IMMAGINE 1

 

PRIVILEGIA NE IRROGANTO

 Di Mauro Novelli 

A c t a    d i u r n a

      NOVEMBRE 2021    

Home

Il PuntO

La PignattA

Il ConsigliO

Ictus

Acta Diurna

Acta Diurna Albo Lapillo signanda

Cronologica

Biblioteca

Democrazia 2.0

 

In nero e in grassetto i miei commenti

 

 

ACTA DIURNA   30   Novembre  - 1° Dicembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(3) RIVOGLIAMO I DEMOCRISTIANI ORIGINALI !

1-12-2021 Il Fatto. Decreto fisco, passa l’emendamento del Pd che esenta dalla Tari basiliche e altri edifici della Chiesa. In contrasto con la Cassazione.

Monogramma 1 Che ss'ha da fa' pe' sopravvive!  Non essendo in grado di fare politica, si ripesca tutto il peggio della prima repubblica.

(2) BERLUSCONI SBAGLIA MOSSA PER ECCESSO DI ZELO: CENSURA I SUOI TALK SHOW.

1-12-2021 La Stampa. Sospesi i programmi di Del Debbio e Giordano su Rete 4: Berlusconi ferma i talk sovranisti. A ridosso del decreto sul Super Green Pass e la partita per il Colle interviene l’ex premier: «Basta no vax sulle reti Mediaset». Francesco Olivo

Siccome danno fastidio agli altri statisti, li toglie di mezzo. Cupio dissolvi.Monogramma 1 Berlusconi ritiene di accreditarsi come centrista papabile al Quirinale, censurando Giordano e Del Debbio. Solo un miope politico può pensare che, eliminando trasmissioni invise alla sinistra amministrativa, può conquistare voti centristi con mossa dittatoriale da padrone/presidente della Repubblica delle banane. Al contrario, con questa decisione  dimostra tutta la sua inadeguatezza a ricoprire il ruolo di presidente della Repubblica Italiana. Forse recupererà qualche voto di qualche sherpa parlamentare che non vuole andare a casa né perdere la pensioncina, ma  colora di grigio scuro la sua figura di politico già abbastanza  impresentabile e scialba. Devastata l’immagine del figlio Piersilvio, presidente un po’ così. 

(1) GREEN PASS: LE  NUOVE REGOLE.

30-11-2021 PMI Green Pass e Super Green Pass dopo il vaccino: rilascio, durata e validità. di Barbara Weisz

 

ACTA DIURNA   29 - 30   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(4) “ULTIMI GIAPPONESI IN MAGISTRATURA”.

30-11-2021 Il Tempo. Luca Morisi, tutto come previsto: la Procura chiede l'archiviazione. E resta l'ipotesi della trappola politica

Monogramma 1 Per la verità, pensavo che in magistratura, gli ultimi  Giapponesi – orfani a loro insaputa del “Palamara mode”- fossero del tutto assenti. Invece è già il secondo pescato in poco tempo.

Di seguito, il primo.

25-11-2021 MicroMega. Lo scandalo del giudice che giustifica la sharia. Per il sostituto procuratore di Perugia Franco Bettini le violenze su una donna passerebbero in sott’ordine se c’è di mezzo la religione. Maria Mantello 

(3) DOPPIAMENTE COGLIONI!

30-11-2021 La Repubblica. Ritirati i suggerimenti linguistici.

Monogramma 1 Coglioni doppi. Potevano chiedere il pari trattamento e pretendere dall’Arabia Saudita di non parlare di Ramadan e ad Israele di non parlare di Yom Kippur.  I barbari di Bruxelles andrebbero evangelizzati meglio. Non ce li meritiamo così sprovveduti!

(2) CINQUESTELLE, SÌ! MA MICA SCEMI!

30-11-2021 Linkiesta. Uno su due per mille ce la fa. La storia dei Cinquestelle andrebbe studiata a scuola, nell’ora di educazione civica. Francesco Cundari. Quale scrittore avrebbe saputo inventare un migliore apologo sulla doppia morale dei moralisti da bar, sull’inaffidabilità e la cattiva coscienza di chi cerca di farsi strada alimentando pregiudizi e luoghi comuni sulla politica e le istituzioni?

Risultato

30-11-2021 Il Mattino. M5S, sì al 2x1000: a favore il 71%. Ma votano solo in 34mila ..

(1) PAGHIAMO QUESTI COGLIONI?

  30-11-2021 AGI. L'Ue all'Agi: "Non vietiamo la parola 'Natale', è nostro patrimonio". La Commissione vara le nuove linee di comunicazione su etnia, genere e religione, poi spiega meglio.

29-11-2021 HuffPost. L'Ue consiglia: "Via riferimenti al Natale". In Italia insorge il centro destra

 

30-11-2021 Il Giornale. Rivolta contro Bruxelles. Così in due anni è nato il bavaglio buonista. È bufera sulle "linee guida Ue" del linguaggio inclusivo. Interrogazione di Tajani: lesa la libertà. Francesco Giubilei

 

Monogramma 1 No , non è una fake news. Ma si rendono conto della violenza di messaggi simili? Stanno tranquilli solo perché si crogiolano in una cuccia calda, mentre  chi osa criticare la UE è tacciato di eresia e messo al rogo mediatico, politico e sociale. Ma permettetemi di dare dei “coglioni con non più di due o tre neuroni e con sinapsi ossidate” agli autori  della pièce.

Ebbene sì! Paghiamo i coglioni scelti accuratamente tra i coglioni del bigonzo!

Attenzione! Il problema non è il Natale. Il problema deriva dal fatto che gli ispiratori, gli estensori e chi quella guida ha approvato considerino “gli altri”, cioè coloro che leggono articoli “normali” e non accomodati dai criteri della guida ,  alla stregua di  minus habentes da mettere sotto tutela, da proteggere  perché considerati non in grado di esprimere un minimo di discernimento. Insomma dei diversamente umani, dei sub umani.

 

ACTA DIURNA   28 - 29   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(6) L’INFLAZIONE CRESCE TROPPO IN FRETTA?

29-11-2021 Italia Oggi. Germania, a novembre l'inflazione balza al 6%. Dal 4,6% di ottobre. La stima preliminare supera la previsione media di un +5,5%. Secondo gli esperti, il dato di inflazione di dicembre potrebbe essere un nuovo record dalla riunificazione tedesca.

29-11-2021 Italia Oggi.  Industria, balzo dei prezzi alla produzione su base annua: +20,4%. Lo ha reso noto l'Istat spiegando che la forte crescita "è spinta dai rialzi dei prezzi dei prodotti energetici, particolarmente marcati sul mercato interno, dove si rilevano aumenti eccezionali per energia elettrica e gas". A livello mensile l'aumento è del 7,1%

(5) SUI MIGRANTI. I GIOVANI

29-11-2021 AGI Le sirene dei social che attirano i giovanissimi migranti in Italia. I minori stranieri non accompagnati sono in costante crescita. AGI ha visitato a Genova il centro "Galata": 20 posti, tutti pieni

(4) POLITICI. MEGLIO NON MUOVERSI.

29-11-2021 Linkiesta. Chi controlla i controllori. Il Covid, le diseguaglianze e quel tram che si chiama desiderio di non fare un cazzo. Francesco Cundari. Cari ministri, sindaci e aspiranti leader del centrosinistra, se non siete in grado di chiedere a un controllore di verificare il green pass, almeno risparmiateci le chiacchiere su come volete cambiare la società italiana, i trattati europei e l’economia mondiale

 Monogramma 1 Non fare nulla ottiene vari risultati:

- nasconde l’inadeguatezza della classe dirigente: trasforma il “saper fare poco” in un più nobile “poter fare poco”.

- ottiene  il gradimento e, quindi, il consenso politico della classe medico-clinica che mantiene la sua centrale influenza sociale  conquistata – anche mediaticamente - con la pandemia;

- mantiene in uno stato di paura e, quindi, di sudditanza i cittadini:  si vedano i commenti tragici sulla variante Omicron che per i vaccinati  risulterebbe, al contrario, una semplice influenza;

- alimenta  incertezze e timori che portano la popolazione a giustificare e ad accettare senza dar fastidio lo stato di emergenza.

-  giustifica, come situazione di risulta, le spinte e le pressioni perché Mattarella accetti il secondo mandato a tempo, allo scopo di evitare “pericolose” forme di espressione democratica, come elezioni e votazioni.

(3) TRILATERAL COMMISSION

è  Commissione Trilateral. I membri. Settembre 2021

è Commissione Trilateral (1975): La crisi della democrazia.

Monogramma 1 Nel documento del 1975, molto interessante l’elaborato  relativo all’Europa

(2) LA UE E IL GIOCO DI PUTIN.

28-11-2021 Formiche.net. di Stefano Stefanini. Gas, migranti, Omicron. Il grande gioco europeo di Putin. Dall’Ucraina alle forniture di gas, dalla crisi dei migranti al confine con la Bielorussia alla nuova fragilità delle istituzioni Ue di fronte alla variante Omicron. Vladimir Putin ha un’occasione d’oro per mettere l’Europa sotto pressione. E sta incontrando poca resistenza. Il commento dell’ambasciatore Stefano Stefanini

(1) PATTO DEL QUIRINALE. MEDITERRANEO, LIBIA, SAHEL

28-11-2021 Formiche.net. di Armando Sanguini. Ora un patto per Libia e Sahel. Gli scenari di Sanguini. Il Trattato del Quirinale tra Francia e Italia può e deve esplicitare i suoi effetti anche sulla fruibilità dell’intero mar Mediterraneo, dalla Libia al Sahel fino alle tensioni israelo-palestinesi. L’analisi dell’ambasciatore Armando Sanguini, Senior Advisor Ispi

 

ACTA DIURNA   26 - 27   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

(8)  PARTITI POLITICI: AZIENDINE IN MANO AD INADEGUATI.

26-11-2021 Il Corriere della Sera. I partiti persi nel mare delle parole. di  Ernesto Galli della Loggia . La politica senza idee. Una riforma che sottragga la Rai al dominio dei partiti non si farà mai, significherebbe la crisi del sistema politico

Monogramma 1 Anche Galli della Loggia mi si fa qualunquista!

(7) FRANCIA – ITALIA. LIBIA: UN PROBLEMA APERTO

27-11-2021 Formiche.net. di Francesco Bechis. Draghi, Macron e la prova del nove in Libia. Parla Massolo. Intervista a Giampiero Massolo, presidente dell’Ispi e già direttore generale del Dis. Con il Trattato del Quirinale nasce una stanza di compensazione tra Francia e Italia, dalla Pa francese c’è una lezione da imparare. La Libia il test più difficile, forse è tardi per rimediare. Ora bisogna chiudere il triangolo con Berlino

Monogramma 1 Problema aperto e, forse, compromesso per entrambe le nazioni. Sarkozy ha dimostrato un q.i. molto basso.

(6) IDROGENO. RIVOLUZIONE. IN ATTESA DELLA FUSIONE ?

27-11-2021 Linkiesta. Da Greenkiesta Paper. Produzione, stoccaggio, trasporto: così avverrà la rivoluzione dell’idrogeno. Dario Ronzoni. Viaggio al centro della “H2 revolution”, tra chilometri di tubature, navi alimentate con ammoniaca ed elettrolizzatori, i dispositivi da cui verrà il 60 per cento dell’idrogeno del 2050. Un estratto dall’ultimo numero cartaceo di Greenkiesta Paper.

(5) COVID.  ECCO LA VARIANTE “OMICRON”

27-11-2021 Linkiesta. Che cosa sappiamo finora sulla variante sudafricana I contagi sono ancora una percentuale piccola rispetto ai numeri della Delta, ma la pericolosità e la contagiosità della nuova versione del virus sono ancora da valutare. La proteina spike presenta molte mutazioni, e queste potrebbero aiutare il virus a eludere la risposta immunitaria del corpo e rendere il covid-19 più trasmissibile

(4) CINA: IL SISTEMA E PIU’ EFFICIENTE. QUINDI ?

26-11-2021 HuffPost. Un piano triennale per il sorpasso tecnologico cinese

Xi Jinping vara la strategia che punta a rivoluzionare il settore tecno-scientifico cinese By Marco Lupis

Monogramma 1  I potentati internazionali occidentali  - politici, economici o finanziari che siano – della democrazia non si sono mai interessati se non per scavalcarla. Oggi scoprono che la Cina nel giro di due o tre lustri sopravanzerà tutti in tutti i settori. Non sono in grado di contrastare il suo cammino e per far sì che i cittadini del mondo la giudichino negativamente  ne evidenziano, falsamente scandalizzati,  la mancanza di democrazia.  Non a caso Biden vuole organizzare i paesi (più o meno) democratici proprio contro  Pechino. Ma è troppo tardi: il ferreo principio vigente  nei paesi soprattutto anglosassoni in base al quale, al loro interno deve applicarsi la migliore democrazia che negli altri paesi può essere tranquillamente violata, è troppo radicato e perfezionato. E i meccanismi finanziari posti in essere dall’Occidente (meglio, dagli Anglosassoni)  sono ormai troppo consolidati e dominanti  per accogliere criteri di democrazia  nel loro sistema di funzionamento. E proprio sul loro campo la Cina li batterà: è sul loro terreno, dal quale i nostri potentati hanno accuratamente tenuto alla larga i cittadini e le istanze democratiche, che Pechino può dimostrare la sua superiorità futura.  E l’Occidente che grida alla dittatura dopo aver massacrato il mondo con i suoi criteri economico-finanziari incontrollabili e incontrollati, non è credibile. Fa la figura  del  prevaricatore che  grida allo scandalo se prevaricato.

è Commissione Trilateral (1975): La crisi della democrazia.

(3) LAZIO. VICINO A DISCARICHE +38% DI TUMORI.

26-11-2021 DIRE. Studio choc nel Lazio: vicino alle discariche +34% di tumori, i più colpiti i bambini. Emiliano Pretto. La pubblicazione sull'International Journal of Epidemiology risale al 2016, furiose le associazioni: "Perché non è stato reso noto prima?"

Monogramma 1 Una politica non più in grado di decidere genera solo disastri. Qui occorrono i termovalorizzatori di ultima generazione, ma i partiti hanno paura della perdita di consenso. Non ci meritiamo questa classe dirigente.

(2) SUL TRATTATO DEL QUIRINALE

26-11-2021 Piccolo dossier da Formiche.net:

·        Sul Trattato l’ombra dell’altro Quirinale. Parla Marc Lazar. Intervista al politologo della Luiss: Macron è il più filoitaliano dei presidenti francesi, come lui solo Mitterand. Il Trattato ha un’ambizione europea, ma sull’intesa si staglia l’ombra dell’altra partita del Quirinale. Con Le Pen e Meloni alle politiche, addio accordo di Francesco Bechis

 

·        Trattati bilaterali per rilanciare l’Ue? Solo ad una condizione. Nones (Iai) spiega quale. Intervista a Michele Nones, vice presidente dello Iai, sulla cooperazione tra Italia e Francia, sulle novità che riguardano la Difesa e sull’effetto che il nuovo trattato avrà nelle dinamiche europee. Il prossimo passo? Un accordo simile con la Germania di Stefano Pioppi.

 

·        Quirinale, un Trattato alla pari. Il bilancio di Piero Fassino. Il presidente della Commissione Esteri della Camera sul Trattato tra Italia e Francia: è un patto alla pari, ne avevamo bisogno. Dall’industria alla Libia, mettiamo via la retorica delle accuse e stringiamo un asse Roma-Parigi. Ora manca solo un tassello… di Francesco Bechis

·       La Difesa nel Trattato del Quirinale. Cosa lega Italia e Francia. Le formule utilizzate sono abbastanza morbide, tali da rappresentare un impegno alla cooperazione senza generare particolari vincoli. La novità più rilevante è il Consiglio italo-francese di Difesa e Sicurezza, mentre sull’autonomia strategica si chiarisce la complementarietà alla Nato. Sul fronte industriale l’impegno è per “alleanze strutturali”, mentre per lo Spazio c’è un accordo ad hoc. di Marco Battaglia e Stefano Pioppi

·        Quale Spazio tra Roma e Parigi? Ecco cosa dice il trattato. In conferenza stampa a Villa Madama, Draghi e Macron hanno annunciato un nuovo accordo dedicato alla cooperazione spaziale. Il testo non è ancora pubblico, ma si attendono chiarimenti sui rapporti bilaterali e, soprattutto, sul delicato tema dei lanciatori. I negoziati sono stati “intensi”, ha detto il premier italiano. L’accordo ha “portata storica”, ha aggiunto il presidente francese. di Luigi Romano.

 

 

Monogramma 1 Suggerimento agli amici Francesi: so che per voi è quasi impossibile, ma se riusciste ad abbandonare il vostro complesso di inferiorità nei confronti dei Tedeschi e quello di superiorità nei confronti degli Italiani, potreste rappresentare una mirabile sintesi dei valori fondanti dei futuri Stati Uniti d’Europa.

(1) OMICRON. CHIUSI GLI  AEROPORTI MA NON I PORTI.

26-11-2021 AGI. "Chiusi i voli dal Sudafrica ma i porti sono dimenticati". L'allarme del sottosegretario Molteni. Nicola Molteni, sottosegretario all'Interno, parlando con l'AGI si dice "preoccupato" per il fenomeno dei migranti e "ancor più preoccupato" per la sua gestione durante l'emergenza Covid, a maggior ragione dopo le notizie di una nuova variante"

Monogramma 1 Non scherziamo! Se chiudiamo i porti la nostra “umanità” che fine fa? E la nostra industria dell’accoglienza? Poi ci si ombra Bergoglio. Comunque chiudere i porti è azione complicata: meglio evitare. Chi si mette a lavorare di sabato e domenica? Rimandiamo alla prossima settimana.

 

ACTA DIURNA   26 - 27   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

(8)  PARTITI POLITICI: AZIENDINE IN MANO AD INADEGUATI.

26-11-2021 Il Corriere della Sera. I partiti persi nel mare delle parole. di  Ernesto Galli della Loggia . La politica senza idee. Una riforma che sottragga la Rai al dominio dei partiti non si farà mai, significherebbe la crisi del sistema politico

Monogramma 1 Anche Galli della Loggia mi si fa qualunquista!

(7) FRANCIA – ITALIA. LIBIA: UN PROBLEMA APERTO

27-11-2021 Formiche.net. di Francesco Bechis. Draghi, Macron e la prova del nove in Libia. Parla Massolo. Intervista a Giampiero Massolo, presidente dell’Ispi e già direttore generale del Dis. Con il Trattato del Quirinale nasce una stanza di compensazione tra Francia e Italia, dalla Pa francese c’è una lezione da imparare. La Libia il test più difficile, forse è tardi per rimediare. Ora bisogna chiudere il triangolo con Berlino

Monogramma 1 Problema aperto e, forse, compromesso per entrambe le nazioni. Sarkozy ha dimostrato un q.i. molto basso.

(6) IDROGENO. RIVOLUZIONE. IN ATTESA DELLA FUSIONE ?

27-11-2021 Linkiesta. Da Greenkiesta Paper. Produzione, stoccaggio, trasporto: così avverrà la rivoluzione dell’idrogeno. Dario Ronzoni. Viaggio al centro della “H2 revolution”, tra chilometri di tubature, navi alimentate con ammoniaca ed elettrolizzatori, i dispositivi da cui verrà il 60 per cento dell’idrogeno del 2050. Un estratto dall’ultimo numero cartaceo di Greenkiesta Paper.

(5) COVID.  ECCO LA VARIANTE “OMICRON”

27-11-2021 Linkiesta. Che cosa sappiamo finora sulla variante sudafricana I contagi sono ancora una percentuale piccola rispetto ai numeri della Delta, ma la pericolosità e la contagiosità della nuova versione del virus sono ancora da valutare. La proteina spike presenta molte mutazioni, e queste potrebbero aiutare il virus a eludere la risposta immunitaria del corpo e rendere il covid-19 più trasmissibile

(4) CINA: IL SISTEMA E PIU’ EFFICIENTE. QUINDI ?

26-11-2021 HuffPost. Un piano triennale per il sorpasso tecnologico cinese

Xi Jinping vara la strategia che punta a rivoluzionare il settore tecno-scientifico cinese By Marco Lupis

Monogramma 1  I potentati internazionali occidentali  - politici, economici o finanziari che siano – della democrazia non si sono mai interessati se non per scavalcarla. Oggi scoprono che la Cina nel giro di due o tre lustri sopravanzerà tutti in tutti i settori. Non sono in grado di contrastare il suo cammino e per far sì che i cittadini del mondo la giudichino negativamente  ne evidenziano, falsamente scandalizzati,  la mancanza di democrazia.  Non a caso Biden vuole organizzare i paesi (più o meno) democratici proprio contro  Pechino. Ma è troppo tardi: il ferreo principio vigente  nei paesi soprattutto anglosassoni in base al quale, al loro interno deve applicarsi la migliore democrazia che negli altri paesi può essere tranquillamente violata, è troppo radicato e perfezionato. E i meccanismi finanziari posti in essere dall’Occidente (meglio, dagli Anglosassoni)  sono ormai troppo consolidati e dominanti  per accogliere criteri di democrazia  nel loro sistema di funzionamento. E proprio sul loro campo la Cina li batterà: è sul loro terreno, dal quale i nostri potentati hanno accuratamente tenuto alla larga i cittadini e le istanze democratiche, che Pechino può dimostrare la sua superiorità futura.  E l’Occidente che grida alla dittatura dopo aver massacrato il mondo con i suoi criteri economico-finanziari incontrollabili e incontrollati, non è credibile. Fa la figura  del  prevaricatore che  grida allo scandalo se prevaricato.

è Commissione Trilateral (1975): La crisi della democrazia.

(3) LAZIO. VICINO A DISCARICHE +38% DI TUMORI.

26-11-2021 DIRE. Studio choc nel Lazio: vicino alle discariche +34% di tumori, i più colpiti i bambini. Emiliano Pretto. La pubblicazione sull'International Journal of Epidemiology risale al 2016, furiose le associazioni: "Perché non è stato reso noto prima?"

Monogramma 1 Una politica non più in grado di decidere genera solo disastri. Qui occorrono i termovalorizzatori di ultima generazione, ma i partiti hanno paura della perdita di consenso. Non ci meritiamo questa classe dirigente.

(2) SUL TRATTATO DEL QUIRINALE

26-11-2021 Piccolo dossier da Formiche.net:

·        Sul Trattato l’ombra dell’altro Quirinale. Parla Marc Lazar. Intervista al politologo della Luiss: Macron è il più filoitaliano dei presidenti francesi, come lui solo Mitterand. Il Trattato ha un’ambizione europea, ma sull’intesa si staglia l’ombra dell’altra partita del Quirinale. Con Le Pen e Meloni alle politiche, addio accordo di Francesco Bechis

 

·        Trattati bilaterali per rilanciare l’Ue? Solo ad una condizione. Nones (Iai) spiega quale. Intervista a Michele Nones, vice presidente dello Iai, sulla cooperazione tra Italia e Francia, sulle novità che riguardano la Difesa e sull’effetto che il nuovo trattato avrà nelle dinamiche europee. Il prossimo passo? Un accordo simile con la Germania di Stefano Pioppi.

 

·        Quirinale, un Trattato alla pari. Il bilancio di Piero Fassino. Il presidente della Commissione Esteri della Camera sul Trattato tra Italia e Francia: è un patto alla pari, ne avevamo bisogno. Dall’industria alla Libia, mettiamo via la retorica delle accuse e stringiamo un asse Roma-Parigi. Ora manca solo un tassello… di Francesco Bechis

·       La Difesa nel Trattato del Quirinale. Cosa lega Italia e Francia. Le formule utilizzate sono abbastanza morbide, tali da rappresentare un impegno alla cooperazione senza generare particolari vincoli. La novità più rilevante è il Consiglio italo-francese di Difesa e Sicurezza, mentre sull’autonomia strategica si chiarisce la complementarietà alla Nato. Sul fronte industriale l’impegno è per “alleanze strutturali”, mentre per lo Spazio c’è un accordo ad hoc. di Marco Battaglia e Stefano Pioppi

·        Quale Spazio tra Roma e Parigi? Ecco cosa dice il trattato. In conferenza stampa a Villa Madama, Draghi e Macron hanno annunciato un nuovo accordo dedicato alla cooperazione spaziale. Il testo non è ancora pubblico, ma si attendono chiarimenti sui rapporti bilaterali e, soprattutto, sul delicato tema dei lanciatori. I negoziati sono stati “intensi”, ha detto il premier italiano. L’accordo ha “portata storica”, ha aggiunto il presidente francese. di Luigi Romano.

 

 

Monogramma 1 Suggerimento agli amici Francesi: so che per voi è quasi impossibile, ma se riusciste ad abbandonare il vostro complesso di inferiorità nei confronti dei Tedeschi e quello di superiorità nei confronti degli Italiani, potreste rappresentare una mirabile sintesi dei valori fondanti dei futuri Stati Uniti d’Europa.

(1) OMICRON. CHIUSI GLI  AEROPORTI MA NON I PORTI.

26-11-2021 AGI. "Chiusi i voli dal Sudafrica ma i porti sono dimenticati". L'allarme del sottosegretario Molteni. Nicola Molteni, sottosegretario all'Interno, parlando con l'AGI si dice "preoccupato" per il fenomeno dei migranti e "ancor più preoccupato" per la sua gestione durante l'emergenza Covid, a maggior ragione dopo le notizie di una nuova variante"

Monogramma 1 Non scherziamo! Se chiudiamo i porti la nostra “umanità” che fine fa? E la nostra industria dell’accoglienza? Poi ci si ombra Bergoglio. Comunque chiudere i porti è azione complicata: meglio evitare. Chi si mette a lavorare di sabato e domenica? Rimandiamo alla prossima settimana.

 

 

ACTA DIURNA   25 - 26   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(4)  COMUNICATO STAMPA  IVASS DEL 26 NOVEMBRE 2021

L'IVASS SEGNALA 7 SITI INTERNET IRREGOLARI

La distribuzione di polizze assicurative tramite i seguenti siti è irregolare. Le polizze ricevute dai clienti sono false e i relativi veicoli non sono assicurati.

1     https://www.abdbroker.org

2     www.assicurazioneattiva.net

3     https://assifacileitalia.com

4     www.fmassicurazioni.it

5     www.mcmotorsbroker.it

6     https://only1-assicurazioni.com

7     www.preventiviassicurazioniprima.com

L’IVASS raccomanda di adottare le opportune cautele nella valutazione di offerte assicurative via internet o telefono (anche via WhatsApp), soprattutto se relative a polizze di durata temporanea.

In particolare, l’IVASS consiglia ai consumatori di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di consultare sul sito www.ivass.it:

-       gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in
Italia (elenchi generali ed elenchi specifici per la r. c. auto e la r.c. natanti)

-       il Registro unico degli intermediari assicurativi (RUI) e l’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea;

-       l’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate e Siti internet non conformi alla disciplina sull'intermediazione.

(3) IL TESTO DEL TRATTATO DEL QUIRINALE 26-11-2021

Rapporti Francia – Italia: il testo del Trattato del Quirinale

(2) COVID. NUOVA VARIANTE AFRICANA.

26-11-2021 AGI Ue propone lo stop dei voli con l'Africa meridionale a causa della variante. La Commissione vuole azionare il freno d'emergenza, in coordinamento con gli stati membri.  Tutte in profondo rosso le Borse, crolli in Asia e in Europa

25-11-2021 Il Secolo d’Italia. Covid, la speranza arriva dal Giappone. Gli scienziati: «Ecco come la variante Delta è sparita» di Giorgia Castelli

26-11-2021 Italia Oggi. Nuova variante Covid, stop agli arrivi dal Sudafrica e da altri sei paesi. Nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza. Vietati gli ingressi in Italia da Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswati. La variante arrivata in Israele

(1) RAPPORTI FRANCIA-ITALIA.  PICCOLO DOSSIER STAMPA.

26-11-2021 ANSA. 'Italia e Francia insieme per un'Europa più forte' , Macron da Mattarella e Draghi per il Trattato del Quirinale. Venerdì la firma, ipotesi di Cdm congiunti con scambio di ministri

26-11-2021 HuffPost. Macron, Draghi e il Trattato del Quirinale: nasce il patto post Merkel (di G. Belardelli). La firma archivia gli attriti dell'epoca giallo-verde, con promesse di partnership in tanti settori. Il nodo del disequilibrio negli investimenti

26-11-2021 ANSA Draghi: Trattato del Quirinale storico, Italia-Francia più vicine

26-11-2021 YouTube. Cerimonia della firma del Trattato del Quirinale.

25-11-2021 DIRE. Macron a Roma per la firma del Trattato bilaterale, Mattarella: "Così si rafforza Ue"

25-11-2021 Il Corriere della Sera. Trattato del Quirinale, Draghi chiede a Macron uno «scambio» ai Consigli dei ministri di Marco Galluzzo L’accordo dovrebbe essere firmato venerdì, alla Farnesina lo definiscono «pazzesco». Il presidente del Consiglio vuole un articolo che lo rende ancora più ambizioso. Le due diplomazie si rappresenteranno a vicenda, nel caso una delle due non sia presente

25-11-2021 ASCA Italia-Francia. Amendola, trattato Quirinale, asse con Parigi per rafforzare Europa. Non è un accordo a spese della Germania

26-11-2021 La Stampa. 'INTERVISTA Prodi: “Il sovranismo dei francesi frena l’Europa. Pd troppo piccolo per dare le carte sul Colle”.Annalisa Cuzzocrea2 

25-11-2021 Il Sole 24 Ore. Il vertice di Roma. Draghi riceve Macron. Oggi la firma del Trattato del Quirinale. Mattarella al presidente francese: «Insieme per costruire un’Ue più forte»

 

 

ACTA DIURNA   24 - 25   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(5) BREXIT. CHE COSA CAMBIA PER I SERVIZI BANCARI?

20-11-2021 ABI. Online la guida su cosa cambia per pagamenti e investimenti (​20 novembre 2021) Cosa cambia per trasferimenti di denaro, come bonifici e addebiti, da e verso il Regno Unito? E per pagamenti e prelievi oltre Manica? Quali le conseguenze dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea per la gestione dei propri investimenti e risparmi? A questi aspetti in tema di servizi bancari e di pagamento è dedicata l’infograficaBrexit, le maggiori novità in 6 punti’ per supportare i cittadini nella loro operatività.

(4) ELEZIONE DEL PRESIDENTE. LE REGOLE.

25-11-2021 Formiche.net. di Alfonso Celotto. Le elezioni al Quirinale riservano sempre sorprese. Queste le poche regole. Ma trovare il candidato giusto sarà ben più difficile

(3) TASSE E RIFORME.

24-11-2021 HuffPost. Con le nuove tasse si restituisce qualcosa alla classe media (se i partiti fanno i bravi). La prima ipotesi di riforma premia chi in questi anni è stato tartassato. Conteranno però molto i dettagli. By Gianni Del Vecchio.

 

(2) MIGRAZIONI: PROBLEMA TROPPO GRANDE PER BRUXELLES.

23-11-2021 ASCA. Ue propone lista nera per vettori coinvolti in traffico migranti. In seguito a caso bielorusso, riguarderà linee aeree, navi, camion

Monogramma 1 Ma come?! Se li portano in aereo è traffico di migranti. Se li obbligano a pagare e rischiare naufragio per poi farli raccogliere da navi  ONG secondo le indicazioni di Alarm Phone, è invece azione umanitaria. Urge rivedere i criteri UE applicati al fenomeno. Le migrazioni sono problema troppo grande  per i burocrati di Bruxelles: infatti decide la Germania.

(1) AFGHANISTAN. 100 GIORNI DI TALEBANI.

25-11-2021 AGI Cosa è successo nei primi 100 giorni al potere dei talebani. I primi 100 giorni dal ritorno al potere dei talebani in Afghanistan sono stati caratterizzati da attentati, misure restrittive per i diritti delle donne, crisi economica, violenze e tensioni.

 

ACTA DIURNA   23 - 24   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(5) L’ULTIMO GIAPPONESE

23-11-2021 MicroMega. Se il relativismo culturale entra nei tribunali. A pochi giorni dalla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, la Procura di Perugia archivia la denuncia di una donna marocchina contro il marito adducendo ragioni culturali. Cinzia Sciuto 

Monogramma 1  Triste decadenza.  Chissà quale processo mentale lo avrà convinto ad archiviare? In altri termini, se invece fosse stato uno stolker meneghino, il giudice avrebbe applicato la legge italiana e con rigore! Urgono corsi di formazione, anche per informare che il “Palamara mode” è stato ritirato dal mercato. A Berlino sembra che il giudice ci sia. Non si trova invece a Tokio: sembra che l’unico giudice di Tokio si sia iscritto ad un corso tecnico di approfondimento del “Palamara mode”.

(4) UE. SALARIO MINIMO. LA SITUAZIONE.

24-11-2021 Openpolis Il salario minimo nei paesi europei. Il parlamento europeo ha votato a favore della direttiva sul salario minimo, che però non ne prevede l’imposizione per legge negli stati membri. Ad oggi, l’Italia è uno dei pochi paesi sprovvisti di questa misura, nonostante l’elevato numero di lavoratori in condizioni di povertà.

(3) MAGISTRATURA. GRANDI MANOVRINE

23-11-2021 ANSA. Caso pm Milano: chiesto giudizio per Davigo e Storari. Fissati gli interrogatori del procuratore aggiunto milanese Fabio De Pasquale e del pm ora alla procura europea Sergio Spadaro.

(2) CINA TRA PASSATO E FUTURO.

23-11-2021 Formiche.net. Sono passati 76 anni dalla formulazione della prima risoluzione storica di Mao Zedong e 40 anni dalla formulazione della seconda risoluzione storica. Trovarsi su un nuovo punto, guardare indietro al passato e guardare al futuro, riassume in modo completo i principali risultati e l’esperienza del Partito nel secolo scorso, in particolare i principali risultati degli ultimi 40 anni di riforma. L’analisi di Giancarlo Elia Valori

(1) UE A DUE VELOCITÀ ?

23-11-2021 Formiche.net. di Francesco Bechis . Ci sono tre e più motivi per cui il Trattato del Quirinale conviene sia alla Francia che all’Italia. Dal focus sul Mediterraneo all’asse anti-austerity, l’intesa può oliare gli ingranaggi dell’Ue, e smentisce il mito dell’Europa a una sola velocità. Manca solo un tassello: un patto che chiuda il triangolo con Berlino.

 

ACTA DIURNA   22 - 23   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi  

(2) ROMA  NEGA IL PORTO AGLI AMICI DI RAKETE.

23-11-2021 Il Giornale "L'Italia nega il porto". Ma Sea Watch insiste per scaricare 475 migranti

Monogramma 1 Rakete & Co. continuano ad insistere sul fatto che i trattati internazionali (non esistono leggi internazionali in materia riguardanti i comportamenti in mare  ) indichino che chi ha raccolto naufraghi ha il diritto a sbarcare il carico nel porto sicuro più vicino. Quel trattato riguarda le imbarcazioni che incrociano nella zona di naufragio ma che hanno loro impegni e scopi mercantili  (commerciali, turistici o altro) da rispettare, rotte tracciate e tempi di percorrenza, interrotti dall’opera di salvataggio. E’ evidente che se si fermano per raccogliere naufraghi, non possono starsene giorni in attesa che qualcuno decida dove farli sbarcare. Hanno infatti urgenza di riprendere la loro rotta e i loro impegni contrattuali. Ma le ONG che hanno il solo scopo di incrociare nelle zone indicate da Alarm Phone per raccogliere migranti concludono il loro core business col salvataggio di vite umane: non hanno urgenze e incombenze mercantili da rispettare. Quindi, caricati i naufraghi a pagamento, siano soddisfatti del loro gesto umanitario: non possono pretendere il porto sicuro più vicino. In effetti, Malta non ha neanche risposto, e Roma ha detto no.

Per inciso, chissà se Patronaggio agirà contro Lamorgese. Ormai, maturata la sua esperienza, gli basterebbe fare un copia/incolla con la denuncia di Salvini.

Oppure avrà capito da solo che Salvini è razzista, fascista e sovranista  e Lamorgese, a parità di comportamenti, è invece europeista, umanitaria e mimmolucanista e protegge le istituzioni?

(1) ITA. SEMBRA ALITALIA.

23-11-2021 Linkiesta. Volare bassi. Ita ha gli stessi problemi di Alitalia, e probabilmente finirà allo stesso modo. Ugo Arrigo

La nuova compagnia di bandiera sembra ripetere gli errori storici che hanno determinato il fallimento della precedente: pochi aerei utilizzati per il corto raggio e nessuna alleanza internazionale, un mix perfetto per soccombere di fronte alla concorrenza agguerrita delle low cost

Monogramma 1 si ripete lo stesso giochino che ha visto soccombere la scuola italiana: si struttura la baracca per i professori e i sindacati, non per gli studenti. Così Ita. Intanto garantiamo gli apparati di comando della società, si mantenga il ruolo dei sindacati e di qualche lavoratore. Far volare i cittadini? Problema secondario, comunque successivo.

 

ACTA DIURNA   21 - 22   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

AGENZIA DIRE. LE PRIME PAGINE DEI GIORNALI DI OGGI.

(4) IL PESO DEI MINISTERI NEL PNRR

22-11-2021 Openpolis. Il ruolo strategico del Mims nella gestione dei fondi del Pnrr. L'audizione alla camera. Gli interventi sulle infrastrutture rappresentano uno degli asset strategici del Pnrr. Per questo è particolarmente importante il monitoraggio su questo specifico settore.

(3)  PERICOLOSO PUBBLICARE I DATI DELLE PROCURE.

21-11-2021 Il Riformista. Perché è proibito conoscere i dati delle Procure: renderli noti provocherebbe un terremoto. Gian Domenico Caiazza 

(2)  TASSE. PROPOSTE DI RIFORMA.

19-11-2021 PMI. PMI Tasse. Chi le paga. Proposte di riforma.

(1)SAN CASCIANO (SIENA) MIGLIAIA DI MONETE INTATTE.

21-11-2021 ANSA Putti e monete, il miracolo degli scavi di S.Casciano. L'archeologo Jacopo Tabolli racconta le nuove scoperte . Di Silvia Lambertucci.

 

 

NN 21 novembre 2021

 

ACTA DIURNA   19 - 20   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

(4) LA MONNEZZA DELLA VERGOGNA, DELL’AMA E DI GUALTIERI. TI PAGO SE NON TI ASSENTI.

20-11-2021 Linkiesta. Ecce monnezza L’umiliante accordo sindacale per premiare chi lavora anziché darsi malato. Mario Lavia. La disastrata azienda municipalizzata per la raccolta dei rifiuti a Roma ha siglato un patto coi sindacati: chi non prenderà giorni di ferie o malattia avrà 360 euro lordi in più in busta paga. Invece di aumentare controlli e visite mediche, Ama cede al ricatto dei fancazzisti. Che dicono Landini e Gualtieri?

Monogramma 1 Attenzione! L’accordo non è: “ti pago se lavori”, ma “ti pago se non ti assenti”… “ma poi se vede, se mettemo d’accordo”. E dopo il 9 gennaio che succede? Si recuperano le malattie non godute nei 48 giorni di lavoro indefesso? E chi si ammala veramente durante il periodo di goduria, farà ricorso? A mio avviso l’accordo è illegale. Qualcuno lo impugnerà. Questa mossa dimostra che il problema della monnezza è duplice; non c’è chi la raccoglie e non si sa dove mettere quella raccolta.

(3) SCUOLA TRA DESTRA E SINSITRA.

  11-9-2019 Blogo.it Bloccata la reintroduzione dell’educazione civica voluta da Salvini L’educazione civica non torna a scuola: il Consiglio superiore dell’istruzione boccia la sperimentazione urgente per la quale ha insistito Matteo Salvini

19-11-2021  ASCA Giorgia Meloni chiede al governo di reintrodurre le prove scritte alla maturità. Inaccettabile ipotesi allo studio del ministro Bianchi di cancellarlo

 

Monogramma 1 Nella sinistra c’è qualcosa che non va. Chi spiega a Letta, Fratoianni, Bersani, che la scuola deve preparare il cittadino e non il lavoratore? Ormai sembrano emissari delle multinazionali, alle quali interessano lavoratori che sanno tutto del loro mestiere (ingegneri, medici o tornitori che siano) e nulla di altro, e non vogliono che perdano tempo dietro materie che non siano funzionali al loro ruolo (subordinato) nella società. E’ dalla riforma di Luigi Berlinguer che la scuola italiana viene massacrata.

E dire che ai nostri tempi si gridava: “Fotti il sistema, studia!”

Aridatece almeno la scuola della DC!

(2) Situazione covid nei paesi UE.

19-11-2021 Quotidiano sanità. Covid. La situazione in Europa continua a peggiorare: incidenza media (14 gg) sale a 473,8 casi ogni 100mila abitanti. Ma la situazione in Italia, insieme alla Spagna, è valutata di “bassa preoccupazione”. L’Ecdc ha appena aggiornato il suo report settimanale sull’andamento della pandemia rilevando sei paesi (Croazia, Cechia, Grecia, Ungheria, Polonia e Slovenia) come “estremamente preoccupanti”, 17 paesi (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Germania, Islanda, Irlanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Romania e Slovacchia) come “preoccupanti”, cinque paesi (Finlandia, Francia, Malta, Portogallo e Svezia) come “moderatamente preoccupanti” e due paesi (Italia e Spagna) come di “bassa preoccupazione”.

(1) TERAPIE INTENSIVE: 70% NON VACCINATI, 30% VACCINATI.

20-11-2021 AGI "Il 70% dei ricoverati è no vax, sono come i terrapiattisti", dice l'esperta

Il direttore delle malattie infettive Asst Santi Paolo e Carlo di Milano: "Fare un lockdown solo per i no vax è sicuramente una misura coercitiva ma bisogna anche difendere i più deboli nella popolazione”. di Annalisa Cretella

Monogramma 1 Ribadisco (per i non gonzi): mentre il 30 % di vaccinati derivano da un insieme di 45 milioni di persone, il 70 % dei non vaccinati deriva da un insieme di 5 milioni di persone.

 

ACTA DIURNA   18 - 19   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(1) MA RAKETE DOV’E’? CHE DICE?

19-11-2021 HuffPost. L'ondata non smuove l'Ue: chiudere i confini è affare dei singoli Stati. La Commissione si limiterà a estendere il Green pass, che doveva durare un anno. Al Parlamento reintrodotto voto a distanza. By Angela Mauro

Monogramma 1 Meraviglia l’assenza del comandante Rakete e dei cinque lupi dei sette mari. Ricordo che¸ Riccardo Magi, di + Europa, Nicola Fratoianni, di Sinistra italiana, Stefania Prestigiacomo di Forza Italia  su un gommone raggiunsero la nave bloccata davanti al porto sicuro di Siracusa. Il giorno successivo una seconda ispezione a bordo fu effettuata dall'allora segretario del Pd Martina e dal presidente dem Orfini.

Non una cartolina…non una telefonata…

Oggi hanno tutti da fare. Più in là, col fresco…

 

ACTA DIURNA   17 - 18   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(2) OPENPOLIS. PNRR E DATI DISPONIBILI. AFFIDABILI?

18-11-2021 Openpolis. Perché gli open data del governo sul Pnrr non hanno dignità di pubblicazione. La nostra analisi. A ottobre avevamo evidenziato alcune criticità sui dati pubblicati dal governo sul Pnrr. Oggi registriamo addirittura un ulteriore passo indietro. Per questo chiediamo che venga sospesa la pubblicazione della sezione open data del portale “Italia domani”.

 

(1) FRANCIA-ITALIA. TRATTATO DEL QUIRINALE.

 

18-11-2021 Linkiesta. Trattato del Quirinale. Perché Italia e Francia firmeranno un nuovo accordo diplomatico. Di Alessandro Cappelli. Il prossimo 25 novembre Macron sarà a Roma per incontrare Draghi e siglare il testo destinato a strutturare le relazioni tra i due Paesi e creare un asse diplomatico oltre a quello con la Germania, in questo momento in una fase di limbo politico. All’interno i dossier sicurezza, cultura, trasporti, politiche comunitarie, Mediterraneo, ambiente.

 

ACTA DIURNA   16 - 17   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(2)  GRUBER VS GIORDANO.

17-11-2021  Il Giornale. La colata d'odio della Gruber. Sabato scorso, alla presentazione del libro, la Gruber prende in giro Giordano per il suo tono di voce e lo attacca: "Non è un mio collega". E i fan del politicamente corretto? Muti. Ma a parti inverse...Andrea Indini

Monogramma 1 Ma chi! La Gruber!? Ma chi, quella con due cianchette stenterelle che fanno pendant e si confondono con i tacchi a spillo? Naaa!

(1) MELONI SI SGANCIA DAI SOVRANISTI UE

17-11-2021 HuffPost. Meloni risponde picche a Le Pen e si sfila dal gruppo sovranista Ue. La leader di Fdi avvisa anche Kaczinsky: FdI non sarà alla riunione di Varsavia del 3 e 4 dicembre By Angela Mauro.

 

ACTA DIURNA   15 - 16   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(3) DEBITO PUBBLICO

A settembre il debito pubblico è sceso a 2.706,434 miliardi di euro. In calo: ad agosto ammontava a 2.734,334 miliardi. Fonte Bankitalia

(2) POLONIA. 25 MILIONI DA BRUXELLES PER I CONFINI.

16-11-2021 ANSA.   Bielorussia: via libera Ue a 25 milioni per i confini. Inclusi nel bilancio comune del 2022

Monogramma 1 Mamma Merkel chiede. Burocrati di Bruxelles rispondono. Meglio pagare subito che affaticarsi a studiare e risolvere il problema delle mighrazioni. Ma – per carità – mica possono essere utilizzati per innalzare muri! I Polacchi annuiscono. Torno a ripetere:

Migranti. Bielorussia vs Polonia.  Putin: non c'entro. Biden "preoccupato". Merkel ha dimostrato  come si risolve il problema: traducendolo immediatamente in politica internazionale. I nostri coglioni  sono stati capaci di ridurlo ad un problema tra Salvini, Patronaggio, Bergoglio, Casarini, Meloni, Rakete, Lucano )condannato a 13 anni)  e i cinque lupi dei sette mari. Qualcuno nota la differenza?

(1) COMUNICATO STAMPA IVASS DEL 16 NOVEMBRE 2021

IVASS SEGNALA 4 SITI INTERNET IRREGOLARI

La distribuzione di polizze assicurative tramite i seguenti siti è irregolare. Le polizze ricevute dai clienti sono false e i relativi veicoli non sono assicurati.

1 www.Assicuratipersettimana.com

2 www.atbroker.it

3 www.broker-crevi.jimdosite.com

4 www.dama-broker.eu

L’IVASS raccomanda di adottare le opportune cautele nella valutazione di offerte assicurative via internet o telefono (anche via WhatsApp), soprattutto se relative a polizze di durata temporanea.

In particolare, l’IVASS consiglia ai consumatori di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di consultare sul sito www.ivass.it:

-       gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenchi specifici per la r. c. auto e la r.c. natanti)

-       il Registro unico degli intermediari assicurativi (RUI) e l’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea;

-       l’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate e Siti internet non conformi alla disciplina sull'intermediazione.

 

ACTA DIURNA   14 - 15   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(3) GUASTATORI.

15-11-2021   Rete di cavi sottomarini va ko in Norvegia. Una pista porta a Mosca. Di Gabriele Carrer | Collegamenti saltati lungo il sistema LoVe utilizzato anche dalle forze armate di Oslo. Gli esperti tendono a escludere l’incidente. Il timore della minaccia russa alla Nato

Monogramma 1 Così però roviniamo tutto!

(2) MONTI E LA UE

15-11-2021 Il Giornale. A 10 anni dal "golpe" Monti riscrive la storia: "L'Europa ci soffocava". Nel 2011 la cacciata di Berlusconi e l'inizio dell'austerity. Della quale il Prof fu sostenitore. Francesco Forte

Nessuno è più in grado di tenere la schiena dritta.Monogramma 1

(1) CERTIFICATI ANAGRAFICI ON LINE.

14-11-2021 Il Fatto.   Da metà novembre al via l’anagrafe online: 14 certificati digitali scaricabili dal web in modo autonomo e gratuito. Ecco come funziona.  Alla piattaforma, realizzata da Sogei per conto del ministero degli Interni, potrà accedere ogni cittadino italiano tramite Spid, carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi. Una volta scelto il documento, il servizio consentirà di visionarlo in anteprima e poi di scaricarlo in formato pdf o farselo inviare per posta elettronica. Non è previsto il pagamento di alcun bollo

Monogramma 1 Domande: 1) le migliaia di impiegati addetti agli sportelli degli 8000 comuni italiani per garantire il servizio al cittadino, come verranno riconvertiti? 2) La Sogei continua a caricarsi di dati dei cittadini. Possiamo stare tranquilli sui sistemi di sicurezza dei suoi apparati?

Questi i certificati che si possono richiedere:   Nascita;   Matrimonio;   Cittadinanza;   Esistenza in vita;   Residenza;   Residenza AIRE;   Stato civile;   Stato di  famiglia;   Residenza in convivenza;   Stato di  famiglia AIRE;   Stato di  famiglia con rapporti  di parentela;   Stato Libero;   Unione Civile;   Contratto   di Convivenza.

 

ACTA DIURNA   13 - 14   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

Monogramma 1 (2) IL POLESINE, MIA MADRE E LA POVERISSIMA CAMPAGNA REATINA DEL DOPOGUERRA.

14-11-2021. 1951.Avevo cinque anni.  Ricordo mia madre sferruzzare senza sosta per giorni (e qualche notte) per terminare varie paia di calzerotti da inviare agli alluvionati del Polesine. Il mio ricordo è rimarcato non tanto dall’aver capito i gravi problemi affrontati dalle popolazioni colpite, quanto per il fatto che, a differenza dello sferruzzare con due ferri da maglia, mia madre utilizzava tre ferri. Ricordo che la guardavo incuriosito in attesa del momento in cui abbandonava un ferro per passare a quello dei tre abbandonato in precedenza. Forse i calzerotti fatti a maglia richiedevano quella tecnica. Ricordo un solo commento fatto da lei a mio padre (erano due maestri elementari e facevano scuola nella allora poverissima campagna reatina). Ricordo appunto mia madre che con dispiacere diceva di non aver avuto il coraggio di chiedere ai bambini – tutti figli di contadini - di offrire un aiuto concreto alle popolazioni alluvionate.

Solo in seguito ho capito il perché.

(1) LIBIA. CONVERSAZIONE CON ALESSIA MELCANGI.

13-11-2021 Formiche.net di Emanuele Rossi. Tra i problemi e i rischi, la Conferenza di Parigi ha offerto ai libici un’alternativa possibile. Anche grazie al ruolo svolto dall’Italia. Conversazione con Alessia Melcangi, docente di Storia contemporanea del Nord Africa e del Medio Oriente alla Sapienza di Roma e non-resident fellow dell’Atlantic Council

 

ACTA DIURNA   12 - 13   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

(3) MIGRANTI. PROBLEMA INTERNAZIONALE.

Migranti. Bielorussia vs Polonia.  Putin: non c'entro. Biden "preoccupato". Merkel ha dimostrato  come si risolve il problema: traducendolo immediatamente in politica internazionale. I nostri coglioni  sono stati capaci di ridurlo ad un problema tra Salvini, Patronaggio, Bergoglio, Casarini, Meloni, Rakete e i cinque lupi dei sette mari. Qualcuno nota la differenza?

(2) MIGRANTI. ADESSO GLI SBARCHI SONO INSOSTENIBILI.

12-11-2021 Il Sole 24 Ore. Draghi: "Sbarchi continui in Italia rendono situazione insostenibile, serve accordo Ue" “E’ certo però che questi sbarchi continui sull’Italia rendono la situazione insostenibile, serve accordo dell’Ue e dobbiamo aiutare libici per creare situazioni più umane”, così il presidente del consiglio Draghi nel corso della Conferenza Internazionale sulla Libia. / Palazzo Chigi. Fonte: Agenzia VISTA / Alexander Jakhnagiev

Monogramma 1 Ma i “cinque lupi dei sette mari” che, i primi di maggio del 2019, confortarono la Rakete salendo a bordo dell’eroica Sea Watch, non hanno nulla da obiettare? Riccardo Magi, di + Europa, Nicola Fratoianni, di Sinistra italiana, Stefania Prestigiacomo di Forza Italia  su un gommone raggiunsero la nave bloccata davanti al porto sicuro di Siracusa. Il giorno successivo una seconda ispezione a bordo fu effettuata dall'allora segretario del Pd Martina e dal presidente dem Orfini.

Ricordate? Settembre 2019. Luciana Lamorgese, ministro dell’Interno, sugli accordi di Malta: “Da oggi possiamo dire che l’Italia non è più sola nella gestione dei flussi migratori”.

13-11-2021 Linkiesta. Il paradosso di Frontex. La divisione tra Commissione e Consiglio sul costruire muri anti migranti. Vincenzo Genovese. Il presidente Charles Michel subisce la pressione di molti governi nazionali che vorrebbero finanziamenti comunitari per blindare le frontiere esterne. Dai commissari Ue, finora non c’è stata nessuna apertura. L’eurodeputato dem Majorino: «Non si arrivi a un conflitto fra istituzioni»  

Monogramma 1   Da gennaio ad oggi: oltre 57mila sbarchi e 98 rimpatrii. Tra una lavata di capelli e l’altra, la Lamorgese dovrebbe trovare due minuti per riflettere su questi dati.

(1) LA LIBIA DOPO LE CAZZATE DELL’OCCIDENTE.

12-11-2021 AGI. Draghi alla Conferenza sulla Libia: "Via i mercenari ed elezioni libere". L'avvertimento va soprattutto ai principali sponsor esterni del conflitto, Erdogan e Putin, che hanno disertato il meeting di Parigi. Il premier libico ad interim, Abdul Hamid Dbeibah, e il presidente del Consiglio presidenziale, Mohamed al Menfi, hanno assicurato che lasceranno le loro cariche se le elezioni si svolgeranno "in modo regolare".

Monogramma 1 Con Draghi la UE comincia il tentativo di recupero della situazione Libica. Dopo le cazzate del 2011 di Sarkozy, Obama e Cameron e, successivamente di Macron, cercheremo di tranquillizzare la Libia, anzitutto a favore dei Libici.

 

ACTA DIURNA   11 - 12   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(3)  DIRECT INDEXING

12-11-2021 HuffPost. Gli Etf sono già vetusti. Per i risparmiatori è l'ora del direct indexing. La tecnologia sta rivoluzionando anche il modo di fare investimenti passivi. Di Raffaele Zenti.

(2) BORRELL. SE DUEMILA TI SEMBRAN TANTI!

10-11-2021 ANSA. Borrell, l'Europa è in pericolo e deve agire anche da sola. I dettagli della bozza sulla Bussola strategica. […] Borrell ha poi precisato che "le minacce odierne sono diverse dal passato" in quanto, "non si tratta più di essere bombardati o invasi da carri armati, basta vedere quello che sta accadendo al confine con la Bielorussia che ci dimostra che abbiamo di fronte nuovi tipi di minacce". 

Monogramma 1 Simpatico Borrell. Siccome duemila migranti premono ai confini della Polonia, l’Europa è in pericolo. Mentre tutto è tranquillo se centinaia di profughi al giorno sbarcano dalle coste del Nordafrica. In Italia, Spagna e Grecia. Se la visione di Borrell è così miope e parziale, c’è da dubitare della qualità della bozza presentata.

(1) SPORTELLI INPS IN OGNI COMUNE.

11-11-2021 DIRE. Sportelli Inps dentro i Comuni, si parte: servizi più veloci. Dentro a ogni Comune ci sarà uno sportello Inps, la sperimentazione parte in Emilia-Romagna

 

ACTA DIURNA   10 - 11   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(5) MIGRANTI. ALTRA VERGOGNA: LE NAVI QUARANTENA.

10-11-2021 MicroMega. Immigrazione, il fallimento delle “navi quarantena” | di Valerio Nicolosi. Inchiesta sulle condizioni a bordo dei migranti e dell’equipaggio, tra rivolte, turni infiniti di lavoro, navi non idonee a questo tipo di accoglienza.  

 

Monogramma 1 Ecco la nostra accoglienza, vergogna dei nostri buonisti!  Ma l'obiettivo della ns. industria di settore è di accogliere tutti a 30 euro al giorno a migrante. Il quale, ormai siamo informati, rende più della droga.

(4) BIBBIANO. DEMONI E DEMONI.

Monogramma 1 11-11-2021 Bibbiano. Foti condannato a 4 anni (con rito abbreviato).  E dire che amici  su FB (quando ero presente sul social) sostenevano che i fatti di Bibbiano erano una bufala dei nemici della sinistra. Senza la protezione del "Palamara mode" si cominciano a chiarire, nel paese, molte dinamiche socio politiche.

11-11-2021 Il Fatto Affidi illeciti a Bibbiano, lo psicoterapeuta Claudio Foti condannato a 4 anni in rito abbreviato

11-11-2021 ANSA. Affidi illeciti: Foti condannato a 4 anni - Emilia-Romagna

11-11-2021 Sky TG 24. Bibbiano: Foti condannato a 4 anni, sindaco Carletti e altri 16 rinviati a giudizio. Lo psicoterapeuta è stato condannato dal tribunale di Reggio Emilia nel rito abbreviato per la vicenda dei presunti affidi illeciti di Bibbiano e della Val d'Enza. La Procura aveva chiesto 6 anni per le accuse di abuso d'ufficio, lesioni gravissime e frode processuale (accusa da cui è stato assolto). "Ho fiducia nell'Appello, rifarei tutto", ha commentato. Assolta l'assistente sociale Beatrice Benati. Il sindaco di Bibbiano a processo per abuso d'ufficio, cadute le accuse di falso. Cinque persone prosciolte

Monogramma 1 Tiratela per le lunghe. Può darsi che qualcuno ripristini il “Palamara mode”. Hai visto mai!

(3) REDDITO E RUMENI

11-11-2021 il Corriere della Sera. La maxi truffa sul reddito di cittadinanza: quasi 20 milioni intascati per conto di 9 mila romeni «fantasma». Sedici le persone arrestate. Si presentavano ai Caf con i codici fiscali di centinaia di romeni per volta, persone mai state in Italia. Gli impiegati intascavano i 10 euro per pratica e tacevano, o venivano minacciati. di Luigi Ferrarella

Monogramma 1 Teniamoci stretti questi eredi dell’uomo nuovo che il comunismo stava creando ad est! Peccato che i fatti  dell’89 abbiano interrotto il processo di creazione nel momento topico.

(2) BIBBIANO. OGGI LE PRIME SENTENZE.

11-11-2021 Il Giornale. "Abusi inesistenti": quei bimbi di Bibbiano strappati via dai "demoni". Relazioni false, abusi inesistenti e pressioni psicologiche per strappare i bambini alle proprie famiglie. Così, secondo l'accusa, avrebbero agito i servizi sociali della Val D'Enza, al centro dell'inchiesta Angeli e Demoni. Oggi le prime due sentenze. Francesca Bernasconi

Monogramma 1 Vediamo che succederà in assenza del “Palamara mode”

(1) MIGRANTI, GERMANIA E INTERESSI NAZIONALI

10-11-2021 AGI. Merkel a Putin: "Disumana e inaccettabile strumentalizzazione dei migranti". La cancelliera tedesca ha telefonato al presidente russo chiedendo un suo intervento sulla Bielorussia, vista l'altissima tensione al confine polacco dove migliaia di persone stanno tentando di entrare e sono fronteggiare dall'esercito di Varsavia

Monogramma 1 Mi auguro che Lamorgese stia prendendo appunti sulle procedure atte a curare gli interessi nazionali. Vi ricordate gli “accordi” di Malta con i quali Lamorgese dichiarò di aver risolto in un giorno il problema migrazioni? Era solo pastura per i gonzi di parte. Ma dopo un anno e mezzo fu quella la punta avanzata nella cura dei nostri interessi nazionali.

 

ACTA DIURNA   9 - 10   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(3) UE. POSSIBILI MURI AI CONFINI? SI POSSONO FINANZIARE.

10-11-2021 Il Fatto. Bielorussia-Polonia, è guerra sui migranti. Michel: “Muro finanziato da Ue? Possibile”. La Commissione frena. Borrell: “Pronte nuove sanzioni” 

10-11-2021 La Stampa.  Migranti, rischio conflitto Polonia-Bielorussia: l’Ue contro il “gangster Lukashenko”. Bruxelles vuole fermare le compagnie aeree che trasportano i profughi in Bielorussia. Varsavia: «Dietro c’è la mano di Putin»

Monogramma 1 Contrordine da Bruxelles. Dopo l’espressione dei desiderata di Berlino in materia, Michel ci fa sapere che i muri ai confini orientali possono essere finanziati dalla UE. E’ chiaro che qui non si fanno questioni di sovranismo, di razzismo, di fascismo ecc. Quei muri sarebbero semplicemente europeisti. C’è solo da dire che la Germania porta avanti i suoi interessi nazionali. E anche noi. Nel senso che anche noi portiamo avanti gli interessi nazionali della Germania. Erdogan potrebbe fare affari aprendo una via attraverso Turchia, Siria e paesi della costa nordafricana. La nostra industria dell’accoglienza potrebbe stappare una buona bottiglia. Da  noi, infatti, la materia prima vale molto di più che in altri paesi e col permesso umanitario (invenzione tutta italica) accogliamo tutti. 30 euro al giorno e passa la paura, altro che reddito di cittadinanza!

(2) SPIAGGE E  E CONCESSIONI DEMANIALI. UNO SCEMPIO.

   3-9-2021. Nonsprecare.it. Concessioni balneari: il regalo alle lobby del mare. Un grande spreco: lo Stato svende le sue spiagge. Affitti irrisori, tasse evase. E le spiagge libere hanno sempre meno spazio. DI Antonio Galdo . Sui numeri c’è poco da discutere.  A fronte di un giro d’affari ufficiale (poi ci sono i ricavi in nero, esentasse…) di oltre 2 miliardi di euro, è questo il fatturato degli stabilimenti balneari made in Italy, lo Stato incassa canoni complessivi per poco più di 103 milioni di euro. E se andiamo a dividere questa cifra per le 52.619 concessioni elargite a “lor signori”, 30mila concessionari che tramandano l’attività di padre in figlio, si arriva alla conclusione che in Italia costa di più, in termini di affitto dello spazio, vendere la frutta con un carretto in mezzo alla strada che non gestire uno stabilimento balneare a cinque stelle.

Monogramma 1 I nostri enti locali sono sempre in ambasce finanziarie. Come mai non hanno mai messo mano a questo scempio di denaro pubblico. Che cosa dobbiamo pensare?

(1) VAI !  COMANDANTE RAKETE!

9-11-2021 AGI. Varsavia ventila il rischio guerra per la crisi dei migranti. Il governo pronto a mobilitare più truppe al confine con la Bielorussia e la Lituania proclama l'emergenza alla frontiera

Monogramma 1 Occasione imperdibile. Suggerimento per il comandante Karola Rakete: si metta al comando della Sea Watch. Dal Canale di Sicilia faccia rotta sulle Colonne d’Ercole e le superi. Costeggi la penisola Iberica, le coste nord della Francia, il Belgio, l’Olanda. Circumnavighi lo Jutland, costeggi le coste baltiche della Germania e incroci al largo di quelle della Polonia. Si accordi con scafisti polacchi e bielorussi perché organizzino naufragi a pagamento nel Mar Baltico. Carichi gli aspiranti naufraghi e torni a fare rotta verso il Canale di Sicilia. Senza chiedere permessi faccia rotta su Lampedusa,  imbocchi il porto e punti una imbarcazione della nostra Guardia di Finanza.

Con tale azione, acquisirà meriti tali da obbligare il Parlamento  ad offrirle la possibilità di una seconda lezione su come si trattano i migranti.

5-9-2019 Il Giornale. La Rackete al Parlamento Ue per dare lezioni sui migranti. La capitana della Sea Watch tra gli "esperti" invitati il 3 ottobre a Bruxelles per l'audizione sul salvataggio di migranti. 

 

ACTA DIURNA   8 - 9   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

 

(1) MIGRAZIONI? LA UE CHIUDE GLI OCCHI. MA BERLINO È COSTRETTA AD APRIRLI.

8-11-2021 AGI. La crisi al confine polacco con migliaia di migranti che premono dalla Bielorussia. Presenti diverse ronde militari. Si tratta di un esodo dalla rotta balcanica. È caccia allo straniero nelle foreste. L'accusa di Bruxelles: "Disperato tentativo del regime di Lukashenko di usare le persone per destabilizzare l'Ue"

Monogramma 1 UE incapace di valutare gli sviluppi del fenomeno migranti.  Non basta mettere mano al portafoglio come si è fatto con la Turchia e trascurare i problemi che devono affrontare Italia, Grecia e Spagna. Occorre riuscire a capire che cosa accadrà nel tempo e provvedere di conseguenza. Non basta accusare di sovranismo e razzismo chi solleva il problema. Ma sembra che l’inadeguatezza dei politici e dei grand commis ed il loro non eccelso q. i. cominci a colpire anche Bruxelles.

9-11-2021 ANSA. La Germania esorta l'Ue. 'Dobbiamo aiutare la Polonia'. La Germania invita l'Unione europea ad "agire" e ad aiutare a fermare il flusso di migranti che attraversano illegalmente la Polonia dalla Bielorussia.

Guarda…guarda! Monogramma 1 Le risate!. Adesso la Germania scopre che i migranti sono anche un suo problema. Ma non riesce ad andare oltre un aiutino alla Polonia. Come pensa di intervenire la Rakete?

9-11-2021 AGI. Alta tensione al confine polacco, la Germania chiede all'Ue di affrontare unita la crisi con la Bielorussia. Bruxelles biasima il "disperato tentativo del regime di Lukashenko di usare le persone per destabilizzare l'Ue". Le forze armate polacche hanno sparato gas lacrimogeni sui migranti che hanno cercato di aprirsi un varco con vanghe e cesoie nella barriera di filo spinato

 

ACTA DIURNA   7 - 8   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(2) UE. DEMOCRAZIA DIGITALE E NUOVI STRUMENTI. PURCHÉ AGGIUNTIVI!

8-11-2021 Linkiesta. Democrazia digitale. La Conferenza sul futuro dell’Europa funziona meglio online. Di Vincenzo Genovese. È cominciato nel fine settimana il primo turno di incontri in remoto del panel dei cittadini. I partecipanti hanno notato una migliore organizzazione e le discussioni sono state più concrete rispetto agli appuntamenti precedenti

Monogramma 1 L’importante è che i nuovi strumenti siano considerati elementi di facilitazione dei contatti, e non sostituti.

(1) VECCHI AMORI.

7-11-2021 HuffPost. Ddl Concorrenza: il ritorno del Britannia?

Monogramma 1 Privatizzazioni. Un mandato preciso? Draghi se lo dà da solo!

 

ACTA DIURNA   6 - 7   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

(2) ANCORA SULLE CRIPTOVALUTE.

6-112021. Formiche.net. di Gabriele Carrer. Conversazione con l’esperta a margine dell’evento Bridges di Venezia. Dopo questa criptovaluta, i cybercriminali si sposteranno su Monero, avverte

6-11-2021 Formiche.net. di Lorenzo Santucci Rivoluzione bitcoin a New York? Si inizia dallo stipendio del sindaco. Eric Adams vuole portare l’esperienza di Miami nella Grande Mela per farla “il centro dell’industria delle criptovalute”. Da battere ci sono lo scetticismo e la resistenza al mondo del denaro digitale

26-10-2020 Blockchain4innovation  Criptovalute: cos’è Monero, quanto conviene utilizzarlo. Gli espedienti crittografici e tecnici dei quali si avvale per nascondere dettagli sensibili (importo, identità e indirizzo degli utenti) la rendono una criptovaluta non rintracciabile e, per questo, ha fatto gola agli attaccanti del web, avendo reso più agevole la possibilità per questi soggetti di garantirsi un grado di anonimato molto elevato nell’espletamento delle loro attività criminose.

(1) 1974. PASOLINI INTERVISTATO DA MASSIMO FINI SULL’ANTIFASCISMO.

7-11-2021 Il Giornale. L'intervista del 74 a Pier Paolo Pasolini: "Oggi buona parte dell'antifascismo è ingenuo, stupido o in malafede". Massimo Fini chiese il parere dello scrittore che sorprese tutti: "La società dei consumi è peggio del Regime".Massimo Fini.

Monogramma 1 Intervista di poco meno di mezzo secolo fa. Al solito: a mancare è sempre l’intelligenza, non tanto la cultura. La possibilità di esprimersi mediaticamente è comunque troppo spesso “in mmano a ‘e ccriature”. La possibilità offerta dai nuovi strumenti di comunicazione ha messo in evidenza il degrado intellettuale che,  in 50 anni, ha colpito “compagni” a loro insaputa. I quali ritengono che il dichiararsi di sinistra (al di là delle marchette antifasciste per tenersi a galla)  fornisca loro la patente di maître à penser.

 

ACTA DIURNA   5 - 6   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

(4) Traghetto Livorno-Olbia: è cinese!

6-11-2021 La Repubblica. Il più grande traghetto green al mondo farà rotta tra Livorno e Olbia. E' della Moby, ed è stato appena varato in Cina

Monogramma 1  Ma i Cinesi avranno il tempo di fare le canottiere per tutto il mondo?

(3) INDECISI A TUTTO. STRIZZE PER COMITIVA.

6-11-2021 Linkiesta. Indecisi a tutto La grande fifa dei riformisti di Lega, Forza Italia e Pd e la crisi della democrazia dei partiti.Mario Lavia. È tutto un sussurrare, mandare veline, dichiarare senza essere citati, incontrarsi nelle case private. È il terrore che corre sul filo di gente che teme di perdere ruolo, in qualche caso persino il lavoro. Al massimo si getta il sasso per vedere l’effetto che fa, come ha fatto Giorgetti con Salvini e Brunetta prima di lui. Ma poi ci si ferma lì.

(2) POMPEI: NUOVI RINVENIMENTI

6-11-2021 ANSA. A Pompei riemerge intatta la stanza degli schiavi. Il direttore Zuchtriegel: "Testimonianza unica sulla vita degli ultimi"

(1) SPIAGGE. ANCORA I POTERI FORTI.

5-11-2021 HuffPost. Bruxelles delusa da Draghi sulle spiagge (ma non infierisce). Dopo il rinvio in Cdm, la Ue ricorda di "agire celermente" per aprire le concessioni al mercato. By Angela Mauro

Monogramma 1 Draghi incappa nei “poteri forti”  dei bagni e si ritira in buon ordine. A Bruxelles devono avere pazienza: “Mica po’ fa’ tutto lui!”

 

ACTA DIURNA   4 - 5   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(1) NEL DECRETO INFRASTRUTTURE  INSERITI ALCUNI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE

4-11-2021 L’Occhio. Norma contro la discriminazione nel Dl Infrastrutture: insorge la Destra “è ddl Zan mascherato”. Nel decreto articolo contro la pubblicità sessista sulle strade.  Virginia Grafito

Monogramma 1 Ma che vergogna! Draghi grande delusione!  Mattarella controfirmerà? Se lo farà, anche i gonzi capiranno l’importanza di avere un presidente di area. Praticamente Draghi ha imposto la fiducia su qualche articolo della Costituzione.  La norma in questione, inserita nel Decreto Infrastrutture,  prevede infatti  “il divieto di pubblicità che proponga messaggi sessisti o violenti o stereotipi di genere offensivi o messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso, dell’appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all’orientamento sessuale, all’identità di genere, alle abilità fisiche e psichiche“.

Credo che Saviano e company debbano cominciare a tremare.

 

ACTA DIURNA   3 - 4   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

 AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(1) ENERGIA NUCLEARE E ANATEMI.

3-11-2021 ASCA Nucleare, Cingolani: “Giusto studiare quello di IV generazione”. Referendum ha messo al bando quello di Cernobyl, questo è diverso

Monogramma 1 I contrari per principio al nucleare mi ricordano coloro che ritengono che le batterie che alimentano gli attuali smartphone siano ancora quelle al Nikel-Cadmio di 30 anni fa che bisognava caricare e scaricare con attenzione, pena la perdita veloce di capacità. Le cose sono cambiate e la tecnologia è andata avanti. I sistemi di sicurezza sono enormemente migliorati. Nuove centrali di ultima generazione si stanno costruendo in Francia, in Cina in Finlandia. La Germania ha deciso di abbandonare il nucleare ma in un periodo come l’attuale, caratterizzato da problemi di approvvigionamento energetico, sembra sia costretta a riattivare centrali a carbone. 

Comunque restiamo sempre in attesa dei progressi sulla fusione nucleare.

 

ACTA DIURNA   2 – 3   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(2) AUKUS. FORSE USATO COME MEZZO DI SCAMBIO.

3-11-2021 Formiche.net. Quel siluro del G20 che fa tremare Aukus (e Xi gode). Di Francesco Bechis Il riavvicinamento tra Biden e Macron al G20 apre una crisi con l’Australia. Morrison, isolato, attacca Parigi e ingaggia una guerra d’inchiostro con i francesi. Mentre i tre litigano, la Cina di Xi Jinping sorride. Aukus, il patto sui sottomarini nucleari, rischia di arenarsi. Ecco perché

(1) CATANZARO. ALTRO PONTE MORANDI PAPABILE PER IL CROLLO

3-11-2021 ANSA. Sequestro del ponte "Morandi" di Catanzaro: "Con questo materiale casca tutto". Le intercettazioni rivelano l'utilizzo di un tipo di malta di qualita' scadente. Intercettazioni choc. Quattro arresti. Sequestrata anche la galleria del Sansinato sulla Ss280. Misure cautelari per sei persone indagate, tra l'altro, per frode nelle pubbliche forniture con l'aggravante di aver agevolato associazioni di tipo mafioso in relazione ai lavori di manutenzione del ponte Morandi

 

ACTA DIURNA   1 – 2   Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

 

AGENZIA DIRE. Le prime pagine dei quotidiani di oggi

(5) IL GUAIO DEI MONOPOLI. IN QUESTO CASO POLITICI.

29-10-2021 MicroMega. Brancaccio: “Il ddl Zan affossato anche dal liberismo, che Letta finge di non vedere”. L’economista Emiliano Brancaccio critica il segretario del Pd, per il quale “il liberismo in Italia non c’è mai stato”. Ma i dati indicano che l’Italia è stata un “laboratorio del liberismo”, che ha fatto danni non solo all’economia ma anche al tessuto sociale e culturale, creando così “un terreno favorevole alla propaganda oscurantista delle destre reazionarie”. Se il ddl Zan è stato affossato, dipende anche dal fatto che “un intero ceto politico ‘progressista’ si rifiuta di fare i conti con gli effetti liberticidi del liberismo”. Daniele Nalbone  

Monogramma 1 Il PD si sta dimostrando il più munito baluardo monopolista della sinistra a difesa della conservazione. E l’inadeguatezza dei suoi “politici” ne fa una piazzaforte inespugnabile: non possono permettere  che, al loro interno,  si affermino intellettuali e politici, non dico  più intelligenti, ma almeno non così insufficienti. Causerebbero la loro stessa rovina.

(4) IN BOLLETTA!

2-11-2021 Linkiesta. Autunno freddoI diversi effetti della crisi del gas in Europa. Lucio Palmisano. Gli olandesi pagheranno 50 euro in più nella bolletta, mentre il governo francese ha bloccato i prezzi promuovendo dei buoni energetici e in Portogallo lo Stato restituirà 10 centesimi al litro di carburante acquistato fino al 31 marzo 2022. Intanto, la Moldavia ha proclamato l’emergenza nazionale e ha chiesto un aiuto economico all’Unione europea.

(3) DIVERTISSEMENT VATICANI.

Monogramma 1 Forse Bergoglio ha capito che essere “ecumenici” vuol dire mettere tutto e tutti dentro uno stesso scatolone. Secondo me, Bergoglio ha sofferto da giovane per il fatto che nessuno lo considerava, nessuno lo prendeva sul serio. Uno di quei bambini di cui nessuno notava la presenza o l’assenza. Però, Mariu’, dije: in vecchiaia sa ‘a stamo a diverti’! Eh?!

Integrazione  del 3-11-2’21.  Le trappole del cristianesimo.

Qualsiasi cosa faccia il papa trova una giustificazione nella dottrina. In questo caso, a coloro che hanno avuto donne o bambini violati dai Goumiers nel corso della seconda guerra e che si stanno lamentando, si dirà: “Ma quale migliore occasione ti può presentare la Provvidenza Divina? Ti offre la possibilità di perdonare coloro che ti hanno fatto del male. Perdona e tuo sarà il regno dei cieli!  Quindi accetta la divina iniziativa”.

Stessa giustificazione se Bergoglio dovesse procedere ad iniziative simili magari sulle tombe dei repubblichini morti o dei militari nazisti o comunisti. Lo farà?

Inoltre – S. Pietro prenda appunti – tutti i soldati morti stanno in Paradiso. Pronti i moduli di revisione per i soldati che S. Pietro ha intempestivamente  mandato all’Inferno. C’è da aspettarsi una simile iniziativa sulle tombe degli aguzzini dei campi di concentramento e poi su quelle dei campioni di lancio di esseri umani nelle foibe.

Lo stare sempre in piedi da oltre duemila anni, non è mica dovuto al  caso!

A me personalmente queste uscite di Bergoglio stanno benissimo perché dimostrano che quanto il cristianesimo ha  combinato in duemila anni altro non è stato che affardellate costruzioni sovrastrutturali contrabbandate per volere divino operante tramite la divina provvidenza. Dimostrano che nell’universo un dio c’è ed è l’uomo.

A mio avviso, a questa conclusione è giunto anche Bergoglio. Avrà il coraggio di confessarlo?

(2) LA SCUOLA IN CINA.

2-11-2021 AGI  La scuola in Cina ai tempi di Xi, tra riforme e vecchi paradigmi Pechino alleggerirà i compiti a casa degli studenti e ridurrà il peso economico che le famiglie affrontano per l'istruzione dei figli con l'implicito obiettivo di facilitare la vita delle famiglie e contribuire all'aumento delle nascite per contrastare la crisi demografica.

(1) COME VANNO GLI AFFARI IN LIBIA?

2-11-2021 Formiche.net.. Perché il futuro della Libia preoccupa più di quello dell’Afghanistan. Al G20 si è inevitabilmente parlato anche della situazione nel Paese nordafricano. Ecco le preoccupazioni di un funzionario che ha partecipato ai lavori di Roma e le ragioni dei suoi timori. Il commento di Leonardo Bellodi, autore de “L’ombra di Gheddafi” (Rizzoli)

 

Monogramma 1 Non è il futuro della Libia ad interessarci. E’ il futuro dei nostri affari la maggiore preoccupazione. .

 

ACTA DIURNA   31   Ottobre – 1° Novembre    2021      Mauro Novelli

“Più dei tanti che tumultuano, i tiranni temono i pochi che pensano”. (Platone)

(1) RISULTATI G20.

31-10-2021 AGI. Un G20 in chiaroscuro: bene sui dazi, male sul clima. Il summit ha consentito di concludere accordi importanti, come quello sui vaccini e sulla minimum tax. La nota dolente riguarda però proprio il tema su cui c'erano più attese: la lotta al cambiamento climatico