominati da autocrati sono “costretti” a invadere di fake internet.

 

ACTA   DIURNA    19 - 20    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

 

     Anna Politkovskaja. La Russia di Putin.   -->   Vai al testo

 

 FLASH

Curioso! Quanti in Occidente disprezzano il sovranismo e i sovranisti nostrani, tendono invece ad apprezzarlo e ad osannarli  quando si parla della resistenza ucraina. Veramente curioso….

(6) SE PUTIN NON PORTA A CASA NULLA…..

20-3-2022 AGI "Alla fine della guerra si imporrà la Cina". L'analisi di Andrea Graziosi del conflitto in Ucraina in un'intervista con AGI. "Pechino si avvia a diventare un centro di potere mentre l'Occidente così come lo conosciamo è al tramonto e Mosca fallirà nel tentativo di affermarsi". di Lucia Licciardi

“Putin credeva in una guerra lampo? “Ci credeva, lo testimonia l’editoriale della vittoria pubblicato due giorni dopo l’inizio del conflitto su Ria Novosti e subito ritirato. Esso testimonia anche dell’ideologia che c’è dietro Putin e come lui si aspettasse che gli ucraini facessero parte della ‘civilizzazione russa’ e non del corrotto mondo occidentale”.

Il problema degli autocrati e dei dittatori in generale è sempre lo stesso: i cortigiani riferiscono loro del mondo che loro vogliono sentirsi raccontare. Se prendono decisioni basandosi  su queste fake di stato, anzi di regime, falliranno. Ed i primi che li abbandoneranno saranno proprio i cortigiani.

(5) LA MENTE. CAMPO DI BATTAGLIA DEL NUOVO MILLENNIO.

19-3-2022 Formiche.net. La mente come campo di battaglia. L’innovativa versione di Caligiuri. Potrebbe essere opportuno cominciare a delineare una “geopolitica della mente”, intesa come il campo di battaglia dove si sta svolgendo la lotta per il potere, in modo da esercitare il dominio definitivo sulle persone e sulle nazioni, poiché oltre il controllo della mente non può esserci altro. Il commento di Mario Caligiuri, presidente della Società Italiana di Intelligence e direttore del master in Intelligence dell’Università della Calabria. di Mario Caligiuri

(4)  GEOPOLITICA LOMBROSIANA.

19-3-2022 ASCA Lavrov: nessuna iniziativa per migliorare le relazioni con l’Occidente

Il ministro degli Esteri russo: infranto il progetto anti-russo

La lungimiranza dovrebbe essere una delle caratteristiche di pregio per i responsabili della politica internazionale di una nazione. I quali dovrebbero essere scelti anche in funzione della capacità di correttamente traguardare oggetti lontani.

Lavrov ha gli occhi troppo ravvicinati e il suo traguardare cose lontane è difficoltoso: la sua lungimiranza ne risente molto. Sicché….

(3) AMMAZZA CHE FUSTO!

19-3-2022 ANSA. Zelensky: "Stiamo dimostrando di saper combattere". "I comandanti russi mandano i loro uomini al massacro"

Chi non può mostrare poderosità cerebrali deve necessariamente ripiegare su quelle muscolari. I barbari del Nord e quelli dell’Est indulgono in queste considerazioni e in esse si crogiolano.

Questo ridursi a far leva sulle caratteristiche della muscolatura è consolazione molto diffusa, appunto, tra i barbari:

 9-3-2022 Fanpage. Il tennista soldato Stakhovsky lo dice all’Italia: “Non durereste un giorno contro l’esercito russo”. Da Kiev, dove sta combattendo al fianco dei suoi connazionali ucraini contro le forze russe che hanno invaso il Paese, il tennista Sergiy Stakhovsky ammonisce l’Italia: “L’esercito italiano, per quanto ne so io, non durerebbe un giorno contro l’esercito russo”. A cura di Paolo Fiorenza.

Quando noi, alle terme,  passavamo dal calidarium al tepidarium per giungere al frigidarium, loro ancora passavano da un albero all’altro.

(2) PUTIN ALLO STADIO. UN ANNO FA?

19-3-2022 Il Messaggero. Putin, il discorso allo stadio è un fake? Le strane similitudini con un evento identico del 2021. La tecnica di propaganda del presidente russo è ormai nota, ma lo Zar continua a nutrirsene provando a ingannare l'Occidente

Commovente Putin. Nessuno lo ha avvisato delle potenzialità del web? A sua insaputa, i suoi lo stanno cuocendo a fuoco lento.

(1) UE. ADEGUARE LA POLITICA AGRICOLA.

19-3-2022 AGI Verso una deroga Ue sui terreni incolti per aumentare la produzione agricola. La Commissione europea prepara le contromisure di emergenza alle carenze causate dalla guerra in Ucraina. di Brahim Maraad

 

ACTA   DIURNA    18 - 19    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

(2) GOFFA MANOVRA DI PUTIN

19-3-2022 AGI  Mosca attacca Guerini: "Falco ispiratore della campagna antirussa". Draghi: "Inaccettabile"

La Russia mette in guardia l'Italia: se adotterà sanzioni più dure ci saranno "conseguenze irreversibili". Poi il monito sull'energia: "Non abbiamo mai utilizzato le esportazioni come strumento di pressione politica". Di Maio: "Provocazioni che non ci meravigliano più"

  Questa mossa è decisa in base alla regola generale (infantile) per cui si cerca di attaccare chi, dello schieramento avversario, è ritenuto più debole. Putin prende di petto ‘l’Italia ritenuto l’elemento di debolezza della UE (che conta) per via delle difficoltà economiche e perché ritiene che la situazione interna – da noi sempre molto frastagliata - conti molti filo russi. Minacciando sfracelli contro di noi,  pensa di irrobustire gli anti ucraini e demoralizzi quanti sono in difficoltà economiche per via delle sanzioni comminate a Mosca. Ma questo atteggiamento non fa altro che dimostrare la sua posizione sempre più debole a causa del suo non saper ben valutare le forze in campo e per essersi appoggiato a relazioni dei servizi manifestamente campate in aria. Se si trascina in questo modo per altri quindici giorni, rischiamo di vedercelo in Siberia.

(1)  RIECCO I MERCANTI DI ESSERI UMANI!

18-3-2022. AGI "C'è chi specula sui profughi in fuga dall'Ucraina, anche 160 euro per raggiungere la frontiera". Gli attivisti di Mediterranea: "In molti ci hanno già contattato telefonicamente, persone che hanno bisogno di un passaggio sicuro in Italia, in particolare a Napoli e a Bologna".

 

ACTA   DIURNA    17 - 18     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3) INTERVENGONO I GRANDI?

18-3-2022 AGI. Xi e Biden due ore al telefono: "Cina e Usa responsabili della pace nel mondo"

Telefonata tra i due presidenti. Il leader cinese: "Non possiamo arrivare allo scontro. Un conflitto non è nell'interesse di nessuno. Il tema della pace e dello sviluppo sta affrontando gravi sfide, ci sono grandi cambiamenti e il mondo non è pacifico"

(2) KIEV E CRIPTOVALUTE.

17-3-2022 ANSA Ucraina: norma per regolare criptovalute, linfa a resistenza

Commissione di Kiev concederà licenze e gestirà i beni digitali

(1) PUTIN E LA STORIA

17-3-2022 AGI. "In Ucraina Putin vuole riscrivere la Storia"

In un’intervista all’AGI Marie-Pierre Rey, professore di storia dell’Unione sovietica e della Russia all’Università Parigi I Sorbona, ha analizzato le principali dinamiche in atto nell’invasione russa del Ucraina e gli intenti del presidente

 

ACTA   DIURNA    16 - 17     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

 

Il 17 marzo celebriamo il giorno dell’Unità Nazionale. “Auguri, Italia!”

 

(3) AZIENDE STRANIERE OPERANTI IN RUSSIA.

 

Anche in queste decisioni è valsa la regola sbaglaiata per cui “le cose stanno così e così resteranno per mille anni”. Hanno valutato certamente  il rischio. In che modo?

(2) I PROBLEMI DELLA DESTRA.

Amedeo La Mattina. Il crollo della Lega è ormai un fatto conclamato. Questo consegna a Fratelli d’Italia la leadership del centrodestra, ma al tempo stesso riduce le chance della coalizione di raggiungere una quota di voti sufficiente per vincere e governare

(1) UCRAINA. OPZIONI PER LA SUA NEUTRALITÀ

PICCOLO DOSSIER

17-3-2022 AGI. Vattani: "Ci sono varie opzioni per la neutralità permanente dell'Ucraina". L'ex segretario generale della Farnesina, tra i più esperti conoscitori italiani della complessa macchina della diplomazia internazionale, spiega all'Agi i vari scenari possibili.

 

167-3-2022 ANSA Il modello di neutralità di Austria e Svezia. A Vienna l'impegno in costituzione, a Stoccolma dibattito aperto 

 

16-3-2022 Il Riformista. L'anticipazione del Financial Times

Accordo di pace Ucraina-Russia, la bozza in 15 punti per terminare la guerra: cosa c’è nel piano in discussione

 

16-3-2022 HuffPost. Un'altra trattativa. Ma stavolta è una trattativa vera

È la giornata in cui i negoziati tra russi e ucraini entrano nella sostanza, dalla neutralità alle sorti di Crimea e Donbass. Gira una bozza d'intesa in 15 punti. Anche la Nato benedice la diplomazia. di Angela Mauro

17-3-2022 Formiche.net. Il piano da 15 punti per fermare la guerra di Putin. di Emanuele Rossi

Dialoghi di pace più concreti secondo i russi, mentre Kiev cerca garanzie. Quanto fidarsi delle aperture di Putin, che intanto aumenta la violenza sul campo?

 

ACTA   DIURNA    15 – 16     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3) ENERGIA: TRUFFE SU TRUFFE. IN ATTESA DI NORIMBERGA.

16-3-2022 ANSA  Truffa col gasolio da 200 mln,172 denunce e 45 mln Iva evasa. Gdf Pescara scopre traffico nazionale con carburante importato ANSA PESCARA 16 marzo 2022

 (ANSA) - PESCARA, 16 MAR - Maxi operazione della Guardia di Finanza di Pescara che scova un imponibile di 207 mln, per un'IVA evasa di oltre 45 mln e sequestra preventivamente per quasi 8 mln. Gli indagati rivendevano sottobanco carburante importato a prezzi fuori mercato senza pagare l'IVA. Scattano quindi 172 denunce, Procure Lanciano e Velletri, per un business nazionale del gasolio a tariffe calmierate, nell'epoca del boom dei rincari, con una architettura fraudolenta lungo tutta la penisola per reati tributari di emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, oltre che per riciclaggio, auto riciclaggio e bancarotta fraudolenta. (ANSA)

Per il momento dobbiamo tranquillizzarci, ma dopo occorrerà impostare una Norimberga generalizzata per tutti gli avvenimenti dal febbraio 2020.

(2) DESTRA INADEGUATA.

15-3-2022 AGI. Primo stop alla riforma sul presidenzialismo. FdI attacca Lega e FI. Per la Meloni i due partiti sono colpevoli di aver contribuito, con le assenze, all'affossamento del testo: "Giochi di Palazzo". di Serenella Ronda

 

15-3-2022 ASCA. Giorgia Meloni: nel centrodestra c’è un problema. Sul presidenzialismo

La destra si sta dimostrando del tutto inadeguata a governare. Tra gli altri difetti l’eccesso di provincialismo. Di Forza Italia si conoscono i difetti e tutti, prima di esprimersi, aspettano avvicendamenti per vie naturali. Della Lega si intuiva e le ultime mosse di Salvini non fanno altro che dimostrarne l’incapacità a guardare le cose dall’alto: riesce solo ad  impelagarsi nelle parti basse della sentina politica. Resta Fratelli d’Italia, ma anche se il partito dovesse arrivare al 30 % non otterrebbe nulla, visti i compagni di strada.

Forse sperano che il prossimo governo di centrosinistra li consideri “centro” e li coinvolga, come nel governo Draghi. Ma al centro già c’è il PD.

(1) PETROYUAN

16-3-2022 ASGI Arabia Saudita e Cina studiano come usare lo yuan nella vendita del petrolio

La novità avrebbe conseguenze notevoli per il mondo del petrolio globale che da sempre usa la valuta statunitense come moneta ufficiale. Sarebbe l'alleanza tra il maggior importatore di petrolio, la Cina con il più grande esportatore, l'Arabia Saudita con il conseguente passaggio dai petrodollari ai petroyuan 

15-3-2022 Il Fatto. Guerra Russia-Ucraina, il conflitto si allarga alle valute. Le mosse di Mosca (e Riad) sullo yuan cinese e i rischi per l’euro

Cambieranno molte cose. Nel 2014 il dollaro USA costituiva il 62,9 del totale delle riserve valutarie mondiali. Oggi è sceso al 40. Se l’Arabia Saudita deciderà di accogliere lo yuan , convincerà tutto il mondo araba a fare altrettanto. Oggi accettano lo Yuan come valuta di riserva la Russia, l’Iran, il Venezuela, l’Angola. La valuta cinese rappresenta circa il 3 & delle riserve globali. Con l’introduzione dello e-yuan queste percentuali cambieranno certamente.

Se ne parla da anni  :

27-5-2019 Risparmiamocelo.it. Valuta di riserva globale: lo yuan sostituirà il dollaro? Da oltre mezzo secolo, il dollaro è la valuta di riserva globale. Il progresso dell'economia cinese potrà determinare uno spostamento dell'asse verso lo yuan? di Piero Cingari - 27 Maggio 2019 

 

15-10-2019   OSSERVATORIO GLOBALIZZAZIONE Il dollaro è in crisi? BY Giacomo Gabellini

 

30-11-2015 Internazionale.it Lo yuan entra nel paniere delle valute di riserva del Fondo ... Lo yuan entra nel paniere delle valute di riserva del Fondo monetario internazionale. Il consiglio direttivo dell'Fmi ha ammesso la moneta ...

 

1-10-2016 Swiss info.ch.   Fmi: yuan entra in paniere Sdr, è quinta valuta di riserva

 

ACTA   DIURNA    14 - 15       Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(4) Il PuntO n° 439

15-3-2022 Debito pubblico e governi della Repubblica. Nei primi undici mesi del governo Draghi  il debito pubblico è cresciuto di quasi 107 miliardi di euro.

(3) COLLOQUI USA – CINA. SONO QUELLI CHE CONTANO.

15-3-2022 AGI Conclusi a Roma i colloqui Sullivan-Yang Jiechi. Washington, "Preoccupati per allineamento Russia-Cina". La Casa Bianca: il sostegno di Pechino a Mosca avrà implicazioni in tutto il mondo. Wang, Cina non è schierata nel conflitto. Aperto il corridoio umanitario di Mariupol. Videomessaggio del premier ucraino al Consiglio europeo: "Fermare la guerra prima che il continente sia in fiamme"

 

(2) CORAGGIOSA MARIA OVSYANNIKOVA !

15-3-2022 AGI Una donna ha mostrato un cartello contro la guerra in diretta sulla tv russa. Maria Ovsyannikova, di padre ucraino e madre russa, è una dipendente di Pervy Kanal, la maggiore rete televisiva del Paese. Ora rischia di finire sotto processo.

 Rischia solo il processo? Ottimisti !

(1) Riflessione  n° 26 / 2022  (15-3-2022)

Ucraina. Se le cose stanno così……..

 

ACTA   DIURNA    13 – 14       Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(5) PARLA MARCO CARNELOS, EX CONSIGLIERE DEI PRESIDENTI PRODI E BERLUSCONI, EX AMBASCIATORE IN IRAQ ED EX INVIATO SPECIALE PER LA SIRIA,

14-3-2022 Libero. Marco Carnelos, "che si fott*** gli europei". La registrazione ignorata, parla l'ambasciatore: "Le colpe della Nato dietro alla guerra"

(4) LA CINA SI AUITOCOINVOLGE FORNENDO ARMI ALLA RUSSIA.

14-3-2022 Lapresse.it  Ucraina: Usa, Cina apre a possibilità di fornire armi alla Russia

Roma, 14 mar. (LaPresse) – Gli Stati Uniti hanno detto agli alleati che la Cina ha segnalato la sua volontà di fornire assistenza militare alla Russia per sostenere la sua invasione dell’Ucraina. Lo riporta il Financial Times che cita fonti informate.

(3) ZELENSKY E NO FLY ZONE.

14-3-2022 Rai News 24. Zelensky mette in guardia l'Europa: "Senza no fly zone i razzi russi cadranno sul suolo della Nato". Il presidente ucraino ha chiesto a Joe Biden di estendere le sanzioni anche ai componenti dei governi regionali russi

Non capisco l’insistenza di Zelensky circa la no fly zone. Delle due l’una: o Zelensky non sa  di che cosa si tratti o lo sa benissimo ed insiste per far entrare in guerra la Nato. Non vedo il rapporto tra no fly zone e missili russi: Mosca può lanciare missili da Vladivostok su Berlino, Roma o Madrid senza passare dai cieli di Ucraina o utilizzare basi in Ucraina. Come si figura Zalensky il blocco di quei missili ad opera della no fly zone?

(2) SPECULAZIONI SULLE MATERIE PRIME (E NON SOLO)

14-3-2022 AGI. Il caos sui mercati delle materie prime causata dalla guerra. I produttori che hanno venduto future per coprire la produzione futura di metalli, energia e materie prime agricole, sono stati sempre più colti alla sprovvista con scambi di questi future che hanno richiesto sempre più garanzie per evitare che le loro posizioni corte fossero bloccate

  14-3-2022 Linkiesta. Materie prime La guerra porta a galla problemi strutturali

Anna Prandoni. Sono sempre più speculativi gli andamenti dei prezzi delle materie prime, che stanno mettendo in crisi le aziende e i produttori, ma stanno soprattutto mostrando quanto alcune scelte del passato siano state poco lungimiranti

Se i mercati da liberi (cioè regolamentati) diventano bradi (cioè senza alcuna regolamentazione) i potentati finanziari speculativi ne trarranno gran giovamento. Occorrerà una Norimberga finanziaria mondiale?

(1) ARMAMENTI E NUOVO ESERCITO UE

13-3-2022 AGI. "Le basi Nato in Italia sono ancora più importanti rispetto a qualche anno fa" Carla Monteleone, docente di Relazioni internazionali all'Università di Palermo, interpellata dall'Agi spiega: "Ora si ripropone il tema della spesa militare, negli ultimi anni molto bassa per i Paesi europei"di Fabio Greco

La soluzione ai problemi di oggi, non è quella di spendere di più in armamenti, ma quella di creare (con un po’ di fantasia) una nuova forma di esercito europeo, con la gestione delle armi nucleari lasciata alla Francia, ma la cui dislocazione e il cui utilizzo  dovrà coinvolgere tutti i paesi europei.

 

ACTA   DIURNA    12 – 13      Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

(5) Cyberattacchi e minima prudenza.

13-3-2022 AGI Le regole per prevenire attacchi informatici, anche se non si è grandi aziende

L'allerta della scorsa settimana su possibili attacchi informatici all'Italia ha sollevato molte preoccupazioni. Nel mirino degli hacker non ci sono però solo grandi aziende e siti governativi, ma anche piccole realtà. Intervista all'amministratore delegato di Yoroi, Marco Ramilli 

Riflessione n° 8 / 2022    (16-1-2022) Sicurezza dei conti correnti bancari e postali. informazioni, consigli, raccomandazioni minime ai correntisti.

 

(4) ITALIA: NO FLY ZONE

13-3-2022 Il Giornale. "L'Italia si opporrà alla no-fly zone in Ucraina". Di Maio ha fatto capire che l'Italia non ha alcuna intenzione di accontentare la richiesta di Kiev in merito all'attuazione di una no-fly zone sul territorio ucraino. Federico Giuliani

(3)    CORTE DEI CONTI EUROPEA. LA GRANDE CORRUZIONE IN UCRAINA.

Relazione speciale 23/2021: la lotta alla grande corruzione in Ucraina

Ridurre la grande corruzione in Ucraina: diverse iniziative UE, ma risultati ancora insufficienti

Contenuto del documento: Da molti anni l’Ucraina è afflitta dalla grande corruzione e dalla “cattura dello Stato”. Tramite il presente audit, la Corte ha valutato se l’UE abbia sostenuto con efficacia la lotta alla grande corruzione in Ucraina. Sebbene l’UE avesse varato diverse iniziative per ridurre le opportunità di corruzione, è stato constatato che la grande corruzione rimaneva un problema cruciale nel paese. La Corte formula una serie di raccomandazioni per migliorare il sostegno offerto dall’UE: in particolare, andrebbero definite e attuate azioni specifiche mirate non solo a contrastare la grande corruzione (compresa la struttura oligarchica), ma anche a contribuire alla rimozione degli ostacoli alla libera e leale concorrenza.

Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del TFUE.

 

(2) CHANGEZ L’UNIQUE INFORMATION: DU COVID À L’UKRAINE.

12-3-2022 AGI. Assalti ai supermercati e file ai distributori, è vera psicosi tra i consumatori per la guerra. Il nuovo 'allarme' tra la popolazione ha motivazioni diverse: da una parte la preoccupazione per l'annunciato blocco degli autotrasportatori, con una prima giornata di sciopero in programma per lunedì 14 marzo. Dall'altra l'incubo che la guerra in atto in Ucraina possa porre limitazioni all'arrivo di alcuni prodotti+

Ci meravigliamo della corsa all’accaparramento di beni di prima necessità. Ma qualcuno ricorda quando – sembra un secolo fa -  si parlava solo di covid? Oggi si parla solo di Ucraina. Trattandosi dell’unica notizia in scaletta, per mantenere alta l’attenzione dei clienti il giornalista di turno (poco professionale) deve fornire notizie sempre più allarmanti, truculente, ansiogene. Se a questo andazzo si aggiunge la legittima preoccupazione per una molto probabile fiammata inflazionistica, non ci si può meravigliare della corsa agli acquisti. Se a questo andazzo si aggiunge la legittima preoccupazione per una molto probabile fiammata inflazionistica, non ci si può meravigliare della corsa agli acquisti. E questa l’informazione (anch’essa in forma ansiogena ansiogena) della corsa agli acquisti e dell’aumento dei prezzi, avrà come conseguenza una più veloce corsa agli acquisti ed un conseguente ulteriore aumento dei prezzi.

(1) PROVVEDERE PER TEMPO AD UNA REVISIONE DELLA

POLITICA ECONOMICA DELLA UE

12-3-2022 Formiche.net. Nulla sarà più come prima. L’Europa è pronta? Paganetto lancia l’allarme.. Di Luigi Paganetto. Il rischio di stagflazione è reale e l’atteggiamento confuso della Bce non aiuta. Dobbiamo renderci conto che dopo la pandemia siamo di fronte a una nuova difficile prova in cui si dovrà confermare la capacità dell’Unione di unirsi in uno sforzo comune per combattere uno shock tutt’altro che temporaneo. Su Formiche.net inizia la discussione sul ripensamento dell’intero sistema macroeconomico globale

 12-3-2022 Formiche.net. Sveglia, il tapering è già iniziato. Quadrio Curzio e l’Unione energetica. Di Gianluca Zapponini. Intervista all’economista della Cattolica e presidente emerito dell’Accademia dei Lincei. Non serve aspettare l’aumento dei tassi, accelerare lo stop all’acquisto titoli aumenterà il costo del denaro e renderà più caro per l’Italia finanziare il proprio debito. Presto per parlare di stagflazione ma una cosa è certa: per sganciarci dalla Russia e battere l’inflazione serve una Unione europea dell’energia

 

ACTA   DIURNA    11 – 12     Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(2) TRUFFA BENZINE.

12-3-2022 Il Corriere della Sera. ENERGIA. Benzina e carburanti, il ministro Cingolani: «Aumenti immotivati, colossale truffa»

Quando ci saremo tranquillizzati, occorrerà impostare una Norimberga per quanto è successo dal gennaio 2020.

(1) UCRAINA NELLA UE?

12-3-2022 AGI. La lunga e tortuosa strada dell'Ucraina verso l'Ue

Al momento fare una valutazione della posizione dell'Ucraina rispetto all'ingresso nell'Unione europea è impossibile perché, non essendo stata avviata una procedura di adesione, non è iniziato neanche l'esame dei requisiti.

L’Ucraina dovrà normalizzarsi e poi fare domanda. La fretta è sempre foriera di iatture per tutte le parti in causa. Oltretutto non risolverebbe alcun problema sul versante militare. Si consideri, inoltre, che i membri della Nato non possono stipulare alleanze con nazioni al di fuori dell’organizzazione

 

ACTA   DIURNA    10 - 11   Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(2) UCRAINA. CAMBIERÀ TUTTO?

11-3-2022 Linkiesta. Decenni in settimane. La guerra di Putin ha cambiato tutto (e ce ne accorgeremo presto). Giovanni Cagnoli. Oltre alle questioni militari, umanitarie e diplomatiche, all’orizzonte ci sono conseguenze di carattere economico, sociale e geopolitico immense: la Russia, in crisi, diventerà con ogni probabilità il vassallo della Cina, mentre l’Europa dovrà fare i conti con l’inflazione e il problema delle risorse. Il quadro dei partiti in Italia, poi, subirà cambiamenti drastici

(1) L’UCRAINA NELLA UE? VALUTIAMO BENE

11-3-2022 AGI. L'Europa gela l'Ucraina: niente adesione accelerata

Al termine della prima giornata del vertice di Versailles, i leader Ue non concedono a Kiev una procedura rapida per entrare nel blocco. Rutte: "Potrebbero volerci mesi come anni". Michel: "Rafforzeremo i legami già in essere". Al via anche l'esame delle richieste di Georgia e Moldova

La UE ha bisogno di riflessione, buon senso, lungimiranza e intelligenza. E’ giusto non prendere decisioni affrettate sotto la pressione di eventi geopolitici: si potrebbe forse risolvere – nel brevissimo periodo - un problema,  ma se ne potrebbero aprire altri dieci. L’insistenza di Zelensky per la no fly zone dimostra una visione della situazione solo dal punto di vista tattico (oltretutto sbagliato)  e non strategico: come fa a ritenere salvifica un’azione che porterebbe alla terza guerra mondiale, la prima (e forse unica) anche nucleare? Soprattutto, salvifica per chi? Queste guerre coinvolgono imperi e non piccole tribù.

 

ACTA   DIURNA    9 - 10    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3) “VEDO IL MEGLIO ED AL PEGGIOR M’APPIGLIO”

9-3-2022 Libero. Joe Biden sapeva tutto? "L'espansione della Nato...": la profezia su Putin (nel 1997)

  Infantilismo geopolitico. 25 anni fa si era in grado di valutare le conseguenze dell’allargamento della Nato ai paesi ex sovietici. Ma, si sa, se la cosa non desta reazioni perché chi dovrebbe contrastare quall’azione è troppo debole, per gli Anglosassoni è fattibile: intanto procediamo, poi si vedrà. Oggi si vede: le sanzioni non toccano gli USA, la Gran Bretagna non accoglie profughi ucraini…. Ci vuole pazienza con chi è affetto da infantilismo.

(2) GLI USA COINVOLGONO LA CINA NELLE SANZIONI.

9-3-2022. ANSA. Ucraina, Usa: se Cina non rispetta sanzioni pagherà prezzo. "Pronti a escludere Pechino da software americani o europei"

(1) NECESSARIO RIVEDERE IL PROGETTO UE.

9-3-2022 AGI A Versailles si disegna la nuova potenza Europa. I pilastri che verranno affrontati nel summit presieduto dalla Francia e da Emmanuel Macron sono tre: rafforzare la capacità di difesa della Ue ridurre le dipendenze energetiche e costruire una base economica più solida

«L’Europa sarà forgiata dalle sue crisi e sarà la somma delle soluzioni trovate per risolvere tali crisi» (Jean Monnet)

 

ACTA   DIURNA    8 – 9    Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(2) BULLISMO GEOPOLITICO.

9-3-2022 Fanpage. Il tennista soldato Stakhovsky lo dice all’Italia: “Non durereste un giorno contro l’esercito russo”.Da Kiev, dove sta combattendo al fianco dei suoi connazionali ucraini contro le forze russe che hanno invaso il Paese, il tennista Sergiy Stakhovsky ammonisce l’Italia: “L’esercito italiano, per quanto ne so io, non durerebbe un giorno contro l’esercito russo”. A cura di Paolo Fiorenza

Stiamo aiutando un popolo “normale” o un gruppo di bulli? Detta da un membro di un popolo (gli Slavi) che si accorse con mezzo millennio di ritardo rispetto ai colleghi della steppa, che sarebbe stato un affare invadere l’impero romano in decadenza, fa proprio sorridere. Ed infatti i colleghi nomadi  più svegli (Unni, Alani, Goti, Vandali Franchi ed in genere tutte le tribù germaniche) capirono l’affare ben prima e, quando arrivarono gli Slavi, questi rimasero bloccati sui Balcani. Ma non è colpa loro:  è una questione di dna e di q.i. Ad impossibilia nemo tenetur.

(1) UE GAS: MENO DIPENDENZA DALLA RUSSIA: -2/3 ENTRO L’ANNO.

9-3-2022 AGI Così l'Ue proverà a tagliare due terzi del gas russo entro l'anno. La strategia si basa sulla diversificazione degli approvvigionamenti, grazie all'aumento delle importazioni di gas naturale liquefatto e via gasdotto da fornitori non russi e all'aumento dei volumi di produzione e di importazione di biometano e idrogeno rinnovabile

9-3-2022 AGI. L'Arabia Saudita e gli Emirati rifiutano la telefonata di Biden. Secondo il Wall Street Journal La Casa Bianca avrebbe cercato senza successo di organizzare una telefonata con i leader arabi sulla crisi ucraina e l'impennata dei prezzi petrolio ma avrebbero entrambi rifiutato di parlare con il presidente.

Non sarà così facile! Il mondo si va polarizzando e la UE è, per ora, un semplice gregario degli USA: se viene chiamata in causa è solo per via della sua debolezza che la rende interlocutore malleabile.

 

ACTA   DIURNA    7 – 8   Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3) PUTIN TAGLIA TUTTI I PONTI.

8-3-2022 HuffPost. Nuova tregua, ma ancora vittime fra i civili. Zelensky apre su Crimea e Donbass. Mosca valuta se tagliare il gas e nazionalizzare le fabbriche straniere (ansa ). Zelensky: "Sono pronto al dialogo, non alla capitolazione". Gli ucraini annunciano l'uccisione del generale Gerasimov a Kharkiv. Oggi videoconferenza di Macron e Scholz con Xi Jinping. Onu: oltre 2 milioni di profughi.

8-3-2022. AGI Biden annuncia lo stop alle importazioni di petrolio e gas russo. La decisione è stata presa dopo consultazioni con gli alleati europei, che fanno più affidamento sull'energia russa rispetto agli Usa

Putin sta tagliando alle spalle dei Russi tutti i ponti. Per decenni nessuno investirà più in Russia. Sta mettendo il paese nelle mani dei Cinesi. Perché tanto disperato?

(2)  UCRAINA. CONSEGUENZE

8-3-2022 Linkiesta. La mediazione di Cina e Turchia Biden valuta l’invio di sistemi anti-missile agli alleati europei. Ieri summit a quattro del presidente americano con Johnson, Macron e Scholz. La Germania si oppone all’embargo europeo sul petrolio russo. Parigi e Berlino oggi avranno un incontro con il leader cinese Xi Jinping. Giovedì bilaterale tra Kuleba e Lavrov in Turchia

8-3-2022 Formiche.net Taiwan non è Kiev. Fardella spiega perché. di Francesco Bechis. Il Cremlino inserisce Taiwan tra gli Stati e i territori “non amichevoli” dopo le sanzioni per l’invasione in Ucraina. Una mossa che riflette un’ambiguità storica sul dossier. Il prof. Fardella (ChinaMed): per la Cina la guerra adesso non è una buona notizia

 Ma i Russi si rendono conto di che cosa ha combinato Putin? Adesso non resta loro che mettersi sotto le ali della Cina.

 FLASH

Macron e Scholz parleranno con Xi. Sempre più importante il ruolo della Cina.

(1) PAGAMENTI ELETTRONICI: LA RUSSIA SI APPOGGIA ALLA CINA

7-3-2022 AGI. La Russia, esclusa dai circuiti Visa e Mastercard, chiede aiuto ai cinesi di Unionpay

Mosca è stata bersagliata da sanzioni su una scala mai vista dopo l'invasione dell'Ucraina

 

Continua l’inesorabile asservimento della Russia alla Cina. Ma Putin non può fare altro. Pechino lo accoglierà finché non cominceranno a compromettersi i suoi rapporti con i sistemi occidentali.

 

ACTA   DIURNA    6 - 7  Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(3) ECCO I COTRACTOR.

 FLASH

Perché Putin può permettersi di minacciare: “Se fate questo vi spiezzo in due!” e noi non possiamo permetterci neanche un “Putin, se fai questo vi spiezziamo in 1,1 !”? Perché gli USA sono così defilati e quasi assenti?

(2) GOLFO, CINA E RUSSIA. INVASIONI, AFFARI E CRUCCI

(26-3-2022 Formiche.net. Il Golfo e l’Ucraina. Diplomazia sul filo (spinato)di Armando Sanguini. Utilitarismo? Affari? Convenienze politiche? Cosa guida la diplomazia del Golfo di fronte all’invasione russa in Ucraina? Dal Qatar agli Emirati, perché la reazione non è scontata. L’analisi dell’ambasciatore Armando Sanguini, senior advisor dell’Ispi.

6-3-2022 Formiche.net. Silenzio assenso. Le montagne russe di Pechino di Stefano Pelaggi. Silenzio o assenso? L’invasione russa in Ucraina è un cruccio serio per la diplomazia cinese. Pechino assiste compiaciuta all’erosione dell’ordine liberale. Ma non è detto che voglia correre in soccorso di Putin. Il commento di Stefano Pelaggi

(1) PRESTITI TRA PRIVATI. COME FUNZIONANO.

4-3-2022 PMI Social lending: come funziona il prestito tra privati Il Social lending offre un rendimento economico semplice e innovativo, offrendo un prestito in forma di investimento tra privati: vediamo come guadagnare.

 

ACTA   DIURNA    5 - 6  Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

(4) LIBIA NEL CAOS.

5-3-2022 Formiche.net. Libia, caos attorno al nuovo governo. Preoccupazioni Usa e Ue. di Ferruccio Michelin. Da un lato il premier in carica Dabaiba, sfiduciato dal parlamento, dall’altro il nuovo esecutivo per cui i legislatori hanno scelto Bashaga. Tensioni, anche armate, tra i due schieramenti in Libia.

 Sarà la Libia il prossimo terreno di scontro con la Russia? Nel 2011, sono bastati due o tre capi di stato coglioni per fare danni irreparabili ad un intero continente. Anzi, a due.

(3) GLI OBIETTIVI DI PUTIN.

5-3-2022 Formiche.net. Osservare la carta dell’avanzata russa, delle città attaccate e di quelle conquistate, aiuta a comprendere meglio gli obiettivi strategici di Mosca e delle ragioni etnico-geografiche che si celano dietro la guerra. L’analisi di Alessandro Ricci, docente di geografia politica e Segretario generale del Centro studi “Geopolitica.info”

(2) LA CINA PUÒ (DEVE?)  RISOLVERE IL PROBLEMA.

5-3-2022 Il Tempo. Dialogo unica via d'uscita dalla guerra in Ucraina, cosa dice la Cina agli Usa

Da tempo sostengo due cose:  1) i Russi hanno invaso l’ Ucraina avendo l’assicurazione che la NATO non sarebbe intervenuta e 2) solo la mediazione della Cina – che sta avendo gravi danni di immagine e avrà ripercussioni negative anche economiche – può convincere Putin e Zelensky  a negoziati seri.

(1) PROSSIME MOSSE DI PUTIN?

5-3-2022 AGI. La Transnistria, residuo dell'Urss e possibile fronte futuro per Putin. Questa piccola repubblica separatista filorussa abitata da poco più di mezzo milione di persone, tra la Moldova e l'Ucraina, è l'ultimo Paese al mondo ad avere la falce e martello nella bandiera

 

ACTA   DIURNA    4 - 5  Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

(4) PONTE FINANZIARIO CON LA CINA?

5-3-2022. AGI. La corsa delle imprese russe ai conti correnti in yuan . Per mitigare le sanzioni imposte a Mosca dopo l'invasione dell'Ucraina,  molte imprese russe stanno cercando di apire conti correnti in banche cinesi

E’ morto il prof. Antonio Martino. MI laureai con lui in Economia Internazionale.

Un signore, competente e disponibile.

Lo ricordo con stima ed affetto

Del prof. Martino  ho conservato (compiaciuto) due commenti alle bozze della mia tesi di laurea.

(3) HACKER RUSSI BOCCIATI?

5-3-2022  Linkiesta.  Il fronte digitale. Gli hacker russi non riescono ad annientare le difese informatiche dell’Ucraina. Matteo Castellucci. Kiev resiste anche grazie ai fondi dell’Unione europea e l’aiuto tecnologico dei Big Tech. Mosca sta usando per ora tecniche antiquate per mettere fuori uso i siti, come il Denial-of-Service, e i soldati ucraini riesumano i telefoni da campo della Seconda guerra mondiale per non farsi intercettare.

 (2) SI DICE UCRÀINA O UCRAÌNA?

Si dice Ucraìna.  Ricordate la pubblicità dell'Atlante del Corriere della sera (1995).Se non ricordo male, a detta del giornale, la signora ucraìna era proprio ucraìna e faceva le pulizie nella sede del Corrierone.  https://www.youtube.com/watch?v=2-3igoswexQ     

La Crusca: https://www.linkiesta.it/2022/03/come-si-pronuncia-ucraina/

(1) Riflessione  n° 25 / 2022  (5-3-2022)

Ipotizziamo che Putin abbia ragione….

Ipotizziamo che Putin abbia ragione sull'espansionismo della NATO. Ma perché ha fatto il pesce in barile cercando di rispondere con un suo espansionismo (Donbass) a quello occidentale, invece di impostare una battente campagna mediatica mondiale contro l'atteggiamento aggressivo della Nato? Non essendo riuscito nell'intento espansivo con la forza, ha deciso di invadere l'Ucraina. Si è cacciato così  in un vicolo sempre più stretto, ed è caduto nella trappola occidentale (sempre nell'ipotesi degli Occidentali cattivi) che lo ha fatto passare dalla ragione al torto.  Questo fatto non depone a favore del q.i. di chi pretende di essere uno dei grandi statisti del pianeta.

     Credo che se ne uscirà solo con la mediazione della Cina.

è Riflessioni

 

ACTA   DIURNA    3 - 4  Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

 FLASH

Il ministro Cingolani l’ha buttata là: il razionamento del gas non sarebbe cosa drammatica.

 FLASH

Cittadini russi si stanno “rifugiando” in Finlandia. Si tratta di cittadini impauriti o di forze speciali russe?

(2). ARMATA RUSSA . AUTOSABOTAGGI?

4-3-2022 Libero. Ucraina, ammutinamento dell'esercito russo: "Bucati i serbatoi per non combattere". Le intercettazioni: rivolta contro Putin

(1) MPS. MORTE DAVID ROSSI.

 

ACTA   DIURNA    2-3  Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(6) UCRAINA. LE ANTENNE DI MUSK IN AIUTO

3-3-2022 Linkiesta. Starlink vs Sputink. Il fronte spaziale della guerra in Ucraina. Matteo Castellucci

Il conflitto tra Mosca e Kiev si combatte anche coi satelliti che mappano dall’atmosfera gli spostamenti dei soldati e aiutano la resistenza. Elon Musk ha mandato in aiuto le sue antenne per far collegare il governo ucraino a internet. La Russia ha ritirato 87 tecnici che stavano lavorando a un progetto legato al sistema di navigazione europeo Galileo.

 Dopo la mossa 800esca dell’invasione dell’Ucraina, Putin si aggiorna e, con mossa 900esca, taglia fuori Zelensky impedendogli di accedere a internet. Subito trovata ala soluzione.

Invito Putin ad informarsi meglio procedendo ad aggiornamenti più recenti. Forse sarà più fortunato.

(5) GUERRA E CYBERSICUREZZA.

2-3-2022 Il Riformista. Rischio cybersicurezza. La sicurezza italiana in mano a Kaspersky, l’azienda: “Nessun legame con Putin”. Ma i conti non tornano…Nicola Biondo

Credo che in materia ci vadano rimettendo anche i Cinesi. Le loro aziende informatiche saranno probabilmente bandite dai mercati occidentali per la sicurezza. Non sarà facile per Xi procedere a recuperi di immagine visto che la sua si confonde con quella della Russia si Putin.

(4) UCRAINA. OLTRE UN MILIONE DI PROFUGHI.

3-3-2022 ANSA. Ucraina, Onu: un milione di persone ha lasciato il Paese. Grandi: "Le armi tacciano, ora serve assistenza umanitaria"

(3) LA TATTICA DI PUTIN.

2-3-2022 AGI. Com'è cambiata in sei giorni la guerra in Ucraina. Putin, pur invadendo in maniera classica, ha "confermato l'evoluzione della dottrina nucleare della Russia, orientata ad un utilizzo tattico dell'arma". La fotografia del conflitto scattata dallo storico Thomas Gomart, direttore dell'Istituto francese delle relazioni internazionali di Veronique Viriglio

(2) OSINT. PER SMASCHERARE LE FAKE.

2-3-2022 DIRE Ucraina, l’Open Source Intelligence per seguire il conflitto e smascherare la propaganda. Michele Bollino. La rete OSINT diventa punto di riferimento per seguire la guerra in Ucraina: "Il nostro obiettivo è smentire la propaganda da entrambi i lati".

(1) ANPI NO ALLE ARMI AGLI UCRAINI.

2-3-2022 DIRE. Ucraina, Anpi avverte Letta: "L'invio di armi può esporre l'Italia all'atomica". Sulle armi all’Ucraina, l’Anpi e il Pd la pensano all’opposto

Anche l’invio di armi ai partigiani nel ‘44-‘45 esponeva le popolazioni e i combattenti a rappresaglie nazifasciste. Dunque?

ACTA   DIURNA    1 – 2 Marzo   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(6)  Riflessione  n° 24 / 2022  (2-3-2022)

La mossa di Putin: un successone!

Risultati dell'azione del Putìn: ha ricompattato l'Occidente; ha fatto prendere coscienza alla UE della sua nullità in campo internazionale; ha rotto le uova nel paniere di Pechino, visto che la Cina sta aspirando a prima potenza mondiale pur giocando con le regole dettate dagli stessi Occidentali; ha  aperto alle finanze cinesi l'acquisto di asset russi, visto che Putin non ha una lira e finanziamenti internazionali sono ormai compromessi, mentre i Cinesi non sanno dove mettere i miliardi di dollari a disposizione: oltre a pensare all'Africa, si compreranno la Russia investendo lì (intanto stanno impostando il progetto del più grande gasdotto del mondo, dalla Russia); ha convinto la Germania a riarmarsi (Berlino cercava solo l'occasione per far parte – alla pari -  dei paesi leader mondiali); ha convinto tutti i paesi Nato a spendere di più in armamenti; ha ricompattato la UE circa le posizioni da tenere con i paesi di Visegrad; ha reso conveniente per l' Europa riconversioni sulle fonti di approvvigionamento energetico, troppo costose (e, infatti, sempre  accantonati) in periodi di tranquillità e con accettabili prezzi di gas e petrolio; ha reso praticabile lo spazzar via i governi di Cuba, del Venezuela e di tutti quei paesi che si ritiene "rompano le palle" all'Occidente; ha obbligato Turchia e Cina schierarsi su posizioni di non adesione nei confronti della mossa  di Mosca; i contractor russi spediti in Africa (Libia, paesi subsahariani ecc.) verranno spazzati via in pochi mesi. Insomma, per i Russi un successone!.

Dispiace che, con tutto questo cambiamento nel crogiolo, gli Ucraini rivestano il ruolo, occasionale, di catalizzatore.

Vai alle à RIFLESSIONI

(5) SANZIONI FINANZIARIE.ECCO COSA SUCCEDE.

1-3-2022 PMI. La Finanza contro Mosca, bloccati anche i pagamenti digitali. di Barbara Weisz All'invasione militare dell'Ucraina, la comunità internazionale risponde alla Russia con l'arma finanziaria: dopo le sanzioni, ecco le nuove strategie.

Tali sanzioni colpiscono molto più l’Europa degli USA. Queste conseguenze aggraveranno ulteriormente i rapporti europei con Russia e Bielorussia nel senso che verrà scoraggiato da oggi  l’ import-export  con Mosca e Minsk. Con un ulteriore effetto – non secondario -  derivante dal fatto che la futura fame di capitali da parte della Russia, vedrà l’offerta finanziaria  della Cina crescere quasi fino all’acquisto di molti asset da parte di Pechino.

Tali cambiamenti renderanno i nostri investimento in Cina molto più prudenti. Anche per questo la Cina è un po’ nervosetta con Putin.

(4) UNA NUOVA GERMANIA

1-3-2022 Linkiesta Zeitenwende La svolta epocale nella politica estera tedesca. Luigi Daniele.  Lo stop a Nord Stream 2, l’esclusione della Russia dal circuito finanziario Swift, l’invio di armi, l’aumento della spesa militare. In pochi giorni il cancelliere Scholz ha preso decisioni in netta controtendenza rispetto al passato: dopo l’invasione russa la strategia merkeliana non può più esistere, adesso la Germania rivendica un ruolo geopolitico di primo piano

(3) EVVIVA IL SOVRANISMO!?

2-3-2022 Il Giornale È nato il sovranismo europeo. Malissimo hanno fatto quei grillini e quei leghisti, assenti ingiustificati durante il discorso di Mario Draghi, forse per non doverlo approvare - cosi come ha fatto bene l'opposizione di Fratelli d'Italia a sostenerlo. Marco Gervasoni

Improvvisamente il termine “sovranismo” non è più concetto da rifuggire scandalizzati. I poco lungimiranti scandalizzati sono affetti da miopia politica grave e  pronti per il glaucoma. Non sapendo generalizzare, rimangono prigionieri dell’esempiuccio che hanno sotto gli occhi, quello che fa coincidere, secondo il loro neurone,  sovranismo e nazionalismo. Questo fenomeno, assieme al NoTut che fa loro credere di essere dei politici raffinati e all’avanguardia,  dimostra per l’ennesima volta la loro inadeguatezza a governare un paese complesso come il nostro. Per quanto tempo continueranno a fare danni?

(2) PUTIN. FASE DUE.

2-3-2022 Il Giornale. La fase due di Mosca. Il Cremlino prova a rimediare agli errori con rifornimenti e truppe esperte. La nuova strategia sarà più muscolare e colpirà i centri della comunicazione. Per agire indisturbati. Gian Micalessin

(1)  NESSUNO CONOSCE PUTIN.

1-3-2022- DIRE. “Putin chi?”. In Parlamento va in scena il festival dell’oblio. Francesco Caruana. Camera e Senato votano la risoluzione sulla crisi ucraina. Ma in Aula chi si sperticava in lodi per il presidente russo fa inversione a U

Sembra che Berlusconi abbia fatto eseguire una perizia sul famoso lettone regalatogli da Putin (così sosteneva) per la camera da letto di Palazzo Grazioli. La perizia ha dato questo risultato: il lettone è stato un regalo di Zelesky.

 

ACTA   DIURNA    28 feb – 1° mar   2022       di  Mauro Novelli

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi.

(4) ARRIVANO GLI HACKER

1-3-2022 InsidOver. Ucraina, colpi bassi e rappresaglie: la guerra sporca degli hacker

(3) UCRAINA: UN PO’ DI STORIA DIPLOMATICA.

1-3-2022 Il Riformista. L'escalation in Ucraina. Intervista a Marcello Flores: “Ecco perché Putin ha voluto la guerra in Ucraina”. Umberto De Giovannangeli 

(2) ARRIVA LA CINA.

1-3-2022 Il Riformista. Diplomazia al lavoro. Cina ‘arbitro’ della guerra tra Russia e Ucraina, così Pechino commissaria Biden per giocare un ruolo da leader mondiale

(1) LA CINA NELLA CRISI UCRAINA.

1-3-2022 AGI Pechino sapeva delle intenzioni di Mosca già a fine gennaio? Ne sono convinti molti trader internazionali che hanno collegato gli eventi degli ultimi giorni con la decisione della Cina di non rilasciare le proprie riserve di petrolio, ma anzi di aumentare gli stoccaggi, anche a costo di pagare un prezzo salato

1-3-2022 AGI La contromossa di Gazprom, accordo con la Cina per un maxi-gasdotto. Mentre le sanzioni colpiscono duramente il settore energetico, la Russia stringe i legami con Pechino, l'accordo potrebbe ridurre la dipendenza di Gazprom dal continente europeo, attualmente il più grande acquirente di gas russo. Danilo Di Mita.

1-3-2022 AGI L'astuzia del ministro cinese Wang Yi nella crisi ucraina. Sin dall'inizio dell'azione militare russa con tutti i suoi interlocutori, Wang ha sottolineato la posizione della Cina a cominciare dal netto rifiuto per le sanzioni "unilaterali e Illegali" e la necessità di abbandonare la "mentalità da Guerra Fredda"  di Eugenio Buzzetti

 Gli affari sono affari! La Cina ha ingenti capitali da investire nel mondo: si papperà Putin. Ma per continuare i suoi affari, ha bisogno di una stabilità planetaria. E la mossa di Putin fa alzare barriere da partte dell’Occidente, in Africa ad esempio.