Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://us.123rf.com/400wm/400/400/ladyann/ladyann1109/ladyann110900005/10495490-illustrazione-vettoriale-di-penna-stilografica-elegante-isolato-su-sfondo-bianco.jpgprivilegia  ne  irroganto   di Mauro Novelli

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://us.cdn1.123rf.com/168nwm/arcady31/arcady311011/arcady31101100003/8157723-macchie-di-inchiostro-blu.jpgsubiti  ictus 8 sententiarum …

 

HOME              

ictus

 

 

 


 

Poveri Romani!

 

Giachetti

 

 

1530 23-12-2016   Roberto Giachetti sulla modifica costituzionale. Il più chiaro e completo intervento in assoluto

 

Stemma R I

 

1529 29-11-2016   Referendum. 6 approfondimenti. Di Bruno Novelli

 

https://youtu.be/XPgiI46FCDU

 

Juncker 

 

 

 

1528  24-11-2016 La Stampa.  Bruxelles, schiaffo all’Italia: un inglese all’ufficio Migranti

Nuovo scontro con la Commissione. Il viceministro Giro: quel posto era nostro.

 

 

Togliete la bottiglia  a Juncker ! Gioca con le istituzioni dell’Unione.

 

Fratelli De Rege

 

1527  13-11-2016  La Stampa. Trump incontra l’euroscettico Farage. Il leader dell’Ukip è il primo politico straniero a vedere il tycoon dopo la sua elezione

 

 

I fratelli De Rege. Si va formando il nuovo gruppo anglosassone dominante. Obbiettivo distruggere la UE e smantellare l'euro.

I non anglosassoni che parteciperanno (Le Pen, Salvini, Grillo ecc.) avranno il ruolo di foglie di fico e, se sul campo lo meriteranno, di portatori d'acqua.

Trump «Riporterò busto Churchill nello Studio Ovale». Ormai siamo alla circonvenzione di incapace. Obbiettivo: Regno Unito 51° stato degli USA.

 

A- Trump grease

 

 

1526  12-11-2016   Bauman: 'L'imbroglione Trump è un veleno, venduto come antidoto ai mali di oggi'. La riflessione del decano dei sociologi europei sul nuovo Presidente Usa. 

 

 

 

Comincia il risveglio dei votanti di Trump con la seconda media:


- Dal sito di Trump sparisce il bando contro i musulmani.
- Trump starebbe preparando un posto di Segretario del Tesoro per l'ex banchiere di Goldman Sachs, Steve Mnuchin.

- Fans di Trump ancora traditi: forse non sbaraccherà l'ObamaCare.

 

 

img1

1525 28-10-2016 La Repubblica.  Migranti, l'Ungheria contro Renzi: "E' l'Italia a violare le regole".  Il ministro degli Esteri di Budapest, Szijjártó, ribatte alle parole del premier sulla possibilità che l'Italia ponga il veto sul bilancio Ue: "Quei fondi ci spettano". Il titolare della Farnesina Gentiloni: "Eviti di dare lezioni al nostro Paese".   di ANDREA TARQUINI

Migranti, l'Ungheria contro Renzi: "E' l'Italia a violare le regole"Il ministro degli Esteri ungherese, Péter Szijjártó 

 

Le risate! Un po’ di buonumore non fa male! Il ministro ungherese mima il loro stemma araldico: “Mano rampante in campo…. altrui!”

 

Stemma R I

 

1524  17-10-2016 Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Per chi vuol decidere consapevolmente, ecco il testo del vecchio e del nuovo articolato:

 

Camera dei Deputati. Testo della Legge costituzionale pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n°88 del 15 aprile 2016

 

 

Olanda

 

1523  15-10-2016  Pompei, due turisti olandesi tentano furto di  pietra affrescata. 14:39  Napoli, 15 ott. (askanews) - Hanno cercato di rubare una pietra affrescata raccolta dal pavimento di una domus all' interno del sito archeologico di Pompei, ma sono stati denunciati. A bloccare i due turisti olandesi di 34 e 46 anni, ritenuti responsabili di tentato furto aggravato in concorso, i carabinieri del posto fisso Scavi. I militari dell' Arma sono intervenuti su segnalazione di una guida turistica e hanno fermato i due dopo che avevano raccolto una pietra affrescata quadrata di 8 centimetri per 8 dal pavimento della "Casa della Venere in bikini" e stavano tentando di portarla via. Il reperto è stato recuperato e restituito alla Soprintendenza.

 

Non sono olandesi. Sono napoletani o calabresi o siciliani travestiti da olandesi, con falsi documenti olandesi contraffatti in Italia.

 

 

raccomandazioni_test_ammissione

 

 

Ma le raccomandazioni non erano appannaggio della corrotta Italia?!

Adesso molti (Italiani e Tedeschi)  capiranno che cosa vuol dire competere con i raccomandati.

 

 

lisola-che-non-cè_full

 

 

1521 8-10-2016  I Britannici sono ormai in preda di un inspiegabile e ingiustificabile cupio dissolvi, attratti dal fascino (mortale) dell'isolamento. Che triste declino: da unica potenza planetaria a isoletta che si sente più sicura se fa l'elenco dei cittadini stranieri o se manda via cervelli che tirano su la media antropologica isolana.

Il Fatto: Brexit, il governo May non vuole più docenti stranieri come consulenti: “Solo cittadini inglesi”. Clegg: “Sconcertante”.

 

Bank of Italy

1520 7-10-2016   MPORTANTE:

 

IlFattoQuotidiano.it. Risparmio tradito, le responsabilità di Bankitalia nell’inganno di Patti Chiari su Lehman Brothers


Dalla consulenza tecnica presentata per una causa di risarcimento danni avviata da un risparmiatore emerge come la Banca centrale abbia collaborato dietro compenso a un’iniziativa privata fornendo dati che hanno contribuito a trarre in inganno chi ha investito sui titoli della banca Usa con perdite rilevantissime

di Paolo Fior | 7 ottobre 2016

La violazione della licenza d’uso del software è uno degli illeciti più comuni in Italia, ma non per questo è meno grave. Sorprende quindi che a commetterlo sia stata un’istituzione quale la Banca d’Italia nello svolgimento di un’attività lucrativa a favore di un privato: il consorzio Patti Chiari. E’ quanto emerge dalla Consulenza tecnica d’ufficio disposta dal Tribunale d’Imperia nell’ambito di un procedimento civile per una richiesta di risarcimento danni promossa da un privato nei confronti del consorzio Patti Chiari e di IntesaSanpaolo. L’investitore lamenta di aver acquistato obbligazioni Lehman Brothers proprio perché figuravano nell’elenco dei titoli a basso rischio/rendimento redatto dal consorzio bancario, il quale – nonostante la promessa al pubblico di monitorare costantemente la rischiosità dei titoli – non ha invece provveduto ad aggiornare la lista cagionando ingenti perdite agli investitori che in buona fede si erano fidati dell’iniziativa. In particolare, le obbligazioni Lehman Brothers hanno continuato a figurare nell’elenco di Patti Chiari con un rating A+ anche dopo il fallimento della banca statunitense, mandando definitivamente in frantumi assieme ai risparmi di migliaia di italiani, anche la credibilità del consorzio.

 

Ma che c’entra la Banca d’Italia in tutto questo e come è arrivata a infrangere la licenza d’uso del software RiskMetrics utilizzato per desumere la rischiosità delle obbligazioni? Per capirlo occorre leggere con attenzione la consulenza tecnica d’ufficio depositata dal consulente incaricato, Omar Monzeglio, e il suo commento finale alle osservazioni dei consulenti di parte. Fin dalle prime righe si capisce che il consorzio Patti Chiari non aveva in realtà controllo alcuno sull’iniziativa con cui dava la “patente” di affidabilità a determinate obbligazioni. Fin da subito il consorzio aveva deciso di affidare in outsourcing calcoli e aggiornamenti creando un gruppo di lavoro ad hoc con l’Ufficio Italiano Cambi e la società Sia-Ssb spa. L’Ufficio Italiano Cambi (in seguito assorbito da Banca d’Italia che subentrerà nel gruppo di lavoro promosso dall’Abi) era licenziatario del software “RiskMetrics” la cui licenza d’uso annuale (75mila euro) – osserva Monzeglio – era pagata dal consorzio Patti Chiari in qualità di “third party payor”, cioè di soggetto terzo pagatore. “Tra le clausole espresse nel contratto di licenza RiskMetrics – si legge nella consulenza tecnica d’ufficio – vi era quella relativa al diniego perentorio e categorico al licenziatario (cioè l’Ufficio Italiano Cambi) alla trasmissione del software, di sue parti, di eventuali sue modifiche […] e/o di qualsiasi risultato e/o prodotto ottenuto, anche parziale, in favore di qualunque soggetto terzo estraneo al Licensee stesso”.

 

In sostanza, l’Ufficio Italiano Cambi non poteva trasmettere al consorzio o alla società Sia-Ssb spa i dati relativi ai VaR delle obbligazioni, cioè gli indicatori che misurano la perdita potenziale degli investimenti in un determinato orizzonte temporale e che servono quindi come misura del rischio. Facendolo, l’Ufficio Italiano Cambi ha violato la licenza d’uso del software. Un illecito che peraltro sarebbe stato commesso scientemente dato che, come rileva il consulente tecnico d’ufficio nella sua memoria conclusiva, “il rapporto tra l’Ufficio Italiano Cambi e il gruppo di lavoro Abi e Sia inficia il contratto di licenza tra l’Uic e Rmg (la società multinazionale proprietaria del software RiskMetrics, ndr) in quanto il primo è antecedente alla sottoscrizione del secondo, quindi nella piena consapevolezza (almeno del consorzio e dell’Uic) che quanto l’Uic e Patti Chiari veniva firmato con Rmg non poteva essere deontologicamente corretto, visto che era già stata precedentemente approvata la trasmissione dei dati a Sia in violazione del License Agreement con Rmg!”. Come se non bastasse, “in ulteriore aggravio, Patti Chiari procedeva al pagamento del rinnovo annuale della licenza anche ex post la dissoluzione nel 2007 del Licensee (l’Ufficio italiano cambi, ndr), in favore di un soggetto terzo (la Banca d’Italia, ndr) arbitrariamente subentrato nella disponibilità del software RiskMetrics, senza darne alcuna notizia a Rmg che, inconsapevolmente, si vedeva rinnovata con regolarità una licenza in favore di un soggetto divenuto inesistente”.

 

Insomma, dalle prove documentali risulta evidente la violazione della licenza d’uso del software. Ma per quale ragione e a che titolo delle istituzioni pubbliche si sono messe al servizio di un privato compiendo tali gravi violazioni? Se lo chiede anche Monzeglio che nella consulenza tecnica d’ufficio scrive: “Tali attività […] rappresenterebbero il compimento di atti estranei all’oggetto sociale, al ruolo istituzionale e allo Statuto dell’Ente. […] Nel caso specifico che ci occupa, lo scrivente non ravvede nessun nesso tra l’attività prestata dall’Uic a carattere privatistico in favore di un consorzio per la derivazione di VaR teorici ottenuti applicando un tool di un software noleggiato in licenza a proprio nome per la gestione di titoli inseriti in un elenco organizzato e pubblicizzato da privati, con gli incarichi istituzionali dell’Uic”, che aveva il compito di “vigilare sulle operazioni di acquisto/vendita di valuta estera, oltre a funzioni di contrasto al riciclaggio, all’usura e a più generiche funzioni di raccolta di informazioni per l’elaborazione delle statistiche sulla bilancia dei pagamenti e alla posizione patrimoniale verso l’estero”. Di più, “allo scrivente Ctu sfugge l’eventuale nesso eziologico tra l’attività di derivazione di VaR teorici per matrici VaR di alcune obbligazioni internazionali con lo svolgimento dei succitati incarichi ministeriali ricevuti per decreto e, pertanto, l’accordo quadro con un gruppo di lavoro Abi e la società Sia-Ssb spa processor e il contratto di licenza RiskMetrics sarebbero inficiati anche sotto quest’ultima considerazione oggettiva”.

 

Ufficio italiano cambi e Banca d’Italia hanno poi messo a disposizione del consorzio privato risorse umane, economiche e strumentali che – come dimostrano le fatture – non si limitavano alla mera derivazione dei Var: nel 2007 l’Uic ha fatturato a Patti Chiari poco più di 147mila euro di cui 93.189 euro a titolo di costo delle risorse impiegate per quest’attività e 54mila per i canoni delle postazioni e i servizi Bloomberg, cui se ne aggiungono altri 37mila fatturati dalla Banca d’Italia per gli ultimi mesi del 2007. Nel 2008 – l’anno del crac Lehman Brothers – la fattura di Bankitalia a Patti Chiari ammonta a quasi 200mila euro, di cui circa 120mila a fronte di risorse impiegate e la parte restante suddivisa tra non meglio precisati “canoni postazioni” e “consumi di servizi in data licence”. Abbiamo provato a contattare la Banca d’Italia per chiedere ragguagli sia sulla violazione della licenza d’uso del software sia sul tipo di attività prestata a servizio dei privati, ma l’istituto di Via Nazionale ha scelto di non rispondere alle nostre domande. Anche il consorzio Patti Chiari, la cui unica attività rimasta è sostanzialmente quella di difendersi e di resistere alle richieste dei danni avanzate dai risparmiatori ingannati, ha scelto di non rispondere, ma le sue gravi responsabilità emergono con chiarezza sia dalla consulenza tecnica d’ufficio, sia dai precedenti giuridici: a gennaio 2015 il Tribunale di Cuneo (sentenza n.44/2015) ha condannato il consorzio e la banca intermediaria al risarcimento del danno in un caso analogo a quello in discussione a Imperia.

 

Oltre alle gravi violazioni di cui si è parlato, infatti, dalla consulenza tecnica d’ufficio svolta da Monzeglio emerge anche tutta l’improvvisazione e l’inconsistenza di un’iniziativa – la pubblicizzazione e l’aggiornamento di un elenco di obbligazioni a “basso rischio” – del tutto velleitaria: “E’ emerso inconfutabilmente – scrive Monzeglio – che il consorzio Patti Chiari non aveva operato alcun calcolo, né aveva possibilità di controllo e/o di monitoraggio sulla lista, men che meno sul singolo titolo […]. Inoltre, le società outsourced (Uic e Bankitalia, ndr) non erano statutariamente previste per le attività loro assegnate in outsourcing dall’outsourcer (il consorzio Patti Chiari, ndr). Ulteriormente, la società (Uic e Bankitalia, ndr) suppostamente incaricata per il calcolo del VaR giornaliero e settimanale non operava alcun calcolo, ma derivava semplicemente dai tools del software RiskMetrics un VaR completamente inefficace […], addirittura neppure per singolo titolo dell’elenco, ma per titoli teorici in “specchio” del reale”. E su questo vale la pena soffermarsi un attimo: è come se “per determinare il valore di un furgone, avendo solo i riferimenti delle auto e dei carri armati, prendo in considerazioni questi ultimi per via del peso più prossimo a quello effettivo dei furgoni, rispetto alle più leggere automobili”, scrive il tecnico.

 

Se così stanno le cose, la posizione di Banca d’Italia diventa ancora più grave perché anziché occuparsi della tutela del pubblico risparmio – che dovrebbe essere il faro della sua azione anche perché è un obbligo costituzionale – ha collaborato dietro compenso a un’iniziativa privata (quella delle banche consorziate in Patti Chiari) fornendo dati inutili e soprattutto fuorvianti.

 

Senza parole!

 

 

Salini

 

 

1519 5-10-2016 Il #M5S denuncia Renzi per aggiotaggio. Le azioni Impregilo sono cresciute il giorno dopo le dichiarazioni?! "Il giorno dopo"!? Ma chi vi suggerisce queste cazzate?! Denunciateli per circonvenzione di incapaci, cacciateli a calci!

Il giorno dopo avrei potuto comprarle anch'io. Dovete guardare le operazioni dei giorni precedenti: quelle, eventualmente, sono sospette!

 Le quotazioni, nell’ultimo mese, sono comunque in calo, avendo raggiunto il picco massimo del periodo il 7 settembre: 2,78 euro.


A fianco l'andamento di quei giorni.


                                                                    

Moneta fiscale

 

1518  2-10-2016   Da MicroMEGA  La Moneta Fiscale per uscire dalla crisi. Appello a Renzi  di Enrico Grazzini
L'emissione gratuita di Moneta Fiscale è l'unica soluzione per riprendere il controllo della politica monetaria e fiscale, dentro le regole dell'euro ma oltre l'euro, e far ripartire rapidamente l'economia italiana, i redditi e l'occupazione con manovre fortemente espansive, senza produrre nuovo debito.

 

 Riflettiamoci un po’. Potrebbe funzionare.

 

Toro

 

1517    1-10-2016   FUORI LA SPAGNA DALLA  UE!  (Sono quasi serio)

Gli riempiono gli occhi di vaselina per renderli quasi ciechi, gli molano la punta delle corna fino a raggiungere i tessuti sensibili per rendere doloroso ogni contatto, li dissanguano con le banderillas che provocano dolore ad ogni movimento. Alla fine l'eroe lo finisce spezzandogli il midollo spinale con la spada infilata tra le vertebre. Ma qualche volta il coglione ci rimette, facendo godere i coglioni spettatori, i quali gaudenti mostrano una falsa costernazione.

Faccio una proposta: voi mettete il torero, noi mettiamo il toro !

 

 

DB

 

1516  30-9-2016.    Il Fatto. Dieci fondi di investimento hanno ridotto la propria esposizione nei confronti della Deutsche Bank dopo le indiscrezioni sulla necessità di aiuti pubblici per far fronte alla multa da 14 miliardi di dollari chiesta dal dipartimento di Giustizia Usa.

 

 

Merkel, Scheuble, non ci provate! Possono ricorrere al bail-in!

 

310x0_1473263569125.combo_raggi_grillo

 

1515 24-9-2016   M5S. Raggi e le Olimpiadi di Roma2024. Da Radio24 “I conti della Belva”, con il commento di Udo Gumpel.  Da piangere.

 

 

Tartare

Allez

1514  4-9-2016     Mi vergogno a mettermi al vostro livello, ma non  addestriamo noi i vostri servizi segreti  da operetta !

 

 

Terr

Allez

1513  3-9-2016     Informate le parti di Charlie Hebdo lasciate intatte dall’Isis, dell’esistenza secolare dei paesi della zona di Amatrice, dei frequenti terremoti  e della loro ricostruzione nel 1600 e nel 1700. Non so se quattro o cinque secoli  fa il clan dei Marsigliesi  fosse già operativo, certamente non c’era la mafia. E spegate loro che cosa sono gli Appennini.

 

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Gaballo-terremoto-Amatrice-a09e251b-f874-49ab-83b5-a9ffad8f9297.html

 

CH Mafia

 

Allez

1512  3-9-2016  Non è colpa nostra se l’Isis ha distrutto il cervello di Charlie Hebdo lasciando intatti  i coglioni !

 

#JenesuisplusCharlieHebdo!

 

LASAGNA

 

Allez

1511  2-9-2016  Charlie Hebdo ha suggerito il nome di "lasagna all'amatriciana" per gli strati alternati di corpi e di calcinacci a causa del terremoto. Per mettermi al loro miserabile livello mi verrebbe di commentare: il terrorismo non vincerà mai, perché lascia sempre il lavoro a metà!

Cin cin al “successo” della vostra vignetta. 

 

 

 

 

 

1510 30-8-2016.   Fondi pro terremotati. Proposta a Zingaretti: la Regione Lazio è la meno virtuosa per quanto riguarda le prescrizioni e l'utilizzo dei farmaci generici alternativi (Bolzano è la prov. più accorta in materia) Perché la giunta non promuove l'indicazione di farmaci generici presso i medici di base? Tutti teniamo famiglia, ma ogni tanto potremmo anche far risparmiare le casse dell'Erario (maiuscolo) per destinare fondi alla ricostruzione delle zone disastrate.

 

Aldo Barbona Occasione unica per tentare finalmente d'invertire il trend che, secondo i dati OSMED, pongono il Lazio fra le regioni a più alto indice prescrittivo di farmaci costosi. Sarebbe un aiuto per l'Erario ma anche per le casse vuote della nostra regione

 

 

 

PER AIUTARE I CITTADINI COLPITI DAL TERREMOTO DEL 24 AGOSTO 2016

 


 

Comune di Amatrice: Banca di Credito Cooperativo di Roma, IBAN:  IT 13 W 08327 73470 000000005050 BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 

Scusate la diffidenza, ma sono sabino. Solo una informazione: questo conto è stato aperto ad hoc dal Comune di Amatrice o è uno dei conti del comune già in essere? In tal caso possiamo avere il saldo di questo conto prima dei versamenti pro terremotati? Se il Comune di Amatrice ha altri conti bancari in rosso, ha contrattato con la banca l'eliminazione della possibilità (per la banca) di compensazione tra conti passivi e conti attivi?

 

 


 

Protezione civile: Telefonare o inviare un sms al 45500 permette di donare 2 euro.

 


 

Croce Rossa Italiana:       IT40F0623003204000030631681 utilizzando la causale “Terremoto Centro Italia”. 

 


Raccolta fondi del Partito Democratico.  Sarà possibile attivare donazioni tramite il seguente Iban IT 96 H 01030 0320000000 6365314 Bic: PASCITMMROM Causale PARTITO DEMOCRATICO RACCOLTA FONDI PER TERREMOTO – VIA S.ANDREA DELLE FRATTE 16. 00187 ROMA, oppure recandosi presso gli stand o i banchetti in allestimento presso le Feste dell’Unità su tutto il territorio nazionale dove sottoscrivere il versamento al suddetto Iban. 


 

Paolo Campana, grafico e food blogger legato a quei posti ha lanciato un appello: “Bisogna muoversi veloci. Ci provo. Nei prossimi giorni ci doveva essere una festa e invece… lancio una proposta a tutti gli amici ristoratori.Nei prossimi giorni devolviamo tutti un euro per ogni piatto di amatriciana ordinato e consumato?!”. {Proposta} Bisogna muoversi veloci. Ci provo.


I Comuni italiani, coordinati dall’Anci, portano aiuto e soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia. Sono già decine, rende noto l’Anci, le città pronte a partire con le loro strutture alla volta dei territori colpiti, per portare acqua, cibo, letti, coperte, cucine da campo e know-how per la fase di primo soccorso e per la successiva fase di ricostruzione. Tra queste, le prime municipalità che si sono attivate sono Torino, i Comuni della provincia di Mantova (che hanno gia’ unito le forze), Catania, Napoli, Firenze, Bologna, L’Aquila, oltre ai Comuni capoluogo di Lazio, Umbria e Marche. Tutti i Comuni che volessero unirsi alle iniziative gia’ in corso, possono fare riferimento alla linea dedicata attivata dall’Anci, scrivendo a protezionecivile@anci.it, oppure contattando i numeri 06.68009329 o 3463138116. Nei territori, e per iniziativa dei sindaci e degli amministratori, e’ partita anche la corsa alla raccolta di fondi per la ricostruzione e per questo motivo l’Anci ha aperto un conto corrente denominato Anci – Emergenza Terremoto Centro Italia per coordinare la raccolta delle risorse da destinare alle attivita’ di ricostruzione. Queste le coordinate IBAN: IT27A 06230 03202 000056748129


 

Slow Food: donare 2 euro per ogni piatto di amatriciana consumato.

 


 

 

 

 

TP

 

1509 3-7-2016 Pence rinuncia a fare il secondo di Trump. Due-tre settimane di incontri e pianificazioni, gli sono bastate per capire l'attrezzo. Trump dirà che Pence (plurale di penny) era comunque inadeguato rispetto ai suoi miliardi.

 

Stress

 

1508  29-7-2016  Repubblica. Stress test della Fed, in difficoltà Santander e Deutsche Bank

 

In attesa degli stress test BCE sulle banche (ore 22 di questa sera) , ricordiamo che circa un mese fa, quelli effettuati dalla FED hanno individuato in Deutsche Bank l'istituto che apporta, nel mondo, i maggiori rischi sistemici. Anche Santander non scherza. Gli stress test di BCE di un anno fa la assolsero, mentre colpivano le banche italiane per i NPL.

 

 

turchia-537148.660x368

1507 21-7-2016    La Turchia è (era) orientata ad integrarsi con la UE: è uno dei pochi casi nella storia di una marca che chiede di essere assorbita dall'impero, invece di agitarsi per svincolarsi. Per decenni la UE ha obbligato la Turchia a fare anticamera. Motivo (quasi) falso: mancato rispetto dei diritti umani. Motivo vero: come 2° paese per popolazione (75 mln.) avrebbe avuto il diritto ad occupare una marea di posti di responsabilità a Bruxelles, superata solo dalla Germania (81 mln.).

Ora la Turchia ha deciso di cambiare la sua sfera di influenza, occupandosi del M.O. Dimostra che cosa vuol dire mancato rispetto dei diritti umani, con grande scandalo della UE. Domanda: ma i Turchi non erano irrispettosi dei diritti umani già da 50 anni?
Ora massacrerà i Kurdi (svenduti dagli Anglosassoni per la terza volta dal 1921: altro che genocidio degli Armeni). Scommettiamo che, col 2° esercito della Nato, tranquillizzerà tutta la zona? Fatta la pace con Israele, con eccellenti rapporti con Teheran, ospite di 5 oleo-gasdotti verso l'Europa, affiancato da Putin forse riuscirà a far saltare i falsi equilibri costruiti con la politica delle cannoniere, dalla Libia all'Arabia della famigliola Saud, grande amica degli USA.

" Mo metteteje er sale su la coda!" come si dice a Roma.

 

ERDOGAN-614x274

1506  18-7-2016  Golpetto turco. Visti l'allontanamento di fatto dalla UE, l'inconsistente e ondivaga politica di area degli USA, la fine del suo ruolo come baluardo sud contro le orde rosse, la Turchia intende diventare paese dominante nel M.O. Ha fatto la pace con Israele, scrive lettere di scusa a Putin, comincia a scazzarsi con gli americani, Erdogan sta trapassando da presidente forte a sultano onnipotente.

Ed è in grado di dirigere il traffico della via balcanica dei profughi.

 

Trilion & Pence

1505.   17-7-2016.

 Nomen omen.

Per essere più vicino alla classe media, lo stramiliardario Donald Trump ha scelto Pence come vice.

 

images

1504  13-7-2016  Problemi delle banche UE.

Evoluzione tedesca: partivano da  posizioni di coccio.

Ora:

Merkel, possibilista

Scheuble, accomodante con l'Italia.

Detsche Bank avanza una proposta di Fondo europeo salvabanche

I risultati degli stress test di BCE (le pagelle a fine mese) forniranno sorpresine sul sistema bancario tedesco?

 

Vincitori

 

1503  6-7-2016  BUD & #BREXIT.   Askanews Web18:05 Brexit, crisi fondi immobiliari affossa sterlina, Londra -1,25%

Roma, 6 lug. (askanews) - La sterlina resta indebolita, a 1,2908 dollari in serata dopo lo scivolone che nel corso della notte l' ha vita crollare a nuovi minimi da oltre 31 anni a questa parte. [...] Ad innescare quest' ultimo scivolone successivo al voto Brexit sembrano esser stati i segnali allarmanti che giungono da un settore molto delicato della finanza britannica: i fondi immobiliari. Sono già quattro i maggiori player del settore, Aviva, Standard Life, M&G Investment e Henderson Global Investors HANNO BLOCCATO LA POSSIBILITA' DI RITIRARE LE PROPRIE QUOTE AGLI INVESTITORI RETAIL, mentre si teme che sul comparto si scateni una corsa agli sportelli i cui esiti sarebbero imprevedibili.

 

 Intanto mandano avanti le donne. Poi, a mente fresca…..Curiosi i politici Britannici. Si dimettono sempre, non solo se perdono (Cameron) ma anche in caso di vittoria (Farage, Johnson). Ennesima lezione di correttezza politica!

 

disegno-di-bandiera-inghilterra-nazioni-stati-colorato

 

1502  3-7-2016  BUD & BREXIT

 

Austria_Bundesadler.svg

1501. 1-7-2016   Annullate le elezioni austriache per irregolarità sulle 700mila schede inviate per posta .

Tutti pulitini tranne i PIGS, eh?

Però non sono brogli: la sentenza della Consulta austriaca non ha detto che ci siano stati brogli o manipolazioni del voto, ma ha semplicemente evidenziato errori nel procedimento elettorale.

Capito?!

 

Vulpecula cunicula

 

1500  30-6-2016    #Brexit. Prima mutazione di un volpino di sua maestà: è stata individuata una "vulpecula cunicula". Boris Johnson, l'Eurotrump, (primo caso di “volpino coniglio") ha fatto sapere che non  vuole più presentarsi come guida dei conservatori. Vadano avanti altri ché a lui je vie' da ride!

#Brexit. 1-7-2016  Tra i conservatori, tranne le donne, sono tutti diventati vulpeculae cuniculae. Intanto mandano avanti Teresa May. Poi, a mente fresca….

 

pazzo chimico

 

1499  30-6-2016   Merkel: non possiamo cambiare le regole ogni due anni.

Scienziati tedeschi al lavoro per inventare un meccanismo che impedisca alla realtà di subire cambiamenti.

 

 

Idiota

1498   29-6-2016  #Brexit. Facciamo il punto. I promotori del referendum non avevano un piano A (in caso di vittoria) e un piano B (in caso di sconfitta). Semplicemente brexit sarebbe stata respinta. Quindi, in campagna referendaria, i volpini pro out hanno usato tre argomenti (promesse) falsi ( ma che non avrebbero dovuto rispettare perché avrebbe vinto remain) e facilmente veicolabili tra i cittadini ignoranti. I brexit li avrebbero utilizzati, una volta consolidata la permanenza nella UE contro Cameron e i futuri governi: 1) I Turchi entreranno in Europa dopodomani. 2) I migranti sarebbero stati fermati sul “bagnasciuga” di Calais (il duce mi perdonerà la sottolineatura del suo errore). 3) Invece di finanziare Bruxelles ci sarà oltre un miliardo di sterline al mese (350 milioni a settimana) per la sanità britannica.
Perché false? 1) Perché i Turchi forse non entreranno mai nell’Unione e, comunque impiegheranno decenni per essere accettati. 2) Perché la GB non ha sottoscritto gli accordi di Schengen, quindi non avrebbe vantaggi dall’uscita. Anzi perderebbe i vantaggi concessi dalla Francia (già cancellati da Hollande) di mantenere la frontiera britannica a Calais e non a Dover per operare controlli e blocchi prima che i migranti lascino il suolo francese. 3) Uscire dalla UE ma negoziare per restare nel mercato unico (come la Norvegia) è costoso, esattamente quanto è costoso per uno stato membro; oltretutto per entrare nel mercato unico occorre promettere di rispettare alcune regole fondamentali, come quella del permettere la libera circolazione …. ecc. ecc. Tutto ciò senza poter più intervenire nelle istanze decisionali. 

Adesso i frastornati volpini di sua maestà cercano di prendere tempo per cercar di capire che cosa è loro capitato. E cercano raccomandazioni ed escamotages per restare con i PIGS senza i vantaggi della minaccia di lasciare la UE, visto che quell’unica cartuccia in canna è ormai a salve.

Nel frattempo, le società di rating stanno abbassando i loro voti e, in periodi di incertezza, i potentati finanziari cercano lidi meno ballerini. Ricordo che la piazza finanziaria di Londra mette assieme il 15 % del PIL volpino.

 

cambiare-lavoro

1497  29-6-2016   #Brexit Hanno sempre sostenuto che economia e finanza (investimenti, progetti imprenditoriali, decisioni finanziarie) devono poter contare su situazioni di contorno certe, definite e stabili. Ma la regola è imperante solo se gli altri creano incertezze e instabilità. Se lo fanno loro, invece, va bene!

 

http://thumb9.shutterstock.com/thumb_large/525955/525955,1268574982,12/stock-vector-cartoon-vector-illustration-fox-mascot-face-48652705.jpg

1496   29-6-2016  #Brexit I corretti volpini di sua maestà: allungare i tempi e accordi segreti. Insomma, rispetto della volontà popolare e trasparenza sono sempre state caratteristiche apprezzate dai loro estimatori gonzi del pianeta.

Il volpino laburista Corbyn, sfiduciato dal suo partito,  solidale con gli altri volpini, non si dimette.

 

https://external-mxp1-1.xx.fbcdn.net/safe_image.php?d=AQALCYohW3LNdtDO&w=476&h=249&url=http%3A%2F%2Fwww.repstatic.it%2Fvideo%2Fphoto%2F2016%2F06%2F28%2F330026%2F330026-thumb-social-play-smithok_def_1.jpg&cfs=1&upscale=1&sx=0&sy=8&sw=640&sh=335

1495  28-6-2016  #Brexit, europarlamentare Smith: 'Ue non lasci la Scozia sola'

Standing ovation al Parlamento Ue per l'accorato appello di Alyn Smith, eurodeputato dello Scottish National Party, che ha chiesto a Bruxelles di...

VIDEO.REPUBBLICA.IT

Scoti

Faremo di tutto per avervi con noi!

 

Osborne Vulpecula vulpecularum.

1494  27-6-2016  #Brexit.  Il cancelliere Osborne: con la UE partiamo da posizioni di forza. E rassicura i mercati: "Usciremo quando saremo pronti" 

Vulpecula vulpecularum!

 

 

1492  26-6-2016   Il parlamento stuardiano di Edimburgo forse salverà i volpini di sua maestà Windsor.

Volpini, lasciate fare agli Scozzesi: conviene anche a voi! Vi tireranno fuori dalla cacca.

 

Cavatappi

1492  26-6-2016   #Brexit. Ora sembra che il referendum non sia vincolante! Farange ha affermato oggi che i migranti non diminuiranno con Brexit. In questa vicenda, i volpini di sua maestà stanno rivelando l’ intima essenza di una nazione. In poche ore hanno fatto crollare l'immagine (anzi, la facciata) di popolo serio, classe politica corretta, paese non corrotto. Cara Elisabetta, immagino i sussiegosi e ironici commenti suoi e della corte se cose del genere fossero accadute in uno dei paesi PIGS!

 Statevene fuori: concorrereste a far aumentare la media dei valori antropologici della UE!

 

Major

1491  26-6-2016.  #Brexit. L’inizio dei problemi attuali dell’Unione.

Dopo la caduta del muro di Berlino, la CEE affrontò il problema dell’eventuale ampliamento ai paesi dell’Europa dell’est. Agli inizi degli anni ’90, si confrontarono due posizioni: quella di chi voleva creare una doppia Unione, con il nucleo consolidato da una parte e i nuovi aspiranti membri dall’altra; quella opposta, che voleva tutti dentro senza distinzioni di sorta.

Inutile dire che questa seconda posizione era portata avanti dalla Gran Bretagna (primo ministro J. Major) coerente con le manovre di annacquamento di qualsiasi iniziativa/decisione che avesse portato ad un irrobustimento della costruzione europea.  

Inutile dire che vinse la posizione britannica. “Tutti dentro”. Il volpino italico (R. Prodi) si fece artefice dell’ampliamento stile britannico. Se ne vanta ancora.

Anche se non sono molto convinto del q.i. dei popoli del Nord Europa, non ci vuole molto per capire come oggi la UE deve procedere.

 

 

IMG_20160625_200856

1490   25-6-16

1)      SkyTG24 intervista un inglese volpino (little fox, come Cameron) il quale dichiara: "Ho votato per l'uscita, ma perché pensavo che vincesse remain. Ora sono pentito".

2) Il primo ministro scozzese parla alla sua gente tra due bandiere: quella della UE e quella scozzese. Notate l’assenza di qualche bandiera?

 

Pizza.

1489 25-6-2016    Brexit. Secondo me è andata così.

Per poter continuare a forzare la mano a Bruxelles, Cameron indice il referendum nella speranza che “remain” vinca con pochissimi punti di vantaggio. Forte dell’alto numero di sudditi “brexit”, avrebbe quindi potuto portare avanti le pretese di Londra e spuntare nuovi vantaggi. Ma il problema esplosivo dei migranti ha minato le posizioni degli europeisti fino a renderli, alla conta, minoranza.

Ora deve raccomandarsi con la Merkel perché sia trovata una via per rientrare nella UE. Comunque vadano le cose, la posizione della Gran Bretagna risulterà per sempre fortemente indebolita. Nel frattempo, il  Regno Unito rischia la dissoluzione.

Non so se la regina Elisabetta abbia favorito, imposto o accettato la manovra del ‘primo ministro volpino, sembra però che voglia abdicare a favore di Carlo.

 

 

661

1488  24-6-2016   Brexit. Per poter operare nella UE28, i potentati finanziari del pianeta devono avere una sede in uno dei 28 paesi dell’Unione. Negli anni, hannoquindi deciso - quasi sempre - di “sistemarsi” a Londra, nella City.

 Con la UE27, devono rivedere le loro strategie perché occorre cambiare residenza per tornare operativi nell’Unione, altrimenti vedrebbero impedita la loro attività. Dublino? Lussemburgo? Francoforte? Casaprota?

Risiedere a Londra è ormai inutile e, finanziariamente, dannoso. Non a caso, gli operatori della City hanno votato in massa per restare in Europa.

Scozia e Irlanda del Nord sono imbufaliti con Farange che, nei nuovi rapporti con la UE, per risparmiare, offriva ai gonzi la soluzione norvegese o quella svizzera. O è molto ignorante o spera che i lo siano i suoi fans. Infatti, la Norvegia ha accordi “costosi” (sia economicamente che politicamente) per poter approfittare del mercato unico: paga alla UE esattamente quanto versa un paese membro dell’Unione senza avere alcuna voce in capitolo, non esprimendo deputati, commissari né burocrati. La Svizzera ha invece oltre cento accordi sia bilaterali che direttamente con Bruxelles, ma ha impiegato decenni per arrivare a quel risultato.
Il populismo attecchisce non dove cicciano capipopolo furbi, ma dove i cittadini ignoranti sono la maggioranza.

 

 

speculazione-300x205

1487 24-6-2016   Brexit. Mercati nel casino? Andarono per speculare e furono speculati. Tranquilli: gli speculatori hanno acquistato a mani basse negli ultimi 10 giorni (dall’omicidio della Cox) per “fregare”, anticipandolo, il parco buoi che sarebbe intervenuto dopo i dati ufficiali sul referendum. Ora restano col cerino in mano. Fra altri 10 giorni tutto si sarà ricostituito su nuovi equilibri. Ai potentati finanziari sta dicendo proprio male! Sembra oltretutto, che Standard & Poor’s toglierà la tripla A al Regno Unito.

Inoltre, la BCE ha risorse praticamente infinite: può stampare euro senza chiedere autorizzazioni a nessuno (come fa da sempre la FED stampando dollari), non ha bisogno di alcun permesso per utilizzarle, non è soggetta a direttive da parte di alcuna istanza europea.

 

UE27

23-6-2016

Indipendence day

1486    24-6-2016.  Brexit.  I Britannici si sono sacrificati per liberare l’Europa. Pur affrontando il rischio di diventare il 51° paese degli USA, il 2° d’oltremare dopo le Hawaii, i Britannici hanno lottato e vinto per la libertà del continente,

Prossime tappe: 1) La Scozia chieda e vinca un nuovo referendum per staccarsi dal Regno Unito. 2) La Scozia chieda alla UE27 di poter entrare nella UE come 28° paese. 3) Polonia e Ungheria escano dalla UE.

 

 

Barile

1485    23-6-2016.  Brexit. La Gran Bretagna non è in Schengen, non è nell'euro, ha oltre 50 accordi speciali con la UE. 20 febbraio 2016 : Cameron soddisfatto “Ora Londra avrà uno status speciale”.
Sono bravi nel contrabbandare per "sano pragmatismo" il loro essere miserevoli "raschiabarile" (degli altri).
Britannici, liberateci! Non vi succederà proprio nulla!

 

 

Roma imperiale

1484   23-6-2016     La maestosità di Roma imperiale.  

 

 

 Bravissimi1

 

ue-gran-bretagna-brexit--258x258

1483. Il Fatto. 19-6-2016  Brexit, gli economisti tifano ‘Remain’. Tutti gli effetti del ‘Leave’, dal crollo della sterlina alla perdita di posti di lavoro.

Cari Anglosassoni, invece di decidere tutto in funzione della vs. personale convenienza, cercate di inserire elementi, non dico di spiritualità, ma almeno di idealità!

Far leva su paura e convenienza è tipico delle specie al di sotto dei primati!  ! Fatelo presente ai vs. gestori di coscienze.

 

 

brexit_brexit2-800x475

 

1482 16-6-2016   Rimasi molto perplesso quando la Gran Bretagna, nel 1973, fu accolta nella UE. Dopo 16 anni dalla fondazione del MEC, avendo gli Anglosassoni  verificato che il progetto non sarebbe fallito, si accodarono e furono accolti.
Rimarrei molto dispiaciuto se, dopo aver provato a sfasciare la UE con il dollaro e la crisi imperante dal 2007, oggi la Gran Bretagna dovesse decidere di restare nell'Unione. 
Coraggio: brexit!

Inizio modulo

 

 

 

BCED

1481  24-4-2016   huffingtonpost.it/ I cinque indizi che dicono come Berlino può strangolare l'Italia

 

E nel 2019 Draghi verrà sostituito da un tedesco. Prepariamoci!

 

Euro

1480 20-3-2016  Draghi, se la Bce dà soldi alle banche perché non finanzia un piano per l’occupazione?di Paolo Ferrero | 19 marzo 2016

Ai singoli paesi europei, delle tre leve di politica economica (cambio, fisco, debito/deficit) a disposizione di un normale governo affiancato dalla relativa banca centrale, è rimasta solo quella fiscale (e si vede): il cambio è appannaggio delle decisioni di politica monetaria di BCE mentre Il debito/deficit è gestito dalla burocrazia di Bruxelles in base agli accordi sottoscritti. Oltretutto, il cambio tra i paesi di Eurolandia, con l’euro, è stato reso fisso definitivamente, con tutte le nefaste conseguenze al seguito. [Non dimentichiamo che, quando con la tassa sull’Europa Prodi permise all’Italia di entrare nell’euro, i Tedeschi applaudirono]. Gli stessi accordi rendono l’attività della BCE obbligatoriamente absoluta da ogni influenza dei singoli governi. Forse si potrà tornare a vincolarne l’azione quando vedrà la luce – in occasione della prossima glaciazione - un governo UE.

Con la BCE si è realizzato il governo bancario/finanziario europeo, da noi un tempo paventato e oggi condannato [C’hanno menato, ma quante je n’avemo dette!]. Nei singoli paesi, la “politica”, intesa come gestione della cosa pubblica tramite il potere legislativo e quello esecutivo, non esiste più: l’80 % delle nuove leggi sono altrettanti recepimenti di direttive europee ed il governo può agire solo in materia fiscale, e neanche troppo liberamente. Restano i singoli poteri giudiziari che, nei fatti, sopperiscono alla inconsistenza degli altri due. In Italia il fenomeno è particolarmente pervasivo: sempre più spesso, nella gestione della cosa pubblica, i giudici governano con le loro “sentenze”, obbligando gli ectoplasmi di legislatori e governo a vivacchiare nell’ombra.

Perché la BCE dovrebbe tornare in dietro, anzi, far tornare indietro le schiere vincenti dei potentati finanziari internazionali, tornando a politiche “classiche” in grado di scavalcare banche e finanza? Oltretutto, dopo Duisemberg olandese, Trichet francese e Draghi italiano, tra non molto starà a Fritz tedesco: a quel punto la BCE tornerà ad affiancare un governo, non della UE, ma di Berlino.

La proposta di Ferrero, sotto forma di supplica, conferma questa analisi.

 

 

DB

1479 18-3-2016  Corriere.it LO SCANDALO Euribor, da Londra mandato 
di arresto europeo per 5 trader. Nel mirino 4 ex dipendenti di Deutsche Bank e un impiegato di Société Générale sotto accusa per aver manipolato le quotazione del tasso di riferimento interbancario.di Giuliana Ferraino

Ed ecco a voi… Quelli braviiiii!

 

 

Re Giovanni

1478   18-3-3016    Sulla Magna Charta Libertatum: meno cazzate, please

C'è chi è riuscito (gli Inglesi) a farla considerare la base dello stato di diritto. La base delle garanzie dei baroni, forse sì!
Basta riflettere sul fatto che, per 500 anni, la Repubblica romana è stata governata da due consoli eletti per un anno, i cui nomi sono ancora conservati in Campidoglio nel Tabularium: ecco come si è costruito uno dei fari di civiltà per tutto il mondo. Altro che Magna charta.


27-3-2011 Il PuntO n° 200. Processo breve e legittimo impedimento dalla Prima delle Dodici Tavole della legge di Roma repubblicana (451 a.C.).

Da ilpost.it/
Cos’è la Magna Carta Libertatum
Il documento considerato fondativo dello stato di diritto (firmato da re Giovanni d'Inghilterra) ha 800 anni. La Magna Carta è un documento scritto in latino in cui furono sanciti otto secoli fa una serie di limiti al potere del sovrano inglese: il 15 giugno del 1215 un gruppo di potenti baroni del Regno d’Inghilterra obbligò re Giovanni a concederla. Tra le altre cose, da quel momento il re non avrebbe più potuto imprigionare gli aristocratici senza prima un processo con una giuria di loro pari. Da allora è cresciuto un vero e proprio “mito” della Magna Carta Libertatum che ne ha fatto, nei secoli, un elemento fondante del moderno stato di diritto e, addirittura, della stessa democrazia. [....]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diritto

 

1477 8-3-2016  Le decisioni austriache, adottate per filtrare migranti e profughi, prima ancora che normative UE, violano la convenzione di Ginevra.

I Tedeschi divinizzano le regole e sono addestrati fin da piccoli a rispettarle, ma non sono addestrati a distinguere le norme dalla legge, la legge dal diritto, il diritto dalla giustizia. Hanno altre inclinazioni.

 

 

Argentarii

1476 4-3-2016  BASTA! NON E' POSSIBILE!

Mutui: non cadiamo nella trappola delle 7-18 rate non pagate. Non è quello il problema.

Col recepimento di una direttiva europea in materia di morosità di titolari di mutui fondiari, in base alla quale, dopo un certo numero di rate non pagate (prima 7, ora 18, ma la legge già c’era: TUB art. 40), la banca può aggredire direttamente l’immobile dato in ipoteca dal mutuatario, senza adire le vie legali. Requisizione, vendita, soddisfacimento dei suoi crediti senza che alcun giudice intervenga.

Con questa normativa, le banche UE hanno fatto un ulteriore enorme passo avanti nel loro piano mirante a svincolarsi dai lacci e lacciuoli giurisdizionali. Tutti i creditori devono rivolgersi al giudice se non rimborsati dal debitore, tranne le banche e, ovviamente, la criminalità organizzata.

Ora, è vero che le lungaggini della giustizia – da noi in particolare – sono tali per cui una banca impiega 5-8 anni per poter porre all’asta l’immobile del mutuante moroso. Però, invece di stringere il legislatore perché intervenga per riformare il sistema giurisdizionale anche in termini procedurali, oggi le banche hanno il potere di svincolarsi sia dal sistema che dalle procedure. Diciamo che hanno gioco facile in questa loro progressione: sia ai banchieri che ai politici che ai criminali in genere, – quando inquisiti - conviene una giustizia tartaruga (“così arriviamo alla prescrizione ed è fatta!”). Quando non conviene, le banche premono ed ottengono facilmente di poter scavalcare il potere giudiziario, ergendosi loro stessi a giudici.

 

 

home-costituz

1474  20-2-2016  Costituzione della Repubblica Italiana. Art. 75. [....] Non è ammesso il referendum per le leggi [....], di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.

La sinistra di D'Alema e Veltroni fece un disastro modificando il Titolo quinto. Monti ha fatto inserire, nella Carta, il pareggio di bilancio. Con Renzi si sta impostando la riforma del Senato. Voluto dalle segreterie proprietarie dei grandi partiti del dopoguerra ed attuato solo nel 1970, nessuna forza politica ha finora mostrato di avere l'intenzione di togliere di mezzo quella parte dell'art. 75 che impedisce ai cittadini di esprimersi sui trattati internazionali.

La UE pesa sempre di più. L’attività internazionale è sempre più pervasiva. Altri paesi sottopongono a referendum l'approvazione di trattati internazionali. In casa nostra gli attuali proprietari dei partiti si guardano bene dal proporla.

 

eco

 

 

1473  20-2-2016. Salve professore! Sono certo che riuscirà a superare uno dei suoi crucci:  la morte, che  non si può spiegare né imparare.

 

Scheuble

1472  16-2-2016.  La Germania ha dimostrato - negli ultimi 10 anni – di non essere in grado di operare scelte di politica economica da leader della UE. L’ultima la sta combinando Scheuble quando sostiene la necessità di porre un limite ai titoli di stato detenuti dalle banche. Quindi non un limite ai pericolosissimi titoli tossici ed ai derivati, ancor più pericolosi, di cui sono piene le banche tedesche a cominciare dalla Deutsche Bank, ma ai titoli di stato emessi da paesi sovrani, comunque molto più solidi.

Caro Scheuble, fare il capo quando si è forti è facile e lo sai fare anche tu. Ma l’essere forti è caratteristica caduca. E’ invece sempre difficile essere in grado di fare il leader. Possibile che in Germania non ci siano corsetti di leadership da far seguire al ministro tedesco? Anche breve, senza obbligo di frequenza…….

 

ALCIDE cERVI

Papà Cervi

1471  15-2-2016 Crimini nazifascisti, online 13mila pagine declassificate dall''armadio della vergogna'

 

ADN Kronos. 17:35. Sul sito internet dell' Archivio storico della Camera dei deputati, all' indirizzo http://archivio.camera.it/, sarà possibile da domani consultare l' elenco e richiedere copia dei documenti declassificati della ' Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause dell' occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti ' che nella XIV legislatura si è occupata della vicenda del cosiddetto 'armadio della vergogna'. "Sono contenta che il percorso di trasparenza di Montecitorio si arricchisca di un nuovo e importante capitolo - ha commentato la presidente della Camera, Laura Boldrini - perché un Paese veramente democratico non può avere paura del proprio passato". Istituita con la legge 15 maggio 2003, n. 107, la Commissione aveva il compito di indagare sulle anomale archiviazioni provvisorie e sull' occultamento dei 695 fascicoli ritrovati nel 1994 a Palazzo Cesi, sede della Procura generale militare, contenenti denunce di crimini nazifascisti, commessi nel corso della Seconda guerra mondiale e riguardanti circa 15mila vittime. A seguito di specifiche sollecitazioni della presidenza della Camera alle varie autorità che le avevano redatte originariamente, sono state declassificate e rese ora consultabili circa 13mila pagine di documenti che la commissione d' inchiesta ha acquisito dagli archivi del ministero degli Affari Esteri, del ministero della Difesa, dell' allora Servizio informazioni e sicurezza militare (Sismi), del Consiglio della Magistratura militare e del Tribunale di Roma. La disponibilità di questi documenti completa ed integra i testi dei resoconti delle sedute della Commissione che erano già stati pubblicati in rete in corso di svolgimento, fra l' 8 ottobre 2003 ed il 16 febbraio 2006, e che sono tuttora consultabili nel testo integrale all' indirizzo  http://legxiv.camera.it/_bicamerali/nochiosco.asp?pagina=/_bicamerali/leg14/crimini/home.htm .

 

 

1

 

1470   In Germania le garanzie pubbliche sono il sestuplo dell' Italia     12:17

Roma, 27 gen. (askanews) - L' intransigente Germania ha accumulato il sestuplo delle garanzie pubbliche concesse dell' Italia, su crediti contratti da banche, imprese e privati, mentre la Danimarca dell' eurocommissaria alla concorrenza Margarethe Vestager ne ha stanziate più del triplo. A mettere in rilievo queste marcate divergenze è un rapporto di Eurostat, che passa in rassegna l' ammontare in rapporto al Pil di passività, garanzie concesse e crediti deteriorati dei diversi Paesi dell' Unione europea. Dopo una lunga e difficile trattativa, l' Italia ha appena raggiunto un accordo con l' Antitrust Ue, guidato dalla Vestager, in merito a come facilitare lo smaltimento dei crediti deteriorati delle banche, facendo leva proprio su garanzie pubbliche. Che perà dovranno essere concesse a prezzi indicati come in linea con quelli di mercato, di fatto senza comportare aiuti di Stato. La Penisola però vanta uno dei valori più bassi di tutta l' Unione sulle garanzie già: appena il 2,7 per cento del Pil, a fronte ad esempio al 16,4 per cento della Germania o al 26,5 per cento dell' Austria. Va precisato che le garanzie pubbliche qui considerate sono tutte, non solo quelle a favore delle banche, ma anche su poste ben diverse come borse di studio e i finanziamenti agli studenti, ma anche i mutui per l' acquisto di casa. Anche se ovviamente le garanzie a favore delle banche possono costituire la parte più consistente di questa voce ove siano state utilizzate per sostenere il settore. Il valore più elevato è il 28 per cento della Grecia. Ma Eurostat segnala anche il massiccio 25,8 per cento di garanzie stanziate dalla Finlandia, patria dell' ex eurocommissario agli Affari economici Olli Rehn. In Spagna ammontano al 12,8 per cento e in Francia al 4,5 per cento del Pil.

 

Essendo Tedeschi, ne hanno il diritto!

 

 

Sirenetta

 

1469   Il Fatto. Migranti, Danimarca approva legge sulla confisca di beni oltre i 1.350 euro ai richiedenti asilo...

 

 

Cari Alani, confermate la incolmabile differenza tra popoli civilizzati (da qualche secolo) e popoli civili (da qualche millennio)!

 

Crepax Copertina di Strage di stato

 

 1468  21-1-2016. Il Sole 24 Ore 20-1-2016 Copertura dei crediti deteriorati: Italia meglio della media europea.  di Antonella Olivieri con un’analisi di Marco Ferrando e un articolo di Rossella Bocciarelli

 

Circa i crediti deteriorati, le nostre banche stanno meglio delle sedicenti "prime della classe" europee. Il crollo in borsa va cercato in azioni speculative da definire: 1) Uso delle quotazioni come dello spread nel 2011 da parte di Bruxelles-Berlino? 2) Forzare la mano alla UE, da parte di entità finanziarie interessate, per ottenere il via libera sulla bad bank (così come è pensata è foriera di eccellenti affari per i partecipanti)? 3) L'indagine parlamentare sul sistema bancario - che Renzi vuole per gli ultimi 20 anni - è vista come una minaccia da parte di potentati oltre che di Bankitalia (Draghi compreso) e Consob? 

 

Putin-Merkel

 1467  13-1-2016  Patto Putinov - Merkeltrop

I Tedeschi sono i più intransigenti nell'applicazione delle sanzioni a Putin per il problema della Crimea/Ucraina.

Ma la Merkel si accorda con Mosca perché sia raddoppiato il gasdotto del nord. Dopo la distruzione della costa sud del Mediterraneo (pianificata da Francia + Anglosassoni) , potrebbe risultare l'unica via di approvvigionamento energetico di tutta l'Europa.

Cerchiamo di recuperare con la Libia e di consolidare i rapporti con l'Algeria.

 

counseling-

1467   4-1-2016  I giornalisti hanno poche idee. Per questo si prestano ad imporre campagne "un po' così". Dall'inquinamento (praticamente nullo rispetto a 35 anni fa. Si veda l'articolo: http://www.comune.torino.it/ambiente/aria/aria_torino/andamento-inquinanti.shtml ), alle morti per parto (muoiono all'anno circa 50 donne per parto: una a settimana); finita la moda delle aggressioni canine (ce ne sono circa 70 all'anno: una ogni 5 giorni). 
L'importante è mantenere alto il livello di ansietà collettiva al fine di garantire il successo delle campagne e la distrazione dei cittadini.

 

Pipeline

1466   4-1-2016.    Per scoraggiare gli investimenti USA nei nuovi sistemi di estrazione del greggio, l’Arabia saudita ha aumentato fortemente l’offerta di petrolio causandone volutamente  un crollo del prezzo. Questa politica ha praticamente fatto saltare gli accordi Opec. Per mantenere il precedente livello di introiti, gli altri paesi produttori hanno dovuto aumentare la loro offerta, generando un ulteriore abbassamento del prezzo.

Sembra che tutto sia sfuggito di mano ai Sauditi: oggi pensano di salvarsi con diversivi, creando tensioni internazionali, col rischio che anche queste sfuggano loro di mano.

Stessi risultati per la loro politica filo Isis.

 

 

 

 

 

Locandina-Natale-io-sono-originale

 

 

 

1430. 13-12-2014  Costa Concordia, Schettino: "Il naufragio è stata colpa del team di plancia"

"Se salivo io sul ponte e loro scendevano tutti, era meglio" ha quindi aggiunto accusando gli ufficiali di guardia, a cui aveva affidato la rotta verso il Giglio

12:01 - "La colpa è stata tutta del team di plancia. Se salivo io sul ponte e loro scendevano tutti, era meglio". Il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, ha sbottato così in aula, interrogato dall'avvocato di parte civile Alessandra Guarini, che tutela alcuni naufraghi. Le accuse di Schettino erano rivolte agli ufficiali di guardia, a cui aveva affidato la rotta verso il Giglio prima del naufragio.

Non è possibile che degli ufficiali non manifestino al comandante che si andava su uno scoglio", ha quindi aggiunto Schettino, alzando ancora ulteriormente la voce e quasi perdendo la calma mantenuta finora nelle varie udienze in cui è stato interrogato.

Schettino: "Dall'Ottocento le cose sono cambiate" - "Ho sempre detto che il comandante è responsabile, ma è anche vero che dall'Ottocento le regole sono cambiate, bisogna estendere il concetto" di navigazione e governo delle navi "all'organizzazione": questa una delle prime risposte date da Francesco Schettino alle parti civili. 

Schettino: "Io solo dopo Dio? La mia frase strumentalizzata" - "Quando ho detto che la figura del comandante su una nave è dopo di Dio, non è riferita a me, ma alla figura, in generale, del comandante di una nave. E' stata strumentalizzata - ha spiegato Schettino -. E non capisco perché in 8.000 km di costa" (quelle dell'Italia) "non la si conosca. Questa è un'espressione marinaresca conosciuta dovunque, dai francesi, dagli inglesi...".

 

Da ex G.M., mi vergogno! Schettino, grande comandante: colpa degli ufficiali!

 

 

 

http://longrunnerseconomics.files.wordpress.com/2012/03/cartoon_02.jpg

1429 12-12-2014  L' anno ruggente degli hedge fund quantitativi.  11:58

(Teleborsa) - Gli hedge fund che basano l' operatività su algoritmi computerizzati , stanno producendo alcuni dei più alti rendimenti del settore, dopo un novembre particolarmente proficuo. Due Sigma , un hedge fund da 24 miliardi dollari, gestito da un ex accademico, professore di intelligenza artificiale e campione olimpico di matematica, ha livellato i suoi rendimenti al 47% da gennaio, con un 10% cumulato nel solo mese di novembre. Cantab Capital Partners è salito del 18% nel mese di novembre e del 32% dall' inizio dell' anno, così come Aspect Capital Advanced , salito del 12% in novembre e di quasi il 100% dall' inizio del 2014 . Scienziati, matematici e ingegneri, insomma, stanno picchiando duro sui gestori tradizionali, stellati da Morning Star , catturando i differenziali di prezzo tra i vari mercati. Fare soldi dal crollo del petrolio e contemporaneamente dalla salita ininterrotta dei prezzi obbligazionari , è un esercizio per pochi eletti. Il Newedge Trend Index , che traccia le imprese che utilizzano modelli matematici per trarre profitto dalle tendenze del mercato, è salito del 17% dall' inizio dell' anno , a fronte di un guadagno del 3,7% per i fondi che attuano strategie tradizionali. "I traders discrezionali non riescono a valutare le differenze tra i valori di acquisto di obbligazioni sovrane di di Stati Uniti, Regno Unito e Germania, delle quali invece hanno beneficiato i cosiddetti fondi quantitativi", ha detto Anthony Lawler, un gestore di fondi per GAM Holding , che investe in fondi hedge. "Andare corti in maniera decisa sull' energia è stata un' operazione vincente, visto il crollo del petrolio. I fondi discrezionali, invece, in generale non erano così negativi e non hanno colto questa grande opportunità".

 

E’ ancora “mercato”?

 

 

Tassi e multe

1428 2-11-2014  Il Sole-24 Ore del  2-11-2014 Tassi manipolati, stangata in vista. Inchiesta. Le prime otto grandi banche del mondo accantonano otto miliardi di dollari. Nel mirino il trading sui cambi: un contenzioso da 30-40 miliardi. Di Claudio Gatti

 

Ribadisco: prima i potentati finanziari saccheggiano il pianeta, poi steccano con i rispettivi governi attraverso multe miliardarie.

 

 

http://www.ilgiornaledelturismo.com/wp-content/uploads/2011/04/Banca-dItalia.jpg

1427 31-10-2014 BANKITALIA: ADUSBEF, FUNZIONARIO RUBA E BANCA NON SE N’ACCORGE, CHE CREDIBILITA’ PUO’ AVERE? di Ilenia Miglietta

 

E mo?! (dal latino “mox”)

 

 

http://m2.paperblog.com/i/212/2128099/sono-io-che-sono-strana-o-sono-gli-altri-che--L-dervDM.jpeg

1426. 30-10-2014 (In estrema sintesi). La Thyssen Krupp La Thyssen non era in grado di gestire la tecnologia dei rulli perlinati per fare le lastre di acciaio, inventata dalla Terni. Ha quindi comprato le acciaierie ed ha trasferito la tecnologia in Germania. Ora vi chiedo: che se ne fa della Terni?

 

http://2.bp.blogspot.com/-DgISKVDR0xg/T9mqdqF78xI/AAAAAAAACRo/yIijhlWFlhg/s1600/6495732-mano-di-uomo-mendicante-con-monete-immagine-e-isolato-su-fondo-wgite.jpg

1425. 28-10-2014     Ue. Gli aiuti di stato alle aziende sono vietati. Per tutte le aziende? No! Per le banche i paesi UE hanno fornito aiuti per 247 miliardi.

 

Chiave 1-vert

1424. 4-10-2014. La rigidità dei tedeschi nell’uso degli strumenti di economia e finanza, mi ricordano quel meccanico che, dovendo svitare le candele di un’auto, invece di usare la chiave a T con snodi cardanici, si imponeva l’uso di una chiave non snodata con effetti disastrosi ed esilaranti. Sosteneva quindi che il motore era progettato male e dovesse essere rivisto. Pretendeva quindi dai costruttori che il motore venisse riprogettato in modo da avere le candele esposte in bella evidenza per poter usare la chiave rigida. In attesa dei cambiamenti, la macchina restava inutilizzabile.

 

http://informaticaiusf.bligoo.com/media/users/17/892628/images/public/183284/Informatica.jpg?v=1323093579038

1423. Innovazione tecnologica e occupazione. 

Uno studio del 2013 di due economisti dell'Università di Oxford, Carl Frey  e Michael Osborne, stima che il 47 per cento dei posti di lavoro negli Stati Uniti, sarebbe a rischio di essere automatizzato probabilmente in un decennio o due. Applicando i rischi di informatizzazione generato da questo lavoro per i dati sull'occupazione europea - con tutti i caveat necessari - in Italia i posti di lavoro vulnerabili dalla informatizzazione si attestano al 56 per cento, contro il 51 della Germania, il 50 della Francia, il 47 del Regno Unito.

 

Scoti!

1422 20-9-2014  Brogli in Scozia?

 http://www.attivo.tv/player/news-e-informazione/scandalo-scozia-la-prova-dei-brogli-ecco-perche-ha-vinto-il-no-guardate-il-video.html

 

 Mi auguro che sia un falso o una ripresa costruita dagli indipendentisti. Se fosse vero, rischieremmo di giocarci la regina Elisabetta II a causa di un regale coccolone!

 

image021 (Copia)

1421 15-9-2014.  La dinastia dei Merovingi (500-700 d.C.) fu cassata dai " maestri di palazzo" (maiores domus) ai quali progressivamente erano state affidate le redini del regno, fino al comando dell'esercito. Pipino d'Eristal e Carlo Martello (suo figlio) instaurarono la dinastia dei Carolingi, giubilando i Merovingi. (Carlo Martello sconfisse gli arabi a Poitiers nel 732, essendo un semplice maior domus).

 Il ns. potere legislativo e quello esecutivo (merovingi) hanno lasciato sempre più potere alla burocrazia (maestri di palazzo, carolingi) e oggi non possono più fare granché: domina il maior domus (grand commis) e le 150 mila leggi che gestisce. Al governo ed al legislatore non resta che sostituire quelle leggi con altre che - poveracci - ritengono risolutive, ma il maior domus ritarda o non emana i decreti attuativi per attuarle, non somministra le circolari interpretative. Non solo, ma "costruisce ad arte" talmente male quelle leggi (tramite i burocrati alleati degli uffici legislativi) da non permetterne l'applicazione, o in modo che verranno impugnate presso altri maiores domus (Consulta, ad esempio) i quali, se vogliono, le casseranno.

Questo avviene in Italia e si ripropone in Europa. Non ci resta che sperare in un Carlo Magno, carolingio, appunto!

 

 

 

 

http://designyoutrust.com/wp-content/uploads/2013/03/Old-Photos-of-The-Anschluss-from-75-Years-Ago-1-650x442.jpg

1420. 10-9-2014 Il Giornale. Il Governatore della Baviera: “Controlli alla frontiera italo-tedesca!”

 

Grandioso! Belluno o Bolzano confinano con la Baviera! Un secondo anschluss – nei sogni del governatore -  a nostra insaputa ed a quella degli Austriaci!

 

http://www.forexinfo.it/IMG/arton14145.jpg

1419. Titoli del Tesoro USA. Sappiamo che sia Cina che Russia (reazione alle sanzioni)  stanno vendendo titoli americani in portafoglio. Come conseguenza il prezzo dei titoli dovrebbe scendere e, quindi, il loro rendimento aumentare. Ma dall’inizio dell’anno, a Bruxelles sono registrati acquisti di titoli americani per oltre 100 miliardi di dollari. Questo fa aumentare il prezzo dei bond USA e ne deprime il rendimento.

Da settimane il cambio Euro/Dollaro è a favore della moneta USA (da 1,36 a 1,31 dollari per un euro): vuol dire che gli acquisti di dollari superano le vendite: in particolare (cross) si vendono euro in cambio di verdoni. Questo andamento del cambio favorisce le esportazioni di Eurolandia e, contemporaneamente, evita il tracollo della moneta (e dell’economia) USA.

Che stia intervenendo la BCE vendendo euro per comprare dollari attraverso titoli del Tesoro USA?

 

                                             CONSUMO DI PRODOTTI PETROLIFERI. Andamento 1971-2013

 

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p2/2009/11/19/Esteri/Foto/WINART-49559_ashton01g.jpghttp://www.rainews.it/dl/img/2014/08/310x0_1409132790953_large_140820_132849_To200814Pol_0011.jpg

 

 

 

 

1418 Ansa 29-8-2014 Mogherini a un passo da nomina, ma stampa Ue critica. Ft e Le Monde parlano di scelta "deludente" e "sbagliata".

(ANSA) - BRUXELLES, 28 AGO - Proprio quando Federica Mogherini sembra ormai a un passo dalla nomina ad Alto rappresentante Ue per la politica estera e la sicurezza (Lady Pesc), due tra le più blasonate testate europee - il Financial Times e Le Monde - scrivono che la sua eventuale scelta da parte dei leader dei 28 sarebbe "deludente" se non addirittura "sbagliata". Ed Elmar Brok, eurodeputato tedesco molto vicino alla cancelliera Angela Merkel, nonché presidente della commissione Esteri del Pe, pur non avanzando obiezioni appare prendere le distanze sottolineando che "è una decisione che spetta ai socialisti". Intanto, in vista del vertice Ue di sabato che dovrà decidere anche il nome del successore di Herman Van Rompuy alla guida del Consiglio Europeo, per questo posto prende sempre più quota la candidatura del popolare Donald Tusk, attuale premier polacco. Un personaggio che potrebbe soddisfare le richieste di 'riconoscimento' avanzate dai Paesi dell' Est e bilanciare l' atteggiamento troppo filo-russo che alcuni imputano a Mogherini. Ma è su quest' ultima che oggi sono piovute le critiche del Financial Times. Che, in un editoriale, osserva come l' Europa, oggi più che mai, abbia bisogno di un capo della diplomazia "forte" che possa aiutare l' Ue ad acquisire un maggior peso sulla scena internazionale. Serve insomma, secondo il quotidiano finanziario della City, un "pezzo da novanta" e, in questa ottica, se la scelta dovesse cadere sull' attuale ministro degli Esteri italiano, sarebbe "deludente". "In un momento di notevoli tensioni - scrive ancora l' Ft - l' Ue avrebbe potuto puntare su personaggi come lo svedese Carl Bildt o l' olandese Frans Timmermans". Secondo 'Le Monde', quella di Mogherini per Lady Pesc sarebbe addirittura "la scelta sbagliata". Nell' editoriale di prima pagina, il giornale spiega che la sua candidatura "soddisfa comodamente diverse condizioni", perché è donna, socialdemocratica e brava con le lingue straniere. "Tutte tranne una: l' esperienza - e l' aura personale che questa conferisce". Verrebbero così soddisfatti, aggiunge 'Le Monde', quei Paesi che "non vogliono assolutamente un peso massimo politico o un diplomatico navigato" come Alto rappresentante, perché "questi profili rischierebbero di intralciare le loro ambizioni nazionali".(ANSA).

 

Meglio la signora Ashton ? Ma come si è potuto incaricare della Pesc un cittadino di un paese che sta decidendo se uscire o no dalla UE?! La Ashton "doveva" contare poco, soprattutto doveva fare poco: soddisfatte Gran Bretagna, Francia e Germania che ritengono ancora di avere - individualmente - un ruolo sui quadranti internazionali. #Mogherini operi per il meglio e, se ostacolata speciosamente, denunci chi la ostacola e si dimetta subito!

 

http://www.homolaicus.com/politica/images/kurdistan.gif

 

1417 10-8-2014 Il PuntO n° 74 Medioriente. Un problema che solo l’intelligenza può risolvere.

 

Problema Iraq. La Gran Bretagna "dimenticò" la promessa fatta ai Kurdi di costituire il Kurdistan indipendente per il loro aiuto contro la Turchia nella Grande Guerra.

Del resto, con tutto quel petrolio i Kurdi dovevano immaginarlo! Che pretese!

 

https://fbexternal-a.akamaihd.net/safe_image.php?d=AQCoI7LB5bmxG1i7&w=154&h=154&url=http%3A%2F%2Fwww.corriere.it%2FHermes%2520Foto%2F2004%2F04_Aprile%2F19%2Fmoro--230x180.jpg&cfs=1&upscale&sx=40&sy=0&sw=180&sh=180

1416 4-8-2014 NON LO SAPEVO!!! 1974 ATTENTATO ALL'ITALICUS.
Corriere della Sera 19-4-2004  Corriere della Sera - «Moro salì sull'Italicus ma fu fatto scendere»

“Maria Fida Moro ha rivelato un particolare inquietante. Suo padre, il 4 agosto 1974, era salito sul treno Italicus, ma prima di partire venne fatto scendere per firmare delle carte. Poche ore dopo ci fu la strage sull'Appennino. Il vero obiettivo era Aldo Moro?

 

http://download.kataweb.it/mediaweb/image/brand_limes/2012/09/17/1347893236798_1.jpg

1415. Huffington Post 29-7-2014 Concordia Il giorno dopo, lo sfogo di Gabrielli: "C'era chi sperava che finisse male". E Galletti si leva una soddisfazione: "I francesi? Sono stati sgradevoli"

 

 

Invece di incrociare la rotta della Concordia con aerei militari, i Francesi ci dicano cosa hanno combinato ad Ustica!

 

1414. 23-7-2014 Tripoli, 23 lug. (Adnkronos/Aki) - Violenti scontri sono in corso vicino all' aeroporto internazionale di Tripoli, in Libia. Lo riferisce l' inviato della tv satellitare al-Jazeera, dopo giorni di combattimenti tra milizie rivali per il controllo dello scalo. Gli scontri sono iniziati circa una settimana fa e hanno già fatto decine di vittime. A contendersi il controllo dell' aeroporto di Tripoli sono milizie di Zintan e milizie in gran parte provenienti da Misurata. Nei giorni scorsi è fallito un tentativo di cessate il fuco.

 

Altro esempio della sciatta politica estera anglosassone. O la va o la spacca. Si mandano le, cannoniere, si fanno saltare gli equilibri favorevoli ad altri. Poi si vedrà. Se le cose si mettono male, si molla tutto al suo destino!

La Francia si inserì per interrompere i rapporti privilegiati Italia-Libia

 

 

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTFRHB5O03PCwmznyMD7EwGJROz8qcOdVHsQ1Rm6cvrOsn5VWwjiQ

1413. 16-7-2014. Non è possibile procedere alla comparazione dei tassi applicati in Italia e in area UE per mutui e prestiti, perché la BCE di Mario Draghi (Bollettino n° 7 – Luglio 2014) non è in grado di fornire i  dati a maggio 2014 (si ferma ad aprile)  mentre Bankitalia sì!

 

http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/bandiera_pirata.jpg

1412 15-7-2014   14:55 ASCA - Roma, 15-7-14 - Goldman Sachs ha chiuso il secondo trimestre con utile netto a 2,04 miliardi di dollari rispetto a 1,9 miliardi del corrispondente periodo dello scorso anno. I ricavi sono stati pari a 9,12 miliardi rispetto agli 8,6 miliardi del corrispondente periodo dello scorso anno. L' utile per azione ordinaria sale da 3,7 a 4,10 dollari. Il Roe si attesta al 10,9%. La liquidita' in eccesso e' pari a 170 miliardi di dollari. Per quanto riguarda i coefficiente patrimoniali il Common Equity Tier 1 e' pari all' 11,4%. Compensi e benefici per i manager del gruppo sono ammontati a 3,92 miliardi, in aumento del 6% su base annuale, ''riflettendo l' aumento dei ricavi netti'' spiega la nota della banca Usa. red/men.

Perché dovrebbero smettere di fare i corsari finanziari? Ogni tanto gli USA comminano qualche multa miliardaria e spartiscono il bottino!

 

http://www.mikros.it/public/wp-content/uploads/2010/07/MIKROS-MICROSCOPI-OPERATORI-ODONTIATRICI-LEICA-PUNTO-INTERROGATIVO.jpg

1411 13-7-2014. In Italia, rispetto a 100 anni fa, si lavora 30 miliardi di ore in meno. Si produce 13 volte di più! Chi può investire, investe in tecnologia e innovazione senza aumentare i posti di lavoro. E' finito il '900, secolo del "lavoro". Che si fa? Occorrono nuovi modelli, sia economici che produttivi. Occorrono idee! Keynes nel 1930 sosteneva che o si decide di lavorare tutti 15 ore a settimana o i nostri nipoti [l'attuale generazione di mezzo] saranno tutti disoccupati, mettendo al centro, come è logico, il lavoro.

I sistemi comunisti del ‘900 fallirono perché sapevano distribuire ma non sapevano produrre. L’attuale sistema capitalista sa produrre ma non sa distribuire.

Che fare? Cerchiamo di svilupparci ancora come società o si ritiene ineluttabile ritornare alla legge del più forte?

Si valuti bene gli effetti del modello scelto in entrambi i casi.

 

http://theazheroth.altervista.org/albums/altre-immagini-varie/sturmtruppen.jpg

1410- 12-7-2014 Da L’inchiesta. I cinque trucchi con i quali la Germania bara sui conti.

Il primo trucco: la sottile differenza tra Cdp e Kfw

Il secondo trucco: pareggio di bilancio a tre velocità

Il terzo trucco: lo Stato nelle banche

Il quarto trucco: la Bundesbank «raccatta-titoli»

Il quinto trucco: potere, potere, potere

 

Lasciamoli fare! Altrimenti ci si intristiscono!

 

http://www.traterraecielo.it/images/stories/LEGGERE/ambiente/banche-armate2.jpg

1409 9-7-2014 Reuters. BERLINO, 9 luglio (Reuters) - Il consiglio di gabinetto tedesco ha approvato un pacchetto di proposte di legge che nei fatti costituisce il via libera ai piani per la creazione di un' unione bancaria europea, principale risposta alla crisi di fiducia nel settore finanziario. Lo ha riferito una fonte del governo. Il piano europeo per l' unione bancaria prevede la supervisione unica di una singola autorità sulle banche della zona euro, un' unica normativa per la gestione delle crisi bancarie e un fondo cui attingere per i costi di tali crisi. Per minimizzare gli oneri per i contribuenti europei, le autorità europee hanno ideato una normativa in base alla quale gli azionisti, i creditori e i detentori di conti deposito di dimensioni più consistenti saranno i primi a dover pagare il conto di un fallimento bancario. In base alla bozza di legge tedesca, i creditori e proprietari delle banche in difficoltà saranno i primi a dover fronteggiare delle perdite già dall' inizio del 2015, un anno prima che le regole siano previste per l' intero blocco di Paesi che aderiscono alla valuta unica. La Banca centrale europea inizierà la supervisione delle banche principali della zona euro alla fine di quest' anno, in quello che costituisce il primo passo verso l' unione bancaria. Il passo successivo, cui si sta ancora lavorando, sarà l' adozione di un approccio comune per evitare che le banche in difficoltà trascinino a fondo gli Stati, come accaduto per l' Irlanda. Un' altra norma nel pacchetto di misure assicura l' aderenza della Germania alle regole che permettono al Meccanismo di Stabilità Europea Esm di ricapitalizzare le banche direttamente, in circostanze ben precise. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia.

 

Attenzione! Le banche non sono più tutte uguali. Sceglietele oculatamente.

 

 

http://s1.dmcdn.net/BO_Iy/193x108-TG7.jpg

1408  28-6-2014.  Effetti di una cattiva e demenziale politica.
Mentre la Francia ha digitalizzato la PA con un grande, serio e funzionale progetto nazionale, noi dovremo sopportare 20 progetti regionali costosi, stentati e che difficilmente si "parleranno"? E' l'effetto della modifica coglionazza del Titolo 5° della Costituzione pensata (tanto per dire) dai governi Prodi, D'Alema, Amato.

 

http://www.franzrusso.it/wp-content/uploads/2009/11/privacy01oi5.jpg

1407 Il Fatto quotidiano  18-6-2014 Acquisti pubblica amministrazione, portale colabrodo. Dati sensibili aperti a tutti. Un giornalista di ilfattoquotidiano.it entra nel sistema gestito da Ministero dell'Economia e Consip e scarica documenti interni, offerte di aziende, persino il pdf di una carta d'identità. Nessun hackeraggio, il sito è sostanzialmente privo di protezione anti-intrusione. Una miniera di informazioni a portata di chiunque o quasi. GUARDA IL VIDEO

 

ATTENZIONE! Dati ancora più sensibili verranno inseriti nel Fascicolo sanitario elettronico, di prossima introduzione. In esso verrà riportata tutta la ns. vita clinico-sanitaria, comprese le informazioni su uso di tabacco, alcol, sostanze psicotrope ecc. Compagnie di assicurazione, datori di lavoro ecc. si metteranno in caccia di quei dati. Ma nel caso del FSE il cittadino-paziente può rifiutare l'autorizzazione all'inserimento in rete dei suoi dati. OCCORRE INFORMARSI!

 

http://www.panorama.it/images/n/o/21423599-1/image_h_partb.jpg

 

1406. 11-6-2014 da chiesa.espressonline.it “Sulla comunione ai risposati la disputa è sempre infuocata

 

Fino ad oggi, i separati, i risposati, i moreuxorianti, i divorziati sono stati estromessi dalla comunione del popolo di Dio (scomunicati) per aver violato un sacramento, non hanno potuto accedere alla confessione ed alla (eventuale) assoluzione: sono morti in peccato mortale e sono andati all'inferno.

Oggi, per gente nella situazione di Berlusconi, Casini ecc., potrebbe cambiare tutto.

Occorrerà procedere ad un condono per i già condannati, sperando che lassù la soluzione sia accettata.

 

 

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSq5Nyz9v2bfCWz26JKa0gQFTdjyuHMVan0OF0BWNQWgtreD1viHw

1405. 31-5-2014.  Il Fatto Europee, Grillo attacca i Verdi e sostiene Farage: “Difese sovranità Italia nel 2011″

 

Il 25 % delle riserve valutarie mondiali è in euro, riducendo fortemente lo strapotere del dollaro (69% delle riserve). Gli anglosassoni non possono permettere che continui questa erosione. Speravano anche in Grillo, ma ormai devono metterlo sotto tutela di Farage. Intanto, per forzare la mano, la GB minaccia di uscire dalla UE. Sanno benissimo gli Inglesi che  il loro ruolo è di controllare e impacciare la UE dall'interno. Se uscissero diventerebbero l'ultimo stato USA. Ma i cittadini lo sanno?

 

1404  29-5-2014 Ma che bravi! Le Pen vuole lustrare la grandeur del suo paese. Salvini vuole sfasciare il suo. Impacciare l'Italia è da sempre una costante dei governi transalpini. Le Pen accetta di buon grado l'insperato vassallaggio della Lega.
Grillo non è stato in grado di dare un aiutino al dollaro minando l'euro: gli anglosassoni lo mettono sotto tutela inglese.
 
Ma che bravi!

 

1403 23-5-2014  Il Fatto quotidiano. Carige, Abi difende l'arrestato Berneschi "Non c'è sentenza, nessun effetto per noi".

Il presidente Patuelli sul caso del suo vice finito agli arresti: "Non decade dalla carica”. Guzzetti stizzito: "Non l'ho mai protetto, è grande per farlo da solo”. Le intercettazioni dell'ex vicepresidente della Cassa di Risparmio di Genova: "Sono 35 anni che accumulo" 

 

Povero Locke!

Da: “Critica illuminista e crisi della società borghese” di Reinhart Koselleck – Edizioni “Il Mulino” - 1972

 

BdI Bil Pagamenti 3-2014

 

https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSSJxeUNGaYZbZmeC2N3xGOMLaTrvcEgbdkJ1E2mI3NQlylG0z5eQ

1402. 12-5-2014 Mica scemi, i nostri politici da sottogoverno! Vista la mal parata con le province.... Istituiti ben 26 nuovi Comuni nelle province di Ancona, Arezzo, Avellino, Bergamo, Belluno, Bologna, Como, Ferrara, Firenze, Lecco, Lucca, Mantova, Pisa, Parma, Pesaro-Urbino, Pavia, Rimini, Udine, Varese.

Tranne Avellino, tutte al centro nord.

 

http://www.searchadvertising.it/marketingblog/wp-content/uploads/2013/12/billboard_ecommerce.jpg

 

1401. 12-5-2014  Il Sole 24 Ore Acquisti on line: in arrivo nuove regole. Che cosa cambierà dal 13 giugno 2014

 

Perché, di grazia, attendere una decina di giorni per il perfezionamento formale del contratto dovrebbe far morire "tutte le vendite a distanza"? Avere clienti più sereni, tranquilli e soddisfatti è la premessa per il successo delle vendite a distanza di una azienda accorta e corretta. Lasciamo il mordi e fuggi a chi non sa stare sul mercato! 

[Questo commento è stato inserito nello spazio messo a disposizione dal Sole-24 Ore in calce all’articolo, ma è stato rifiutato dal moderatore e non pubblicato. Postato una seconda volta, è stato inserito]

 

Le consulenze in PA (vai all’articolo de Il Sole 24 Ore del 10-5-2014)

 

 

Omicidi

 

 

1400. Da il Sole 24 Ore del 7-4-2014. La spesa PA per gli acquisti intermedi di beni e servizi è aumentata del 7,6%: da 97,6 a 105 miliardi (vedi tabella a fianco)

 

Bene. Anch’io sono per la drastica riduzione della spesa corrente. Ma non basta calcolare l’aumento di valore della spesa. Infatti, l’inflazione cumulata nei 4 anni considerati è stata pari al 9,1 per cento. Sicché….

 

Bank of Italy

1399. 31-3-2014 IntesaSanPaolo: perdite per 14mld; Unicredit: perdite per 5mld. Però distribuiscono dividendi per 1,4mld! Grazie a rivalutazione delle quote Bankitalia: Intesa ha incamerato 2,56mld, Unicredit 1,4mld.

Ci vuole pazienza!

 

La facciata di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica.

1398 Il Fatto Q. Senato, Grasso stoppa Renzi: “Resti eletto”. Iter delle riforme a rischio Vietnam

Il presidente di Palazzo Madama: "Accelerare iter legislativo senza indebolire la democrazia". Ma il premier replica: "Rispetto il presidente, ma non mollo. Musica deve cambiare anche per politici". Ma la discussione in Aula - tra alleati di governo e Forza Italia - sarà complicata

 

Caro Grasso, in Germania la seconda Camera non è elettiva; i n Francia non è a suffragio diretto, quindi non eletta direttamente dai cittadini. Comincia a licenziare gli informatori: te la stanno tirando!

 

Bank of Italy

1397 Il Sole 24 Ore.  Bankitalia, la Corte dei Conti apre un'inchiesta sulla rivalutazione delle quote. A presentare una denuncia per danno erariale alla magistratura contabile era stata l'associazione Adusbef presieduta da Elio Lannutti.

 

Adesso vediamo se si può ricominciare a parlare di banche!

Attenderemo la sentenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MEF

1396. Ministero Economia e Finanze. Dipartimento delle Finanze. Dichiarazioni dei redditi 2013 per l’anno 2012.

 

Tutti i dati quantitativi. Senza attendere i media, potete sbizzarrirvi sui dati quantitativi relativi alla dichiarazione dei redditi 2012

 

 

 

 

 

 

 

http://lanuovasardegna.gelocal.it/polopoly_fs/1.5800089.1349309604!/httpImage/image._gen/derivatives/landscape_250/image.

1395    24-3-2014 Il Fatto quotidiano. Amministrative in Francia, successo anti-euro. L'ultradestra di Marine Le Pen conquista Parigi. Le stime sullo spoglio registrano un risultato straordinario per il Fronte nazionale che fa il pieno di voti a scapito dei socialisti. Sconfitta per Hollande. E il governo già si prepara: "Pronti ad allearci con il centrodestra".  Borghezio: "Un assaggio dello tsunami che arriverà con le europee"

 

Nel medio evo, credevano che le anguille nascessero dalle criniere dei cavalli morti affogati. Oggi ritengono che il populismo nasca nella società  per gemmazione mutante spontanea dal tronco della politica. Non vogliono capire che il seme del populismo germoglia e cresce a causa della loro politica demenziale. D'altra parte, da dementi saccheggiatori che ci si può aspettare!?

 

http://muhammadisya.blogdetik.com/files/2013/10/10fd5b3b36060adb3e803ee8e9069fec_albert-einstein-saham-1.jpg

1394 14-3-2014   La crisi secondo Albert Einstein

 

Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.

La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progresso.

La creatività nasce dall'angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura.

E' nella crisi che nascono l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie.

Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato.

Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e le difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni.

La vera crisi è la crisi dell'incompetenza.

L'inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie d'uscita.

Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia.

Senza crisi non c'è merito.

E' nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono lievi brezze.

Parlare di crisi significa incrementarla e tacere nella crisi è esaltare il conformismo.

Invece, lavoriamo duro.

Finiamola una volta per tutte con l'unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla.

                                                                                                                 Albert Einstein

 

Vincere facile  1393.  13-3-2014   Vi piace vincere facile, eh??!!

 

http://www.exormaedizioni.com/exorma/wp-content/uploads/2013/05/Cop_Mondra_Grand_Tour_sito.jpg

1392   Bankitalia. Turismo. Nel 2013 si è registrato un avanzo di 12.830 milioni di euro (lo 0,8 per cento del PIL), a fronte di uno di 11.543 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 32.989 milioni, sono aumentate del 2,9 per cento; quelle dei viaggiatori italiani all'estero, per 20.159 milioni, si sono ridotte dell'1,7 per cento. 


Facciamo di Turismo e Beni culturali il ns. settore trainante e non delocalizzabile!

 

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTgpu_jN4aqJw_FTpWoT5v3OQkYyPxjBKQEhmtwf3OJoDvtNw7U_Q

1391  9-3-2014 Il Fatto. Grillo: “L’Italia non ha più ragione di rimanere unita. Sì a macroregioni”. Sul suo blog il leader M5s definisce l’Italia "un’arlecchinata di popoli, di lingue, di tradizioni che non ha più alcuna ragione di stare insieme". Salvini: "Non vorrei che inseguisse la Lega" ma se da lui non ci saranno "solo parole sarà una battaglia comune"

 

Seneca:  Non c’è mai vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.

Comunque, chi non ha strategie ragionate, e' costretto ad andare a tentoni e pensa che per risolvere i problemi basti non farne parlare.

 

 

Bilancia dei pagamenti BdI 17-2-2014

 

http://www.robertochibbaro.it/wp-content/uploads/2013/09/debpu.jpg

 

1390. 14-2-2014  Debito pubblico e governi della repubblica

 

http://www.ilgiornaleditalia.org/resizer/450/350/true/UpkPfA5XLjivqSQ%2BCrr46olQ9HDNO2IYMYBZFuZjals%3D--enrico_letta.jpg

1389 13-2-2014. Realizzazioni del governo Letta:

Governare con Berlusconi: fatto.

Subire il ricatto di Berlusconi sull’IMU: fatto

Aiutare con qualche miliardo (iniziale) le povere banche: fatto.

Confondere gli aiuti ai banchieri con l’abolizione di una tassa per i poveracci (IMU): fatto.

Traditi molti degli impegni elettorali: fatto.      

Si doveva continuare?

 

Leggi e decreti (Copia)

 

 

http://www.expo2015.org/sites/default/files/content/comunicato/2013/10/05/9295/429451_www_gdefon_com.jpg

1387. 8-2-2014   http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2010/10/21/LA9PO_RD407.html 

Saper governare. Cameron ha creato 1,5 milioni di posti di lavoro. Come? Ha licenziato 500mila statali e immediatamente abbassato le tasse, attirando aziende straniere piccole e grandi  come la multinazionale Fiat.

Non saper governare. I governi italiani degli ultimi 20 anni. E gli effetti dell’inadeguatezza  si vedono e si sentono!

Vedremo che cosa inventerà Carlo Cottarelli dopo le pressioni per andarci piano.

 

ASI

1386  -2-2014  Il Fatto. Saggese si dimette per l’indagine su tangenti e appalti. Il presidente dell'Asi rimette il suo mandato nelle mani del ministro dell'Istruzione Carrozza "ribadendo la sua totale estraneità". Nell'inchiesta aperta dal pm di Roma Paolo Ielo sono indagate sette persone. Contestati a vario titolo corruzione e concussione

 

Il sistema diversamente mafioso sta saccheggiando il patrimonio accumulato con il lavoro di due generazioni !  I più intelligenti cominciano a denunciare questo stato di cose. I coglioni che tacciono, sperando di campare così per altri mille anni, verranno travolti.

 

https://lh5.googleusercontent.com/-crudaqBEIcc/Us5X4qAlbZI/AAAAAAAADx8/vwr_dPjLfOg/w650-h434-no/image290.jpg

  1385 5-2-2014 - Oltre all'art. 115 del regio decreto del 1910, viene abrogato anche l'art. 5 1° comma del dlgs del Capo provvisorio dello stato n°691 del 1947:
Art. 5- Il Consiglio superiore della Banca d'Italia non ha ingerenza nella materia devoluta dall'art. 1* a
l Comitato interministeriale.
[
(*) Art. 1. E’ istituito un «Comitato Interministeriale per il Credito ed il Risparmio», al quale spetta l'alta vigilanza in materia di tutela del risparmio, in materia di esercizio della funzione creditizia e in materia valutaria.].

 

Quindi, la nuova Bank of Italy avrà possibilità di ingerenza in materia di tutela del risparmio, di esercizio della funzione creditizia e in materia valutaria.

A parte la vigilanza valutaria, le prime due materie sono assegnate dall’art. 47 alla Repubblica.

 

1384  5-2-2014. M5S. Proposta di legge elettorale.

 

Cominciamo a ragionare su proposte concrete.

 

http://www.renatobrunetta.it/wp-content/uploads/corte-dei-conti.jpg

1383 5-2-2014  AGENZIE DI RATING SOTTO ACCUSA.  Secondo il Financial Times, la Corte dei Conti ha inviato una nota alle agenzie di rating, in relazione al declassamento del 2011: danni stimati per 234 miliardi di euro. Italia contro S&P: non ha valutato il patrimonio artistico. Corte dei Conti: «nessuna decisione presa»

 

Piano piano, ma i nodi arrivano al pettine!

 

https://lh5.googleusercontent.com/-crudaqBEIcc/Us5X4qAlbZI/AAAAAAAADx8/vwr_dPjLfOg/w650-h434-no/image290.jpg

1382  5-2-2014.  Il Cittadino 4-2-2014 Come la Fondazione Mps vuole vendere la sua quota. Antonella Mansi, intervistata da Bloomberg, annuncia di essere in contatto con investitori esteri.

SIENA. La Fondazione Mps è in contatto con potenziali investitori esteri interessati ad acquistare la quota posseduta all’interno del Monte dei Paschi, circa il 33%. Ad affermarlo è il presidente dell'ente, Antonella Mansi, in un'intervista a Bloomberg. Mansi ha anche precisato che "non ci sono trattative in corso con altre fondazioni bancarie italiane" e che la Fondazione ha intenzione di vendere entro Maggio, per recuperare i mezzi necessari al rimborso del debito verso le banche creditrici. Quanto alle indiscrezioni che indicano una trattativa con altre fondazioni bancarie pronte a sostenere l’ente, Mansi ha detto: ”Non c’è mai stata e non ce n'è nessuna neanche oggi”. Non conferma, infatti, che le fondazioni Cariverona e Cariplo siano interessate ad un accordo condiviso.

Come volevasi dimostrare: Bankitalia è diventata appetibile dopo l’approvazione del decreto 133/2013. Entità straniere non residenti nella UE possono arrivarci attraverso l’acquisto di quote di banche italiane.

 

https://lh5.googleusercontent.com/-crudaqBEIcc/Us5X4qAlbZI/AAAAAAAADx8/vwr_dPjLfOg/w650-h434-no/image290.jpg

1381. Il decreto 133/2013 che regala 7,5 miliardi ai nuovi proprietari di Banca d’Italia ha abrogato questo articolo di salvaguardia per istituzioni e  cittadini, presente nella legge sulle banche d’emissione del 1910 (R.D. 28-4-1910):

“Art. 115. (Art. 9, allegato P alla legge 8 agosto 1895, n. 486). Qualora l'ispettore o il delegato, di cui all'articolo precedente, non abbia esercitata la facoltà di sospendere una deliberazione che il ministro del tesoro creda contraria alle leggi, agli statuti e ai regolamenti, il ministro può direttamente sospenderla entro cinque giorni dall'adunanza, prendendo per base la relazione comunicata dall'ispettore e dandone comunicazione all'Istituto interessato.  

Alla sospensione il ministro potrà far seguire l'annullamento della deliberazione stessa, quando questa sia riconosciuta contraria alle leggi, ai regolamenti e agli statuti.”

 

Grande svendita! Grande successo dei nuovi proprietari!

Venghino…venghino… faccino l’affare!

 

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRIMAkGygZ5p9g-zOUcDNed7wnN-Xkp_IKC7HBLHXtf7app-D2Z

 1380   4-2-2014 Il Corriere del Mezzogiorno  Consiglieri, vitalizi più cari degli stipendi E la casta si regala la rivalutazione del 3% In 3 determine il costo dei politici regionali: 21,5 milioni. Ai «pensionati» ne vanno 11 con adeguamenti a vita

 

Assistiamo a corse all'arraff-arraff da parte di spezzoni di casta (Piemonte, Puglia ecc.). Sperano così di formalizzare diritti acquisiti. Usciremo da questa crisi profondamente cambiati, anche in materia istituzionale. Non è detto che quel che oggi è oggetto di diritto acquisito, domani non risulti un capo di imputazione!

 

Banche cdommissariate.TaTanto per essere informati.

 

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTt9cFDLtVsMe7gHXF84u8sCwzQnOxXRXhfBhkOa4K3JotRdsRn

1379 2-2-2014 Il Fatto Facebook Grillo, insulti a Boldrini Grasso: 'Sdegno'. M5s: 'Non nostri'
Offese degli utenti a commento di un post satirico sulla bacheca del comico. Lo staff dei grillini: "Non c'entriamo, già tolto tutto". La presidente della Camera: "Insulti portano violenza". Nel mirino anche Augias

 

Caro Grillo, ci sono decine di ragazzi seri che si impegnano nel M5S con intelligenza e passione. Non rovinare tutto con iniziative buro-paesane di bassa lega! Capisco che può risultare innaturale, ma cerca di trattenerti!

 

 

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRH69GhsW6D66t5eVB-dnK55EuYrt64V0Xs7E4WnzD-aQ8bAOCzFQ

  1378 30-1-2014.Il Fatto.  Nasce 'Fiat Chrysler Automobiles' la sede in Olanda, le tasse in Gb

 

 

   Addio Fiat!  Non è raro che chi è obbligato a pagare il pizzo e può chiudere baracca per cambiare paese, lo faccia.

 

1377   25-1-2014 Il Fatto quotidiano. Francia, Hollande e Valérie si separano. "Iniziativa voluta dal Presidente" 

 

Chi di fica ferisce, di fica perisce!

 

Leonardo

1376 20-1-2014  ADN. ARTE: GRU DI LEONARDO NON HANNO PIU' SEGRETI, CHIARITA COSTRUZIONE ARGANI

      Roma, 20 gen. - (Adnkronos) - Potrebbe quasi sembrare un 'codice' inedito di Leonardo da Vinci per creare spettacolari gru meccaniche: i ricercatori Andrea Bernardoni e Alexander Neuwahl hanno condotto un nuovo studio sui manoscritti dell'artista-scienziato rinascimentale per individuare con precisione i dispositivi ideati per sollevare e spostare materiali anche di grandi dimensioni, blocchi di pietra o marmo fino a 4-5 quintali, soprattutto per costruire case, palazzi, chiese e monumenti.

      Osservatore dalla insaziabile curiosita' e geniale inventore, l'ingegnere Leonardo dissemino' i suoi fogli autografi di disegni che combinavano in maniera geniale viti, leve, piani inclinati, pulegge e argani per creare macchine futuribili: da un potente argano a tre velocita' alla gru girevole con base anulare (ideati da Brunelleschi per il duomo di Firenze), dalla gru strallata alla gru saliscendi, passando per la gru votafossi e il muletto con piattaforma basculante.

      La meccanica elementare delle macchine indagate dalle ricerche di Bernardoni e Neuwahl e' illustrata nel loro nuovo libro ''Tirari e alzari. Macchine da cantiere'', pubblicato da Artes Mechanicae, con la presentazione del professore Carlo Pedretti, direttore dell'Armand Hammer Center for Leonardo Studies presso l'Universita' della California a Los Angeles e della sua sede italiana presso l'Universita' di Urbino. Dallo studio emerge, ad esempio, come l'autore della ''Gioconda'' tento' di dimostrare il vantaggio di un suo nuovo tipo di gru escavatrice per un progetto di canalizzazione dell'Arno.

   Leonardo progetto' anche una gru in legno con una base dotata di ruote che permettevano alla macchina di spostarsi e ruotare agevolmente, con l'obiettivo di caricare e scaricare materiali durante le costruzioni. Fino al dispositivo piu' singolare, un elevatore pirotecnico identificato nel cosiddetto Manoscritto F dell'Institute de France a Parigi: grazie all'utilizzo della polvere da sparo (il motore di fatto era una bombarda), Leonardo aveva progettato una macchina per il sollevamento dei pesi. Il cilindro che costituisce la camera di esplosione e' posto in alto e grazie ad un tubo i gas prodotti dallo scoppio della polvere da sparo confluiscono nella camera espandibile (mantice) sottostante che solleva il carico posto su di essa in modo violento.

      Bernardoni e Neuwahl nel libro ripercorrono la storia delle gru, partendo dall'antichita', fino al rinascimento offrendo una chiave di lettura che compenetra l'interpretazione filologica ad un'approfondita analisi fisico-matematica permettendo una visione piu' completa dei progetti di Leonardo. L'introduzione della grafica computerizzata, consente, infatti, di studiare e verificare il funzionamento delle macchine di Leonardo, fornendo ipotesi basate su verita' storico-scientifiche nel rigoroso rispetto delle fonti.

      Con questa consapevolezza, i due ricercatori presentano quindici schede tecniche (dodici riferibili ai progetti di Leonardo) in cui si integrano ricostruzioni digitali elaborate con tecnica 3D, a schemi di funzionamento che ne descrivono le caratteristiche di costruzione, funzionamento e utilizzo.

 

 

Finora si è sostenuto che a Leonardo è mancata la potenza di un motore da poter utilizzare per le sue invenzioni: aveva inventato anche questo. Gli è solo mancato qualche anno di vita in più.

 

 

 

Napozynde

 

https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR5RjB-dPWddCkbyGngRnSrOC0Ihwl1EupPm9o2awi_5PpdX8M7uQ

1376 17-1-2014  Il Fatto quotidiano.  Mercati finanziari, trovato l’accordo Ue per frenare derivati e speculatori

Bruxelles ha aggiornato la principale norma regolamentare europea in materia, che viene ora estesa anche ad alcune operazioni speculative: dall'high frequency trading alle scommesse sulle materie prime, passando per gli scambi sulle piazze non regolamentate.

 

Davvero pensano di limitare i danni dell’ HFT imponendo mezzo secondo di intervallo tra  due operazioni di compra-vendita?

 

MUTUI IT-EU dati 11-2013  17-1-14

 

https://encrypted-tbn1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRn87GKEt1ixqeQ57OgR9yDSHy0SET4LPU82e9jSAYAp6x4flsW

1375 14-1-2014 Palermo e Venezia,dicembre è deflazione. Lo dice l' Istat, anche se prezzi appena sotto lo zero

(ANSA) - ROMA, 14 GEN - Prezzi in discesa a Palermo e Venezia, dove si può tecnicamente parlare di 'deflazione', termine che indica il calo su base annua. Dal monitoraggio dell'Istat sulle città capoluogo di Regione, emerge infatti come a Venezia e Palermo i prezzi al consumo si siano ridotti a dicembre dello 0,1% rispetto all'anno precedente. Il tasso è appena sotto lo 'zero' ma 'ufficialmente' si può già dichiarare deflazione.

 

Ormai ci siamo. In assenza di azioni di governo adeguate, psicologicamente siamo arrivati a considerare essenziale rivedere individualmente i livelli di spesa di tutti i giorni. Eventuali aumenti di reddito verranno tesaurizzati.

Ecco gli effetti di governi capaci solo di mantenere caste, vassalli, valvassori e valvassini! Ora si lamentano perché le economie di altri paesi paesi (pur se in difficoltà) sono alimentate da un certo livello di domanda interna, mentre gli Italiani non spendono!

 

Debito e governi 14-1-2014

 

http://ec.l.thumbs.canstockphoto.com/canstock14833458.jpg

 

1374 4-1-2014  Il Fatto quotidiano Rimpasto, Renzi: "Fassina? Fassina chi?" E il viceministro si dimette in polemica. Il segretario del Partito democratico scarica in conferenza stampa il numero due dell'Economia che aveva chiesto un cambio nella squadra di governo dopo la vittoria del sindaco alle primarie

 

Renzi-Fassina. Ma avete seguito bene la registrazione della vicenda o si va dietro a giornalisti che non sanno più che cosa scrivere?

 Più volte Renzi ha fatto ripetere agli intervenuti le domande. Evidentemente l'audio era difettoso. 2) Non dice assolutamente "Fassina chi?!" Ecco la conversazione: ".. rimpasto?... qualcuno dovrebbe aver ribattuto "..Fassina.." (non sente bene). Anche in questo caso Renzi chiede di ripetere: ".. Chi?". Ecco quanto si ricava dai video messi in onda. Se poi c’è altro non mi è dato sapere.

Ecco il video:  www.youtube.com/watch?v=o1u5GW1XdOs 

Ma "l'uomo sciocco vede quello che vuol vedere!" sosteneva il mio prof di filosofia mezzo secolo fa!

 

 

 

http://images.gloker.com/3995-le-nomine-nelle-aziende-partecipate.cover.jpg

1373   26-12-2013   Centro Studi Confindustria. (Dicembre 2013) Costoso il “capitalismo pubblico”.(Pag. 96) “ La banca dati CONSOC, istituita presso il Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, indica che, nel 2012, erano 39.997 le partecipazioni possedute da amministrazioni pubbliche in 7.712 organismi esterni. L’onere complessivo sostenuto dalle Pubbliche  amministrazioni  per  il  mantenimento  di  questi  organismi  è  stato  pari complessivamente a 22,7 miliardi, circa l’1,4% del PIL. Si tratta di cifre consistenti che meritano attenzione. Infatti, gran parte di questi organismi sono nati, a livello locale, per aggirare i vincoli di finanza pubblica, in particolare il patto di stabilità interno, e come strumento per mantenere il consenso politico attraverso l’elargizione di posti di lavoro.

Naturalmente non tutti gli organismi rispondono a queste logiche. Di certo, però, il modo e l’intensità con cui il fenomeno si è sviluppato confermano l’anomalia. In generale, sarebbe prioritario dismettere gli enti o comunque azzerare i costi per le pubbliche amministrazioni di quegli organismi che non producono servizi di interesse generale.

Incrociando la banca dati CONSOC, che riporta le società partecipate da tutte le PA, la quota di partecipazione, la PA partecipante e l’onere a carico di quest’ultima, con la banca dati AIDA è stato possibile associare alle partecipate i loro bilanci e il codice ATECO per capire cosa realmente producono.

I dati mostrano che oltre la metà degli organismi non sembra svolgere attività di interesse generale, pur assorbendo nel 2012 il 50% degli oneri sostenuti per le partecipate: circa 11 miliardi di euro.

Più in generale, considerando anche gli organismi che producono servizi di interesse generale, oltre un terzo delle partecipate ha registrato perdite nel 2012, e ciò ha comportato per la PA un onere stimabile in circa 4 miliardi. Il 7% degli organismi partecipati ha registrato perdite negli ultimi tre anni consecutivamente con un onere a carico del bilancio pubblico che è stato pari a circa 1,8 miliardi. Sono numeri straordinari che il Paese non può permettersi”.

 

Fate un calcolo: altrettanti Presidenti, Consigli di amministrazione, Revisori dei conti, Segreterie, uffici amministrativi, uffici stampa ecc.

 

 

https://scontent-a-cdg.xx.fbcdn.net/hphotos-frc3/1511004_524342930994957_1987407961_n.jpg

 

http://4.bp.blogspot.com/-_zxjaltN0W8/Tv5AY1AkrKI/AAAAAAAAAn8/mppkFSn3s48/s1600/rapporto%2Bspsn.JPG

 

https://encrypted-tbn1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRVwR0sHsH89J3IdpLolh-TfzcNrN3eJldTDYS-oUy-SMVnwgAr

1372  20-12-2013 Il Fatto. L'ex banchiere Modiano: "Con prelievo forzoso al 10% gettito di 113 miliardi"

 

E' l'ennesimo pressante invito indirizzato ai ritardatari a far espatriare i capitali "ancora" depositati in Italia!?

 

1371  17-12-2013  Osservatorio antitrust.  La Commissione europea pubblica le decisioni sui cartelli dei derivati euribor e libor

 

Povere banche, già massacrate da una atroce  concorrenza reciproca!!! Si tratta di banche del Nord e del Centro Europa, ma certamente gestite da manager greci, spagnoli, italiani, portoghesi!! Soprattutto italiani.

 

 

MUTUI IT-EU 12-12-2013 Dati OTT. 2013

 

https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR0zxFJ0_BIVxq0L7gERVEgeS32G9hCWY_3q1YNUw0fwlbGICjOFg

1370   6-12-2013 Il Fatto.  Cassa Depositi e Prestiti, nuova infornata di politici dopo Fassino. Nominata la Commissione di Vigilanza della società che gestisce i risparmi postali degli italiani. Tra i membri effettivi il numero uno dell'organizzazione del Pd, Davide Zoggia.

Esattamente come nel gioco degli scacchi: una volta si riteneva vincente l’occupazione fisica del centro della scacchiera (Parlamento e istituzioni). Oggi si è capito che l’importante è dominare il centro senza occuparlo (banche e finanza).

 

https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQtMLbUT1oHtcjNiplhtrhN8PObpfJus7gfYzTFJhpiRyXsjgSA

1369    27-11-2013

ESPULSO IL PREGIUDICATO

Aula di Palazzo Madama approva la decadenza da senatore di Silvio Berlusconi (cronaca ora per ora)Palazzo Grazioli, l'ex premier attacca: "Democrazia in lutto, la sinistra mi porta davanti al plotone".

 

Dunque, dove eravamo rimasti…?

 

 

BdI Economia naz. 21-11-2013

1368. 21-11-2013 l declino inevitabile di una società che non investe e la cui domanda crolla con inevitabile ripercussioni sui consumi.

Ma i ns. grandi statisti sono impegnati nei miserabili problemi della casta.

 

Fonte Bankitalia.

 

 

https://encrypted-tbn1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRLPRv2H3G_9pR7ooPFBJGMEnPYhOPBFicSLm3CR4fVh0KG2Nro3Q

 

1367 21-11-2013  Vicenda carriera Cancellieri. L'allineamento/figuraccia di #Renzi#Civati#Pittella e#Cuperlo ha dimostrato che le cose non "possono e non devono" cambiare, neanche con gli sfasciacarrozze. Alla fine, come in altre circostanze, a rimetterci è sempre il PD.

Gli aspiranti gestori new wave chiedano almeno pubblicamente a #Letta il perché della inamovibilità/preziosità/intoccabilità della Cancellieri!

 

Debito e governi 13-11-2013

 

http://www.agenziaeuropanews.com/immagini/Bart%20e%20Homer%20agenti%20segreti.jpg

1366 3-11-2013  Il Fatto. Datagate, scoperta una rete europea di spionaggio. Germania, Francia, Spagna, Svezia. Supervisione della Gran Bretagna. "Servizi italiani litigiosi"

 

Questi invece sanno delinquere senza litigare.

 

http://blog.rassegna.it/blogs/rassegnados/image/vignette%20Lorenzo%20Pierfelice/ManiPulite.jpg

 

1365 Piercamillo Davigo: “Coloro che sono preposti alla repressione penale svolgono quello che in natura fanno i predatori: migliorano la specie predata. Abbiamo preso le zebre lente e sono rimaste quelle veloci” 

 

Come i virus e batteri che utano verso forme più resistenti: sono presenti soprattutto negli ospedali, dove tutti i ricoverati sono sotto l’ombrello degli antibiotici e antivirali: i virus e i batteri che sopravvivono risultano molto più resistenti di genitori e nonni.

 

http://www.ilsussidiario.net/new/img/alitalia_logoR375_20ago08.jpg

1364. 30-10-2013  Il Fatto quotidiano Alitalia-in-bilico-francesi-non-investono-piu-crediti-bancari-a-rischio

 

Sono 15 anni che in questo paese non si investe più, né da parte delle imprese né da parte dello stato. Gli investimenti pubblici sono passati dai 37,4 mld del 2004 ai previsti 18 del 2013. Se nel nostro futuro non abbiamo fiducia noi, mi spiegate perché dovrebbero averne gli stranieri ed investire?

 

 

Italiani che “campano” di politica

Da una ricerca della UIL

Parlamento italiano + membri del governo

1.067

Parlamento europeo

73

Regioni

1.356

Province

3.853

Comuni

137.660

TOTALE ELETTI + membri del governo

144.009

 

 

Aziende pubbliche:

 

Consiglieri di amm.ne

24.432

Collegi revisori e sindaci

44.165

Supporto politico

38.120

Apparato politico

390.120

Incarichi e consulenze

487.949

TOTALE AZIENDE PUBBLICHE

984.786

 

 

TOTALE “dipendenti dalla politica”

1.128.795

.

 

 

http://www.panorama.it/images/p/r/19786639-1/premio-italo-calvino_h_partb.jpg

 

1363 26-10-2013. Italo Calvino (profeta!). Apologo dell’onestà nel paese dei corrotti. 1980.

 

Diffondete!

 

http://digilander.iol.it/emcalvino/Sicilia/Minghetti.jpg

 1362    22-10-2013 Marco Minghetti “Della economia pubblica e della sua attinenza colla morale e col diritto” libri 5”  1859

 

 

1361  Il Corriere della Sera 21-10-2013. Fusione-nucleare-nuovi-passi-avanti-Francia-USA

 

Dai ché fra un po’  ci siamo!

 

http://www.dagospia.com/img/foto/11-2012/intercettazioni-201468_tn.jpg

1360 21-10-2013 Il Sole 24 Ore Datagate, Le Monde: registrate anche telefonate francesi. Il Messico attacca Usa per spionaggio email presidente . Su un periodo di 30 giorni, dal 10 dicembre 2012 all'8 gennaio 2013, 70,3 milioni di registrazioni di telefonate francesi sono state eseguiti dalla Nsa.

 

Non riesco a capire quale sia la notizia.

 

 

http://www.gazzettahockey.it/images/content/322870_5050_2_S_0_600_0_3086905/banda-bassotti.jpg

1359  15-10-2013  Il Fatto. Crisi, metodo Cipro in tutta l’area Euro? “Fmi pensa a prelievo temporaneo del 10%”. Ad avanzare l'ipotesi è il quotidiano belga L'Echo: "Fondo Monetario Internazionale pronto a intervenire "temporaneamente" nei 15 paesi della zona euro come veicolo per affrontare i problemi di sostenibilità del debito pubblico"

 

Proposta geniale di soluzione finale, senza inventarci addebiti forzosi cari al FMI: i conti attivi passano automaticamente a conti in rosso con pari saldo ma con segno negativo. Le banche potranno così richiedere a tutti il rientro immediato pena pignoramento degli immobili di proprietà.

 

1358. 14-10-2013 Il Sole 24 Ore. Società pubbliche senza freni: crescono ancora posti e spese La galassia delle società controllate è sempre più vasta: nel 2012 gli enti partecipati dallo Stato o dagli enti locali sono cresciuti dell'8%, raggiungendo quota 7.771. Alcuni con oltre 50 consiglieri. 19mila consiglieri oltre migliaia di dipendenti. Costo 15 miliardi di euro.

 

Ora è difficile cacciare via questi parassiti! Non tutti sono parassiti? Benissimo! Chi ritiene di non esserlo si ribelli contro i colleghi accomodatisi al desco per meriti speciali!

 

1357 13-10-2013 ADN. BANCHE: BANKITALIA, 103,8 EURO SPESA MEDIA, COSTI EFFETTIVI PER CLIENTI

Roma, 12 ott. (Adnkronos) - L'indagine sui costi dei conti correnti di Bankitalia, che indica una spesa media per la gestione di un conto corrente di 103,8 euro nel 2012, si riferisce agli oneri e commissioni, diversi dagli interessi, effettivamente addebitati ai clienti. Tornano a puntualizzarlo fonti di Bankitalia, dopo le nuove polemiche alimentate dalle associazioni dei consumatori. I loro calcoli, si fa notare, fanno riferimento all'Isc, l'indice sintetico di costo, che non e' il costo effettivamente addebitato ai clienti. (Sec-Fin/Ct/Adnkronos)

 

Invece, noi abbiamo valutato i costi prendendoli dall’Indice sintetico di costo del Conto corrente” che tutte le banche devono indicare per i loro servizi. Chissà perché qualcuno ha imposto alle banche di indicare questa informazione?

Banca d’Italia calcola i costi (tranne gli interessi passivi) rifacendosi agli addebiti effettivi presenti sugli estratti conto, E’ chiaro che, in tal caso, tutti i conti correnti in convenzione avranno condizioni e addebiti ridotti (si pensi ai costi affrontati da deputati e senatori per i loro conti aperti presso gli sportelli bancari di Camera e Senato).

E’ come se le rilevazioni dell’Istat relative ai costi degli alimentari non si rifacessero ai prezzi esposti in negozio, ma detraesse gli eventuali sconti fatti alla clientela.

Aspettiamo le rilevazioni del commissario  M. Barnier.

 

http://www.afnews.info/wordpress/wp-content/uploads/2011/04/Bassotti-di-Cavazzano.jpg

1356  9-10-2013  Inizia il saccheggio dei risparmi postali !!!! 


ADN. CONTI PUBBLICI: SACCOMANNI, VENDITA IMMOBILI PER 500 MLN A CDP
Roma, 9 ott. (Adnkronos) - Gli immobili dello Stato, attraverso
 cui recuperare 500 mln per la correzione del deficit, ''verranno venduti a Cassa depositi e prestiti''. Lo afferma il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, nella conferenza stampa che segueil Cdm.

 La correzione del deficit, spiega Saccomanni, ''equivale in termini di fondi a 1,6 mld e, contrariamente a tutto quello che si e' sentito in queste ultime ore sui modi di copertura che hanno utilizzato fondi, non propriamente corrette'', le risorse arriveranno dalla dismissione degli immobili, pari a 500 mln, e dagli tagli dei ministeri pari a 1,1 mld.
In particolare i tagli verranno effettuati su ''spese rimodulabili, che sono ancora oggetto di discrezionalita' da parte dei singoli ministeri e vengono fatti con l'esclusione dei ministeri dellaricerca, dell'istruzione e della sanita'''. I tagli saranno ''attuati in forma piu' o meno lineare, con qualche margine di flessibilita'''. 
In questi tagli ''c'e' un volume di trasferimenti che vengono fatti agli enti locali''.
In merito alle voci circolate, su possibili coperture derivati dall'aumento delle imposte, ''spero che questo genere di informazioni prima di essere messe in circolazione vengano verificate con chi puo' dare indicazioni piu' corrette in questo senso''. Saccomanni ha criticato il ''bombardamento di notizie'' non vere.

 

http://www.ludicer.it/images/banda_bassotti.gif

1355  8-10-2013 La Repubblica 8-10-2013. Il giallo dei verbali segreti Fmi: "Banche salve a spese della Grecia". Il Wall Street Journal pubblica i documenti riservati della riunione del maggio 2010 in cui venne dato l'ok al primo salvataggio. In quell'occasione più di un terzo del board si oppose al progetto: "Affossa Atene solo per consentire agli istituti di credito di tagliare la loro esposizione". Il via libera grazie ai voti Ue e Usa. di ETTORE LIVINI

 

Ma con che coraggio si continua a parlare di “errore?!” Mi au8guro che qualche Procura della Repubblica greca apra un fascicolo sulla vicenda.

 

 

1354  5-10-2013  Basterebbe copiare i compiti da chi li ha già fatti!


Platone. La Repubblica.

Dal Libro VII.  La timocrazia
Ci sarà un conflitto fra chi ha sete di guadagno e chi ama le antiche istituzioni, che verrà risolto privatizzando e spartendo la terra e riducendo i semplici cittadini a perioikoi e servi. Così nasce la timocrazia, che conserva, della costituzione precedente, l'onore per i magistrati e la vita comunitaria dei guerrieri, ma è dominata non da filosofi, ma da uomini rozzi, che si preoccupano solo della guerra e della ginnastica. La città è dominata dall'elemento "irascibile" (thymoeides), e dunque da uomini avidi di timé, e, nascostamente, anche di ricchezze (soprattutto da vecchi) e piaceri. Nel mondo timocratico, rinasce la famiglia privata: anche il figlio di una persona perbene, poco avida di prestigio sociale e denaro, sentirà, fin da giovane, madre e servi biasimare il padre come inetto, e diventerà ambizioso e superbo: questo è il tipo d'uomo che corrisponde alla timocrazia.

 

Lampedusa e Lampione.

1353. Pietà per i migranti morti nel mare di Lampedusa.

 

 

Ho una proposta.

 

Attrezziamo, ampliandola, l’isola di Lampione (disabitata), 10 miglia  a ONO  di Lampedusa, per accoglienza e smistamento. L’isola, gestita dalla UE dovrebbe costituire l’approdo specializzato e attrezzato con i servizi di prima accoglienza e di gestione dei migranti.

 

 

1352   29-9-2013   Ultime cartucce di un provinciale arricchito.

“De Peracottaribus”  summa

 

http://www.comune.modena.it/cultura/bonvi-parken/galleria-fotografica/sturmtruppen-4/image

1351 23-9-2013  Il Fatto Quotidiano. Germania, in Europa solo Berlino può truccare i conti sul debito

In aperta violazione del Trattato di Maastricht, il governo ha fatto ricorso all'indebitamento pubblico per abbattere il costo del lavoro. Conteggiando anche il buco della Cassa depositi e prestiti tedesca (Kfw), si sfiora il 100% nel rapporto deficit/Pil. E la Bundesbank elude il divieto di acquisto di titoli di Stato sul mercato primario. di Alberto Bagnai 

 

Bugiardone! Queste cose i Tedeschi non le fanno!

 

 

 

Spesa e investimenti pubblici, spesa corrente, Capacità di spesa e governi della Repubblica 2001-2012

Fonte: Eurostat e Centro studi di economia reale

 

……………

 

2001.

2002.

2003.

2004.

2005.

2006.

2007.

2008.

2009.

2010.

2011.

2012.

2013

  2012/2001

Invest.nti pubblici

 in miliardi

37,4

35,9

34,1

33,1

30,7

28,6

25,3

22,6

20,2

18,9

- 46 %

(2004-2012)

Spesa pubblica

In miliardi

536

 

 

 

 

 

 

 

 

 

805

+50,2 %

… di cui spesa corrente

485

 

 

 

 

 

 

 

 

 

759

+56,5 %

CdS delle famiglie

(UE 28 = 100;

Media AreaEuro = 108 )

119

113

112

107

106b

105

104

105

104

101

100

99

- 16, 8 %

GOVERNI

2° Berlusconi

2° Prodi

3° Berlusconi

Monti

Letta